Ambiente lavorativo e il successo di un'azienda

18 agosto, 2020
Un buon ambiente di lavoro, in cui prevale una sensazione di soddisfazione tra i dipendenti in relazione al lavoro che svolgono, si traduce in maggiori vantaggi per l'azienda.
 

Il lavoro è fondamentale per la nostra sopravvivenza. Un ambiente lavorativo inadeguato influenza negativamente la nostra vita, quella dei nostri colleghi e dell’azienda. Quando non si gode di un clima positivo, si va al lavoro scontenti e ci si sente a disagio, di conseguenza non si svolge bene il proprio lavoro, il che causa problemi a se stessi e a tutto il dipartimento.

L’ambiente in cui svolgiamo il nostro lavoro quotidiano è dunque essenziale. Rappresenta quindi uno degli aspetti più importanti per un’azienda, il cui successo dipende da quanto si preoccupa di garantire un ambiente lavorativo sano.

Ma cos’è esattamente l’ambiente lavorativo? Come possiamo promuoverne uno di qualità? In che modo influenza la produttività di un’azienda? Quali sono i vantaggi? Cercheremo di rispondere a tutte queste domande. Continuate a leggere.

“Chi vive in armonia con se stesso vive in armonia con l’universo.”

-Marco Aurelio-

Cos’è l’ambiente lavorativo?

L’ambiente lavorativo è un concetto che appartiene al campo delle risorse umane. Come dice la parola stessa, è l’ambiente generato in un luogo di lavoro. Per regolarlo, bisogna prendere in considerazione sia le politiche del personale sia le tecniche di valutazione.

Ma non solo: in un ambiente lavorativo è importante essere consapevoli dei sentimenti, delle percezioni, dei pensieri, delle emozioni e dei comportamenti dei lavoratori.

Per esempio, ci sono ambienti di lavoro tossici che che ci fanno sentire stanchi e appesantiti, come se avessimo addosso un peso, e che ci fanno pensare continuamente di licenziarci! In questo caso, il dipartimento di risorse umane dovrebbe stare attento a offrire una soluzione al problema. L’azienda trae vantaggio promuovendo un ambiente lavorativo più favorevole.

 

Com’è strutturato?

L’ambiente lavorativo è composto da:

  • Ambiente fisico: riguarda lo spazio. In altre parole, la strutture, la temperatura, l’inquinamento, ecc.
  • Ambiente sociale: include tutti gli elementi che riguardano il rapporto tra le persone, come la comunicazione o il cameratismo, ecc.
  • Caratteristiche strutturali: comprende le dimensioni dell’azienda, lo stile gestionale e la sua struttura formale.
  • Caratteristiche personali: le capacità e gli atteggiamenti, le motivazioni e le aspettative dei dipendenti nei confronti dell’azienda e del loro lavoro.
  • Comportamento organizzativo. Comprende fattori quali la produttività, l’orario di lavoro, la percentuale di assenteismo, la soddisfazione sul lavoro, lo stress dei dipendenti, ecc.

L’ambiente di lavoro prevede l’interazione tra aspetti personali e organizzativi. Ogni fattore determina il comportamento dei dipendenti e quindi influenza il senso di appartenenza, l’efficienza, la qualità dei servizi, l’impatto sociale. Questi elementi consentono il successo da parte dell’azienda.

Colleghi che si divertono al lavoro.

Come migliorare l’ambiente lavorativo?

Sembra facile far sentire i dipendenti a proprio agio nell’azienda e far sì che vada tutto per il verso giusto, invece è un compito molto complesso. Visto che un ambiente di lavoro sano è così importante, vediamo insieme come migliorarlo:

 
  • Posto di lavoro. Il posto di lavoro deve trasmettere armonia e deve essere adatto al settore di cui si occupa. Se gli strumenti non sono adeguati e il personale si sente a disagio, ci sarà più insoddisfazione generale. Più insoddisfazione equivale a meno produttività. È dunque importante progettare un buon spazio in cui lavorare.
  • Il rapporto tra i dipendenti. Il rapporto tra i colleghi ci fa sentire, pensare e comportare in un certo modo. Più è assertivo e adeguato, meglio sarà per l’azienda. Il responsabile delle risorse umane deve stare attento a interpretare queste relazioni e ricorrere ad adeguate strategie per promuovere un buon ambiente lavorativo a livello interpersonale.
  • Cultura organizzativa e aziendale. Per rendere efficace un’azione, è necessaria una certa coerenza tra l’insieme di percezioni, sentimenti, atteggiamenti, abitudini, credenze, valori e comportamenti tra i gruppi all’interno dell’organizzazione.
  • Riconoscimento. I premi e i riconoscimenti incoraggiano il comportamento degli impiegati. Si tratta di apprezzare in modo positivo i risultati raggiunti e di motivare a fare sempre meglio.
  • Lavoro di squadra. Quando i problemi vengono risolti collaborando come una squadra, si crea un senso di unità, quindi gli impiegati si sentono supportati e motivati a contemplare prospettive diverse. Ciò aiuta a creare di un ambiente migliore, perché tutti si sentono parte di un team.
  • Sviluppo. Lo sviluppo è relativo alla consapevolezza di come migliorare la produttività. La formazione è molto importante in tal senso, perché crea le competenze che consentono di sviluppare a loro volta il senso di appartenenza; ciò  si traduce in una maggiore produttività per l’azienda.
 
  • Pensare oltre il lavoro. Quando i dipendenti hanno il tempo di occuparsi degli altri ambiti della loro vita si sentono meglio e lavorano in modo più efficiente. È importante promuovere un equilibrio tra la vita personale e la vita lavorativa dei dipendenti. In altre parole, non tutto è lavoro.

La salute psicosociale dei dipendenti è fondamentale

Quando parliamo di “dipendenti”, ci riferiamo a esseri bio-psico-sociali. Il loro benessere psicologico, sociale e fisico deve essere importante all’interno dell’ambiente di lavoro. Sebbene non esista una formula magica per garantire la salute dell’individuo, le strategie sopracitate lo incoraggiano ad avere una migliore percezione del posto di lavoro e, quindi, a essere più produttivo.

Un ambiente lavorativo sano richiede un clima di fiducia. A questo proposito, bisogna evitare i sentimenti, gli atteggiamenti e le percezioni negative nei confronti dell’organizzazione e dei suoi membri.

Oltre a ciò, i dipendenti hanno bisogno di sapere che stanno facendo qualcosa di utile. Devono sentire che gli sforzi fatti sono diretti verso qualcosa di produttivo. Un’azienda con un ambiente lavorativo scadente può causare danni alla salute mentale e fisica dei lavoratori, che si manifesteranno in comportamenti che non favoriscono il successo aziendale.

Collaborazione tra colleghi.
 

Quali sono i vantaggi di un ambiente lavorativo sano?

Un ambiente lavorativo adeguato contribuisce al successo dell’azienda. Ecco in dettaglio quali vantaggi offre:

  • Maggiore produttività aziendale.
  • Meno licenziamenti.
  • Salute fisica e mentale dei dipendenti.
  • Partecipazione attiva dei dipendenti.
  • Più motivazione.
  • Forte senso di appartenenza.
  • Percezione positiva dell’azienda.
  • Lavoro di squadra.
  • Buona comunicazione tra i dipendenti.
  • Maggiore soddisfazione.
  • Coinvolgimento dei dipendenti nelle attività aziendali.
  • Risultati migliori in termini di performance.
  • Efficacia della strategia aziendale.
  • Miglioramento della qualità dei servizi.
  • Maggiore impatto sociale.

I risultati si vedono a lungo termine: quando i dipendenti si sentono bene, lavorano meglio, quindi si sentono più forti e sono disposti a sforzarsi di più. Migliori prestazioni aumentano significativamente la produttività, il che si traduce in ulteriori vantaggi per l’azienda.

La chiave del successo aziendale può essere garantita tenendo conto del luogo fisico di lavoro, ma anche delle convinzioni personali, delle attitudini, delle capacità, delle emozioni e dei pensieri dei dipendenti e della loro interazione con l’azienda. Parliamo del miglior modo per promuovere il benessere delle persone e della società.

 
  • Estrada, J, G. S., Pupo, I.J. G., Rodríguez, Y.B. M., & Cañedo Andalia, R. (2009). Clima y cultura organizacional: dos componentes esenciales en la productividad laboral. Revista Cubana de información en Ciencias de la Salud (ACMED=, 20 (4), 67-75-