Abilità da sviluppare: elenco ed esempi

Conosciamo tutti il termine "abilità", ma cosa significa secondo un approccio psicologico? In questo articolo parleremo delle abilità che una persona può sviluppare.
Abilità da sviluppare: elenco ed esempi

Ultimo aggiornamento: 10 gennaio, 2022

Gli esseri umani apprendono tramite interazione con l’ambiente circostante, e ciò avviene tutti i giorni. Grazie a questi apprendimenti, sviluppiamo diverse abilità che ci aiutano ad affrontare con successo diverse situazioni. Quali sono le possibili abilità da sviluppare?

Per “abilità” si intende lo sviluppo efficiente ed efficace di un compito. In altre parole, la capacità di una persona di svolgere un compito con successo. La persona esperta è capace di eseguirlo correttamente e con facilità. Le abilità possono essere classificate in quattro grandi gruppi: cognitive, sociali, fisiche e vitali.

Possibili abilità da sviluppare

Cognitive

Le abilità cognitive riguardano il trattamento delle informazioni e il loro successivo utilizzo. Ci permettono di comprendere il mondo ed elaborare gli stimoli che i nostri sensi raccolgono.

  • Memoria: abilità cognitiva che ci permette di codificare, consolidare e recuperare informazioni.
  • Percezione: processo mediante il quale le informazioni provenienti dai nostri sensi vengono organizzate ed elaborate.
  • Attenzione: la capacità di indirizzare le nostre risorse mentali su alcuni aspetti dell’ambiente circostante.
  • Comprensione: la capacità di comprendere quanto percepito e di generare idee attraverso l’osservazione dell’ambiente.
  • Metacognizione: consapevolezza dei processi cognitivi. Pensare al pensiero.
Uomo che pensa.

Abilità da sviluppare in contesto sociale

Le abilità sociali sono un insieme di comportamenti in un contesto interpersonale che aiutano a esprimere sentimenti, atteggiamenti, desideri, opinioni o diritti in modo appropriato alla situazione, rispettando gli stessi comportamenti negli altri (Caballo, 2007).

  • Empatia: vuol dire immedesimarsi nell’altro a livello emotivo.
  • Assertività: capacità di esprimere rispettosamente le proprie opinioni e difendere i propri diritti.
  • Rispetto: capacità di considerare e valutare qualcuno o qualcosa.
  • Ascolto attivo: ascoltare gli altri, mostrando loro di essere ascoltati.
  • Negoziazione: capacità di trovare una soluzione soddisfacente per tutti i soggetti coinvolti.

Abilità da sviluppare a livello fisico

Consentono di intraprendere un’azione in modo efficace. Come suggerisce il nome, sono associate alla dimensione fisica o corporea della nostra vita. A titolo di esempio troviamo quanto segue:

  • Forza: capacità di superare la resistenza attraverso lo sforzo muscolare.
  • Velocità: è la capacità di eseguire un movimento o di spostarsi da un luogo all’altro nel minor tempo possibile.
  • Resistenza: capacità di svolgere uno sforzo o un’attività il più a lungo possibile.
  • Flessibilità: muovere il corpo in modo fluido senza causare lesioni.

Abilità vitali

Queste abilità rendono più facile affrontare efficacemente le richieste e le sfide della vita quotidiana, ovvero si tratta di abilità psicosociali per imparare a vivere (Gómez e Suárez, nd). Tra queste troviamo i seguenti:

  • Conoscenza di sé: implica riconoscere se stessi, come il carattere, i punti di forza, le debolezze, le simpatie e le antipatie.
  • Empatia: mettersi nei panni dell’altro e immaginare com’è la vita per quella persona.
  • Comunicazione assertiva: la capacità di esprimersi, verbalmente e no, in modo appropriato alla cultura o alla situazione.
  • Relazioni interpersonali: capacità di relazionarsi in modo positivo con altre persone.
  • Prendere decisioni costruttive sulla propria vita e su quella altrui.
  • Risolvere problemi e conflitti: affrontare i problemi della vita in modo costruttivo, evitando problemi fisici, mentali e psicosociali.
  • Pensiero creativo: capacità che contribuisce al processo decisionale e alla risoluzione dei problemi, consentendo l’esplorazione delle alternative disponibili e delle diverse conseguenze.
  • Pensiero critico: è la capacità di analizzare le informazioni e le esperienze in modo oggettivo.
  • Gestione dello stress: riconoscere le fonti di stress e i loro effetti sulla vita e di apportare modifiche per ridurli.
Donna e uomo che parlano.

Abilità e qualità sono sinonimi?

Nel linguaggio colloquiale, i due concetti sono usati come sinonimi. Tuttavia, presentano caratteristiche diverse.

Le qualità sono le caratteristiche o i tratti di una persona che la differenzia da un’altra e che le rendono uniche. D’altro canto, l’abilità è la capacità di fare qualcosa correttamente e con facilità.

La differenza fondamentale è che una si riferisce a ciò che siamo (qualità), mentre l’altra a ciò che sappiamo fare bene (abilità). La presenza dell’una non esclude l’altra né la rende condizione necessaria per la sua manifestazione. Possono essere presenti contemporaneamente o meno, non sono dipendenti né esclusive.

Conclusioni

Le abilità o competenze possono farci vedere quanto siamo bravi in un campo. Sentire di avere un’abilità ci motiva a sfruttarla, a trarne vantaggio e a godere di attività in cui possiamo usarla.

Ci fanno sentire sicuri di noi stessi e ci aiutano a raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissati di fronte a ciò in cui dimostriamo di essere abili.

Potrebbe interessarti ...
Gestire gli alunni con abilità elevate
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Gestire gli alunni con abilità elevate

In questo articolo, analizzeremo in che modo gestire gli alunni con abilità elevate. Chiariremo la terminologia e come intervenire.