Affrontare il futuro con 4 diversi atteggiamenti

· 8 novembre 2018
Predirlo è impossibile, tuttavia possiamo adottare alcuni atteggiamenti che ci permetteranno di affrontare il futuro al meglio.

Esistono diversi modi per affrontare il futuro. Poiché deve ancora avvenire, non ci è dato sapere con certezza cosa accadrà. Indovinare il futuro è una pratica impossibile, e questo può generare stadi d’animo negativi.

Di solito quello che è ignoto genera paura, ansia e incertezza. Il futuro, questo grande sconosciuto, tende a produrci sensazioni simili. Ma l’avvenire non è del tutto nero e possiamo renderlo migliore. Predirlo è impossibile, tuttavia possiamo adottare alcuni atteggiamenti che ci permetteranno di affrontare il futuro al meglio.

Tra questi ne spiccano quattro che, a grandi linee, inglobano in modo semplice e grafico tutta la gamma di atteggiamenti che possiamo assumere:

  • Atteggiamento dello struzzo (passività)
  • Atteggiamento del pompiere (reattività)
  • Atteggiamento dell’assicuratore (prevenzione)
  • Atteggiamento del cospiratore (proattività).

Atteggiamenti utili ad affrontare il futuro

Lo struzzo e la passività

Gli struzzi, al contrario di quanto si crede, non nascondono la testa sotto terra quando percepiscono un pericolo. L’atteggiamento dello struzzo si basa però proprio su quest’idea, ovvero non fare assolutamente nulla di fronte ai pericoli. Questa passività ci impedisce di vedere il mondo per come è davvero finché i cambiamenti non ce lo impongono, a volte con tutta la loro durezza.

Atteggiamento dello struzzo

Questo atteggiamento è considerato negativo in quanto significa non essere preparati a quello che ci accade. Tuttavia, non lo è sempre. La passività, infatti, può essere una strategia valida e a volte anche efficace, seppur non priva di rischi. Imitando gli struzzi, potremmo finire col perdere grandi occasioni.

Il pompiere e la reattività

I pompieri di norma agiscono quando l’incendio è iniziato e non può essere più prevenuto. Quest’atteggiamento verso il futuro è meno passivo rispetto a quello dello struzzo e consiste nell’aspettare che si propaghi il fuoco per spegnerlo. Aspettare che i problemi succedano per trovarvi una soluzione è un atteggiamento molto rischioso che, in alcuni casi, può rivelarsi tardivo.

Le persone reattive tendono ad agire agli stimoli senza pensare, attivando un processo di azione-reazione. Anche se in alcuni casi questa tecnica è efficiente, soprattutto quando il tempo è poco, di solito le reazioni precipitate ci inducono a commettere più errori.

L’assicuratore e la prevenzione

Gli assicuratori attribuiscono un prezzo ai nostri averi in modo che, qualora succeda qualcosa, ci sia possibile recuperare il loro valore economico. Questo atteggiamento riguardo il futuro consiste nel prevenire certe situazioni e prepararsi per non perdere tutto.

L’atteggiamento dell’assicuratore è considerato preventivo. Anticipa quello che può accadere. Sebbene essere preparati sia positivo, presenta anche degli aspetti negativi. Ad esempio, la paura può spingerci ad assicurare tutto ad alto prezzo anche quando le probabilità che si verifichi un evento negativo sono molto poche.

Donna che pensa

Il cospiratore e la proattività

I cospiratori sono sempre sull’attenti. Qualsiasi segnale li porta a sospettare ed elaborare complicate trame che, se confrontate con la realtà dei fatti, appaiono esagerate. L’atteggiamento del cospiratore verso il futuro è considerata proattiva e si basa sull’agire prima che qualcosa succeda.

Come nei casi precedenti, quest’atteggiamento aggiunge qualcosa in più a tutti gli altri. Paragonandolo a quello preventivo, che consiste nell’assicurarsi di non perdere tutto, l’atteggiamento proattivo cerca di cambiare il futuro. Cerca di intervenire affinché la realtà si adatti ai nostri pensieri. Va alla ricerca di un futuro specifico, facendo tutto il possibile affinché si avveri.

Dopo aver analizzato i diversi atteggiamenti per affrontare il futuro, è normale tendere verso gli ultimi due, ovvero per la vigilanza preventiva dell’assicuratore o per quella proattiva del cospiratore. In altre parole, propendere per un atteggiamento volto ad anticipare le minacce future e le opportunità che si profilano all’orizzonte allo scopo di correggere la nostra rotta, senza per questo dover abbandonarla.