Amore in famiglia: comprensione e protezione

03 agosto, 2020
La famiglia perfetta esiste, ed è quella che protegge, accudisce, capisce e accetta i suoi membri così come sono. Crescere con questo tipo di nutrimento rafforza l'identità del singolo, donandogli la sicurezza e la capacità di avere la vita che desidera in totale libertà.
 

L’amore in famiglia è alla base di tutto. Crescere, ricevere un’educazione e far parte di un contesto primario positivo, ricco d’affetto, valori e sicurezza, gioca un ruolo fondamentale nella salute psicologica di ogni individuo. Una parte di ciò che siamo oggi è spesso  conseguenza delle nostre prime esperienze e dei legami con i genitori.

Secondo Salvador Minuchin, psichiatra argentino autore della terapia familiare strutturale, in ogni cultura la famiglia imprime nei suoi membri la loro identità. Ciò avviene in due modalità opposte: da una parte, attraverso il senso di appartenenza; dall’altra, attraverso il desiderio di separarci da essa. Sebbene possa apparire contraddittorio, tutto ciò ha un significato e un insegnamento preziosi.

Abbiamo tutti un’eredità familiare, proveniente da quel piccolo nucleo sociale in cui affondano le nostre radici. Al contempo, indipendentemente da quanto amiamo i nostri figli, il loro scopo è quello di allontanarsi dai genitori. Crearsi una vita propria o costruire una nuova famiglia o unione è auspicabile e necessario. In fin dei conti, definisce il nostro sviluppo in quanto esseri umani.

L’affetto e l’amore in famiglia sono la spina dorsale di tutte relazioni. Ma affinché una famiglia sia sana e funzionale bisogna saper amare. Approfondiamo questo aspetto.

Famiglia unita che parla sul divano.
 

L’amore in famiglia e i suoi elementi

Ogni 15 maggio si celebra la giornata della famiglia. Secondo l’ONU, sono ancora tanti i fronti aperti riguardo alla famiglia, ai quali rischia di sommarsi un’imminente crisi sociale ed economica legata alla situazione attuale. Si rende pertanto necessaria l’adozione di politiche di protezione delle famiglie e rispondere alle esigenze di un mondo sempre più complesso e in costante evoluzione.

Il ruolo della famiglia nella società, in ambiti come l’assistenza, l’educazione e la cura dei bambini è innegabile. Si tratta del fondamento dello sviluppo umano ed è anche alla base della trasformazione sociale.

Non ci riferiamo, dunque, solamente a un nucleo primario a cui provvedere in termini di risorse assistenziali e finanziarie. Un altro aspetto da non trascurare è, indubbiamente, quello psicologico.

Diversi tipi di famiglia, stessi diritti

L’amore in famiglia deve sempre essere presente, indipendentemente dal tipo di nucleo familiare. Esistono tanti single che scelgono di vivere da soli l’avventura di essere genitori. Esistono le famiglie allargate che vivono sotto lo stesso tetto: bambini, genitori e nonni che affrontano insieme le difficoltà, partecipando insieme all’educazione dei bambini.

Seppur non ancora riconosciute in Italia, esistono anche le famiglie omogenitoriali, anch’esse parte della realtà quotidiana e che pertanto meritano riconoscimento e rispetto.

La formazione di questi nuclei sociali favorisce la trasmissione di valori, di affetto, di sviluppo fisico, emotivo e psicologico ottimale dei bambini, nonché di tutti gli elementi che definiscono ogni sistema familiare sano e funzionale. Tra cui:

 
  • Una buona comunicazione.
  • Stabilire regole chiare per promuovere l’apprendimento di norme e diritti.
  • La creazione di un ambiente in cui esprimere le emozioni e imparare a gestirle.
  • Educare alla risoluzione dei conflitti, all’assertività e a sane relazioni sociali.
Padre e figlia a cavalluccio.

L’amore come nutrimento e senza imposizioni

L’amore in famiglia deve essere sano e deve fornire il sostegno necessario a ogni membro per crescere e per fare le proprie scelte nel pieno rispetto.

Come ben sappiamo, esistono anche amori che ostacolano l’ottimale sviluppo psicologico ed emotivo del bambino. È il caso dell’iperprotezione, ovvero quell’eccessivo affetto che finisce per dominare e limitare.

Ogni nucleo familiare deve capire che, oltre all’aspetto economico e alle risorse più o meno disponibili, vi è soprattutto l’aspetto emotivo. Poco importa quale prestigiosa scuola il bambino frequenti, quanti giocattoli o vestiti abbia se vengono meno i seguenti aspetti:

  • Comprensione. Capire il punto di vista di ogni membro familiare è fondamentale. Sapersi mettere nei panni dell’altro è indispensabile per costruire legami forti e sani.
 
  • Accettazione. Anche questa dimensione è un nutrimento essenziale. Essere amati per ciò che si è, per le scelte fatte è ciò di cui più si ha bisogno dai genitori.
  • Protezione e cura. È un concetto chiaro a tutti: amare significa prendersi cura dell’altro. Poche cose confortano come sentirsi protetti e considerati dalle persone amate ed essere al contempo capaci di ricambiare.

Per concludere, nulla è più importante dell’amore in famiglia, quello che avvolge, ma che sa anche lasciar andare. Avere ben chiaro dove affondano le nostre radici, ma essere comunque liberi di avere la vita che desideriamo è un aspetto essenziale del benessere psicologico e della felicità.