5 consigli per far funzionare i rapporti di coppia

· 13 novembre 2015

Oggigiorno, il “mal d’amore” e i problemi di coppia sono uno dei problemi più discussi negli studi degli psicologi. L’infedeltà, la gelosia, la dipendenza emotiva o la convivenza che non funziona finiscono per spezzare per sempre la coppia.

Se guardiamo indietro nel tempo, ci renderemo conto che ciò non succedeva qualche anno fa. Una volta, le coppie (o almeno la maggior parte) duravano per tutta la vita, nonostante tutte le difficoltà che potevano nascere tra i partner; ciò si doveva soprattutto al fatto che la donna dipendeva quasi interamente dall’uomo. Le donne, infatti, ancora non facevano parte del mondo del lavoro e, per questo, dovevano rimanere affianco al proprio coniuge, prendendosi cura della casa e dei figli.

Per fortuna, oggi il panorama è ben diverso. Tuttavia, il problema è che è più difficile per le coppie rimanere insieme a lungo e più diffusi i problemi psicologici scatenati dalla separazione.

Esistono alcune statistiche che indicano che le coppie di oggi non dureranno più di 10 anni e ciò si deve soprattutto alla cattiva convivenza e alla mancanza di comunicazione.

Anche se la coppia perfetta non esiste e dobbiamo prenderne atto, oggi vi offriamo alcuni consigli chiave per aiutarvi a far funzionare meglio la vostra relazione.

Mai esigere

Se volete che la vostra relazione funzioni, è importantissimo essere molto tolleranti con l’altro. A volte, esigiamo cose dall’altro come se fossimo il suo padrone, ma in realtà non è così perché nessuno è proprietà di nessun altro.

Dobbiamo essere coscienti del fatto che siamo umani, che a volte ci sbagliamo e che è molto meglio per la coppia essere comprensivi ed empatici con l’altro e non esigere che agisca o sia come noi vorremmo che fosse.

Ciò non significa che non possiamo suggerire che agisca in modo diverso, ma è fondamentale conoscere bene la differenza tra esigere e suggerire, in modo da far procedere tutto al meglio e, paradossalmente, per rendere l’altro più disposto a cambiare o modificare certe cose che non ci piacciono.


 

A nessuno piace ricevere pressioni, ma se ci viene suggerito di fare qualcosa e ci vengono spiegati i vantaggi di tale cambiamento, la situazione viene presa in modo diverso.


Coppia

Basta tirare in ballo gli sbagli del passato

Il passato è passato e ormai non esiste, quindi non ha senso continuare a girarci intorno, perché ormai non fa parte della vita della coppia. Non riuscirete a risolvere quel problema accaduto in passato e l’unica cosa che otterrete è provocare dolore e sofferenza ad entrambi.

Se il vostro partner vi è stato infedele e lo avete perdonato, smettete di ricordargli che in tale occasione ha commesso un errore, perché siete stati voi a scegliere di perdonarlo, con tutto ciò che comporta. Ora bisogna continuare a camminare insieme.

Non dimenticate mai che l’altro è il vostro partner

A volte, le emozioni negative e gli impulsi ci fanno dimenticare che la persona con cui stiamo discutendo è quella che noi stessi abbiamo scelto da amare e con la quale passare il resto della nostra vita.

È per questo che bisogna essere sempre coscienti del fatto che le parole forti, gli insulti e il disprezzo non sono necessari. Potete ferire molto quella persona che amate e se ciò si ripete nel tempo, l’altro finirà per stancarsi della vostra mancanza di empatia e tatto.


 

Siate coscienti del fatto che non serve urlare o mancare di rispetto e che si ottiene molto di più con una conversazione pacifica, con il rispetto e con l’affetto.


Scherzare sui problemi quotidiani

I capelli nella doccia, il tappo del dentifricio aperto o l’armadio in disordine non si trasformeranno in problemi seri se li affrontate con un sorriso.

Spesso rendiamo drammatici problemi che in realtà non sono poi così rilevanti. Dare essi tale importanza non fa che aumentare il loro peso e, in molti casi, trasformarli in vere e proprie seccature.

È vero che può essere fastidioso il fatto che il vostro partner lasci tutti i giorni la tavoletta del water alzata, ma ciò non può trasformarsi in un problema talmente serio da far nascere una discussione tra voi due.


 

Semplicemente non ne vale la pena! Se quello è un suo difetto, di sicuro ha altre buone qualità che compensano, proprio come succede a voi. Ricordate il primo consiglio: suggerite, ma non esigete mai e siate tolleranti. Siete voi che avete scelto il vostro partner.


Relazione

Completarsi a vicenda, ma senza dipendere l’uno dall’altro

Divertirsi e fare ciò che piace in coppia è meraviglioso ed è molto positivo che, ogni tanto, i due partner si sorprendano a vicenda con qualcosa che sanno che all’altro farà piacere. Non c’è bisogno che sia una data speciale, l’importante è avere l’impulso di preparare una buona cena per l’altro o portarlo al concerto di quel gruppo che gli piace tanto, anche se a noi non fa tanto piacere.

A volte, va bene acconsentire a partecipare ad attività che forse non c’interessano molto se sappiamo che il nostro partner le adora. Può persino accadere che, provandole, inizino a piacere anche a noi.

Tuttavia, d’altra parte non dobbiamo mai dipendere dal nostro partner per fare ciò che ci piace. Se il vostro partner adora il calcio e a voi non piace, non va bene nemmeno che vi sentiate obbligati ad andare a vedere le partite tutte le domeniche, potete sempre fare qualcosa ognuno per conto proprio.

Costruire una buona relazione di coppia è semplice e difficile allo stesso tempo. A volte l’istinto s’impadronisce di noi, perdiamo il rispetto, l’onestà e l’empatia. Ricordare sempre questi cinque consigli e metterli in pratica giorno dopo giorno vi aiuterà a far crescere la coppia in modo positivo.