5 consigli per aumentare l’intimità emotiva nelle relazioni

· 28 ottobre 2015

L’intimità emotiva è una sensazione di vicinanza con qualcun altro, una strada reale a doppio senso basata sull’empatia. Quando abbiamo una relazione intima a livello emotivo, siamo in grado di condividere i sentimenti personali senza sentirci giudicati, rifiutati o non a nostro agio se faremo o diremo ciò che si considera sbagliato.

Questo tipo d’intimità è tipico delle amicizie vere e dovrebbe essere presente in tutte le relazioni personali che vogliono definirsi autentiche, insieme a tutte le altre caratteristiche specifiche di ogni tipo di relazione.

shutterstock

L’intimità emotiva può esistere tra amici, tra familiari e tra partner. Alcune persone provano intimità emotiva persino con i propri animali domestici.

La sensazione d’intimità condivisa è molto importante sia per la salute fisica sia per quella mentale.


 

L’intimità emotiva è fonte di sicurezza,

rafforza la nostra autostima e

ci aiuta ad avere fiducia negli altri.


5 consigli per aumentare l’intimità emotiva

L’intimità emotiva è importante nelle relazioni, eppure a volte è difficile sentirsi vicini a qualcuno o stabilire un’intimità con coloro con i quali si presuppone dovremmo essere intimi. I seguenti consigli vi aiuteranno a stabilire un legame più profondo con le persone importanti della vostra vita.

shutterstock1

1 – Capire perché allontaniamo le persone

Sapete come mai allontanate le persone da voi a livello emotivo? Esistono motivi per i quali teniamo gli altri lontani e non creiamo intimità. Forse qualcosa vi ha fatto perdere la fiducia che avevate nelle persone, magari una delusione del passato. Forse siete cresciuti in un ambiente in cui non c’era intimità oppure avete sviluppato una personalità cinica nei confronti degli altri.

Indipendentemente dal motivo, dovete capire qual è per poter andare avanti. Possono esserci motivazioni autentiche dietro il non voler avere un’intimità emotiva con qualcuno e in questi casi è meglio lasciar perdere. Tuttavia, possono esserci anche motivi che non hanno niente a che fare e che rappresentano un ostacolo per le vostre relazioni personali.

2 – Poco a poco, bisogna aumentare il contatto fisico

In qualsiasi tipo di relazione, un elemento importante dell’intimità emotiva è il componente fisico. Osservate le vostre relazioni e le relazioni di chi vi sta intorno. Le persone che possiedono una forte intimità emotiva si toccano. Quando invece questo tipo d’intimità non esiste, quasi non c’è contatto fisico.

Per aumentare un po’ alla volta l’intimità emotiva, è necessario iniziare a toccarsi, a recuperare la fiducia. E questo contatto deve essere sincero, non forzato. Bisogna provarci poco a poco, perché quando l’intimità si perde o si blocca è difficile da recuperare.

3 – Capire la differenza tra intimità fisica e intimità emotiva

La prolifica scrittrice di romanzi rosa Barbara Cartland una volta scrisse: “Tra gli uomini, il sesso spesso sfocia nell’intimità; tra le donne, l’intimità spesso sfocia nel sesso”. Cosa c’è di vero in questa frase?

Forse si deve al fatto che, in generale, gli uomini sono in grado di separare i propri sentimenti e considerare il sesso solo sesso, mentre le donne percepiscono il sesso come un ponte verso una maggiore intimità.

shutterstock2

Ovviamente non si tratta di una regola assoluta, ma ci è utile per capire in che modo l’intimità fisica e sessuale viene considerata da due punti di vista diversi. Ad ogni modo, sarebbe un errore supporre che l’intimità fisica ci porterà inevitabilmente all’intimità emotiva, soprattutto se non va di pari passo con la costruzione di relazioni al di fuori dell’aspetto fisico.

Lo stesso vale per le relazioni non romantiche. Che ci sia un contatto tra le persone non significa niente, specie se questo contatto fisico si stabilisce per costrizione o abitudine. Comunque sia, nell’intimità emotiva non si tratta di stare vicini fisicamente.

Anche il modo in cui ci relazioniamo con gli altri determina il livello d’intimità.

4 – Condividere con gli altri un po’ alla volta

Un altro aspetto su cui bisogna lavorare un po’ per volta è la condivisione con gli altri dei nostri sentimenti, idee, desideri, speranze o frustrazioni. È in questo modo che le persone iniziano a conoscersi davvero, aprendosi un po’ per volta.

Se invece buttiamo fuori all’improvviso tutti i nostri discorsi personali, è facile che l’altro si chiuda in se stesso e si allontani, soprattutto se ci concentriamo sugli aspetti negativi.

Un buon modo di iniziare è condividere le nostre opinioni su un tema in concreto nel momento più opportuno.

Abituatevi a dire alla gente come vi sentite, cosa pensate, cosa sperate… un po’ per volta e nel momento giusto.

5 – Non forzare le cose

Come abbiamo detto all’inizio, l’intimità emotiva è una strada a doppio senso. Se cercate di forzare la situazione, vi ritroverete tra le mani delle circostanze molto difficili. Bisogna permettere all’intimità emotiva di svilupparsi in modo naturale.

Bisogna anche sapere quando tirarsi indietro e quando rallentare. Non potete esigere troppo all’altro se non volete mandare tutto all’aria.