Amicizia è…

· 23 gennaio 2017

Amicizia è… rimanere a pulire dopo che la festa è finita, condividere con noi la gioia di organizzarla o addirittura prepararla senza di noi per permetterci, solo per un giorno, di essere protagonisti di una storia.

Gli amici sono quelli che aspettano perché sanno che possiamo aver bisogno di loro fino all’ultimo. Sono quelli che non leggono la nostra mente, ma il luccichio dei nostri occhi o il tremore delle nostre mani. Sono il motivo per cui il tempo non passa mai, sono la complicità e l’incontro.

Gli amici sono quelle persone con cui tocchiamo il fondo e anche il cielo e in entrambi i casi siamo grati della loro compagnia. Nel primo caso, perché senza di loro sarebbe stato tutto peggiore; nel secondo caso, perché senza di loro non sarebbe stato così bello.

Negli amici riconosciamo una parte di noi e una parte estranea che ammiriamo

Gli amici sono quelle persone in cui riconosciamo una parte di noi e una parte diversa da noi, che ammiriamo. La loro capacità di farci sorridere quando non ne abbiamo motivo, la loro calma quando siamo nervosi, il loro coraggio quando tutto ci spinge ad avere paura, il loro conforto quando ci sentiamo perduti, la loro persistenza quando diciamo loro che oggi non abbiamo voglia di uscire.

Sono quelle persone che con affetto ci ricordano che dove mangiano loro possiamo mangiare anche noi. Quelle persone che vengono a prenderci alla stazione anche se devono interrompere quello che stavano facendo. Sanno che poi li aiuteremo, anche se siamo stanchi per via del viaggio.

Ovviamente, non ci aspettiamo una cena di benvenuto e la camera degli ospiti. La fiducia e la complicità ci rendono parte della loro quotidianità, anche se non ci vediamo da molto tempo. In cambio ci aspettiamo entusiasmo e speranza, perché abbiamo una voglia incredibile di vederli. Di raccontarci… di ascoltare.
piedi-sospesi-nel-vuoto

Gli amici conoscono la nostra essenza e noi la loro

Gli amici sono quelle persone che conosciamo benissimo e di cui sappiamo ogni aneddoto. Abbiamo ascoltato tantissime volte la storia della valigia smarrita e di come hanno dovuto cavarsela in Giappone solo con gli indumenti che avevano addosso, fino ad appropriarsi di un paio di mutandoni del vicino che non sembravano poi così brutti. Sappiamo già che erano orribili, ma ridiamo perché ogni volta che ce lo raccontano li immaginiamo in modo diverso.

Abbiamo perfino cercato come sono le mutande in Giappone e di brutte ce ne sono tante! Di fatto, abbiamo salvato la foto sul cellulare, qualora dovessimo mostrarle quando raccontiamo la storia. Parte della vita dei nostri amici è diventata la nostra: una regola che vale anche per loro.

raccontare-un-segreto

Amicizia è…

Gli amici sono quelli che rispondono sempre e non rimandano ad un altro momento, soprattutto quando sentono che non abbiamo bisogno di una risposta elaborata, ma solo di sapere che ci sono. Sono quelle persone che ci accompagnano per passare più tempo con noi, non perché non hanno altro da fare o perché temono che possa accaderci qualcosa.

-Ma abito qui vicino.

-Lo so, ma non importa. Ti accompagno.

amici-per-mano

Gli amici sono rari, unici nel loro genere, originali nel loro modo di trattarci, delicati o rudi a seconda della circostanza. Ma soprattutto sono persone straordinarie perché sono questo, sono i nostri amici e non tutti sono di uguali, ma allo stesso tempo, stranamente, si assomigliano.

I nostri amici non sono tutti uguali, però stranamente si assomigliano.

Gli amici cicatrizzano le nostre ferite dicendo “stupidaggini” che mescolano le lacrime di dolore con quelle di felicità e allegria. Sono quelli che si fanno seri quando abbiamo bisogno di idee per risolvere un problema e che si rifiutano di farlo quando arriva il momento di riposare un attimo, di lasciar passare un po’ di tempo prima di riprendere il lavoro… perché torneranno sempre.