Vacanza benessere in India: cosa sapere

Sin dall’antichità, l’India è una delle destinazioni per eccellenza per chi desidera aumentare il proprio benessere. I ritiri spirituali, le scuole di yoga e i centri ayurvedici sono alcune delle attrazioni principali.
Vacanza benessere in India: cosa sapere

Ultimo aggiornamento: 28 febbraio, 2022

In cerca di equilibrio fisico, mentale e spirituale, molte persone decidono di fare un viaggio in India. Da centinaia di anni questa destinazione attira l’attenzione per via della sua ricchezza culturale, le sue attrazioni storiche e soprattutto perché è la culla di discipline come lo yoga. Vi piacerebbe fare una vacanza benessere? Scoprite tutto quello che c’è da sapere sull’India.

Prima di tutto, sarà necessario ottenere con un certo anticipo un visto per poter entrare in India. Si tratta di un permesso di viaggio elettronico che viene rilasciato per viaggi di turismo o d’affari. Oltre a ciò, bisogna considerare anche altri aspetti, motivo per cui nelle righe che seguono forniamo ulteriori dettagli.

Aereo.

Di cosa abbiamo bisogno per fare una vacanza benessere in India?

L’India vanta un’offerta di turismo del benessere molto ampia. Ciò nonostante, conviene prima seguire un preciso iter così da essere muniti di tutti i documenti necessari per il viaggio.

Per fortuna, grazie alla nuova procedura elettronica per ottenere il visto per l’India, non è più necessario recarsi all’ambasciata o al consolato indiani per reperire la suddetta documentazione.

Oggi è sufficiente compilare il modulo online e procedere al rispettivo pagamento. Dopo va inviato insieme a una foto di identificazione e alla scansione del passaporto per ottenere il visto tramite email. La procedura può richiedere fino a una settimana, ma le richieste urgenti di solito vengono elaborate nell’arco di 24 ore.

Il visto è valido per 1 anno. Durante questo periodo di validità il visto può essere utilizzato un numero illimitato di volte per recarsi in India.

Il visto per turismo consente soggiorni di massimo 90 giorni per visita, mentre i soggiorni con un visto per affari possono durare fino a 180 giorni consecutivi.

Attenzione: a causa del coronavirus, il periodo di validità del visto è temporaneamente modificato, motivo per cui adesso tutti i visti turistici sono validi per 120 giorni e possono essere utilizzati per un solo viaggio della durata di massimo 30 giorni. Ulteriori fattori di cui tenere conto sono i seguenti:

  • Il passaporto deve avere una validità di 6 mesi successivi all’arrivo in India.

  • Bisogna informarsi in merito alle misure anti-Covid vigenti in India.

  • È necessario prenotare anche il volo di ritorno.

  • Bisogna disporre di risorse economiche sufficienti per l’intero soggiorno.

  • Vanno verificati i vaccini obbligatori.

Attività per una vacanza benessere in India

A seguito dello sviluppo del turismo in India, al giorno d’oggi nel paese si trovano offerte e location per tutti i gusti e budget.

Molte strutture alberghiere e turistiche, di fatto, sono attrezzate al fine di soddisfare le esigenze dei turisti che arrivano con l’intento di godere di un’esperienza di totale benessere.

Strutture come Taj Hotels, Resort and Palaces, Oberoi Hotels e The Leela Palaces sono dotate di spa in cui rilassarsi, sottoporsi a trattamenti anti-age e recuperare l’equilibrio del corpo. Oltre a tutto ciò, sono previste altre opzioni ugualmente interessanti. Presentiamo a seguire le più richieste.

Ashram in India

In India, gli Ashram sono luoghi dedicati alla pratica dello yoga, della meditazione e dei ritiri spirituali. Lo scopo è perseguire l’evoluzione e la crescita interiori. Le strutture più popolari in cui è possibile trovarli sono:

  • Art of Living Ashram, nel Panchagiri Hills, a 36 chilometri a Sud-Est di Bangalore.

  • Osho International Meditation Resort, a Pune, Maharashtra (a circa 4 ore da Mumbai).

  • Mata Amritanandamayi Ashram – Amritapuri, a Kollam, Kerala.

Ayurveda a Kerala

Una considerevole percentuale di turisti che arrivano in India è interessata alla medicina Ayurvedica. In stati come il Kerala, rappresenta il principale approccio medico.

Per questo motivo, vi si riuniscono professionisti in trattamenti a base di piante medicinali, massaggi, piatti ayurvedici e altri metodi di terapia olistica. È possibile accedere anche a sessioni di yoga e tai chi.

Il turista potrà trovare questi programmi nei centri di salute specializzati, ma anche in hotel e spa. In entrambi i casi, lo scopo è lo stesso: riequilibrare il corpo, la mente e l’anima per stimolare un corretto flusso energetico e aumentare la sensazione di benessere.

Vacanza benessere in India: naturopatia a Bangalore

Con un approccio simile a quello della medicina Ayurvedica, la naturopatia ha lo scopo di prevenire e trattare una vasta gamma di disturbi e malattie croniche attraverso la disintossicazione del corpo, lo yoga e cambiamenti nello stile di vita.

Uno dei siti più famosi in tutta l’India è lo Jindal Nature Cure Institute di Bangalore, che dal 1978 offre ai suoi visitatori diversi trattamenti, tra i quali spiccano lo yoga, l’agopuntura, la fisioterapia e la dietoterapia. Il centro dispone anche di alloggio simile a un hotel e un negozio specializzato.

Massaggi.

India, la destinazione ideale per un’esperienza di benessere

Al giorno d’oggi l’India è uno dei paesi che contribuisce maggiormente al settore turistico mondiale del benessere. E non è un caso; in fin dei conti, in tutto il paese è possibile trovare centri specializzati nella promozione dell’equilibrio fisico, mentale e spirituale dei viaggiatori.

Vi piacerebbe vivere un’esperienza simile? Munitevi di tutti i documenti necessari, scegliete le vostre mete preferite e lanciatevi in questa avventura.

This might interest you...
Yoga: i benefici per la salute
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Yoga: i benefici per la salute

Lo yoga è una pratica ancestrale il cui significato ha a che vedere con l'unione, un atto di congiungimento. Il termine deriva dal sanscrito...