Anoressia sessuale: sintomi e trattamento

17 maggio 2018 in Psicologia 0 Condivisi

L’anoressia sessuale è un fenomeno conosciuto anche con il nome di anafrodisia o desiderio sessuale inibito. Quando parliamo di anoressia sessuale, facciamo riferimento a un disturbo legato a un basso interesse per il sesso e a un ridotto desiderio sessuale. Le persone che ne soffrono perdono quasi del tutto l’interesse per i rapporti sessuali.

Questa mancanza può verificarsi sia negli uomini che nelle donne, e nella maggior parte dei casi è dovuta a traumi psicologici, fisici o persino a una bassa autostima.

Caratteristiche dell’anoressia sessuale

L’anoressia sessuale è caratterizzata dall’assenza o dalla riduzione significativa dell’interesse o dell’eccitazione sessuale. Essa si manifesta con almeno uno dei seguenti criteri diagnostici:

  • Interesse assente o ridotto nei confronti dell’attività sessuale.
  • Fantasie o pensieri sessuali o erotici assenti o ridotti.
  • Ridotti o assenti tentativi di avere un rapporto sessuale e scarse reazioni agli approcci del partner
  • Eccitazione o piacere sessuale assente o ridotto in quasi tutte, se non in tutte, le occasioni (in media dal 75% al 100%) di attività sessuale di coppia.
  • Eccitazione o piacere sessuale assente o ridotto in risposta a qualsiasi proposta sessuale o erotica, interna o esterna (ad es. scritta, verbale, visuale).
  • Sensazioni genitali o non genitali assenti o ridotte in quasi tutte, se non in tutte, le occasioni (in media dal 75% al 100%) di attività sessuale in coppia.

Questi sintomi devono perdurare per almeno sei mesi, oltre a provocare un malessere clinicamente significativo alla persona che ne soffre. In ultimo, la disfunzione sessuale è da distinguersi da un disturbo mentale non sessuale, dalla conseguenza di una grave crisi di coppia, dall’effetto collaterale per l’abuso di qualche sostanza o da un’affezione medica.

Coppia con anoressia sessuale

Cause della anoressia sessuale

Alcuni autori segnalano che il fattore di rischio più comune che porta all’anoressia sessuale è un precedente abuso fisico o psicologico. Tuttavia, non è l’unica causa. La mancanza di desiderio sessuale può essere determinata anche da altri fattori.

Lo stress, una vita di coppia monotona, discussioni con il partner e altri problemi di convivenza possono portare allo sviluppo dell’anoressia sessuale. Allo stesso tempo, la disfunzione erettile, l’impotenza o l’anorgasmia possono sfociare in questo disturbo.

L’anoressia sessuale può avere origine anche in alcuni ambiti religiosi, politici o culturali. Determinati “scenari sociali”, infatti, possono minare la libera espressione sessuale di un individuo fino a eliminarla. Al contempo l’educazione sessuale ricevuta durante l’infanzia o l’adolescenza può determinare una futura anoressia sessuale.

Un’ulteriore causa può essere legata ai mezzi di comunicazione. Oggigiorno siamo costantemente esposti tramite internet a immagini esplicite, messaggi e stimoli volti a sessualizzare ogni aspetto della nostra vita. Questo può contribuire a un’educazione sessuale inadeguata e allo sviluppo di credenze erronee sul sesso.

Quando la mancanza di desiderio sessuale diventa un problema

La mancanza di desiderio sessuale è spesso associata alle difficoltà di raggiungere l’orgasmo o al dolore fisico provato durante l’attività sessuale. Fattori come questi fanno sì che l’attività sessuale sia poco frequente e che  si verifichino discrepanze nel desiderio della coppia.

Anche i problemi di coppia e i disturbi dello stato d’animo sono spesso associati all’anoressia sessuale. Anche le aspettative e gli standard poco realisti rispetto al livello “appropriato” di interesse o eccitazione sessuale possono essere caratteristiche evidenti nelle persone affette da questo problema.

Possono influire sul problema anche scarse tecniche sessuali e una conoscenza poco precisa sulla sessualità. Questi fattori, insieme alle credenze diffuse sui ruoli di genere, sono tutte circostanze importanti di cui tener conto.

Fattori che possono essere rilevanti per affrontare la anoressia sessuale

Esistono cinque fattori che non devono essere ignorati poiché rilevanti per l’eziologia o il trattamento del ridotto desiderio sessuale. Sono i seguenti:

  • Fattori di coppia (ad es. problemi sessuali o stato di salute della coppia).
  • Fattori della relazione (ad es. comunicazione scarsa, discrepanze legate al desiderio di attività sessuale).
  • Fattori di vulnerabilità individuale (ad es. immagine negativa del proprio corpo, antecedenti di abuso sessuale o emozionale, depressione, ansia, stress, perdita del lavoro, lutto).
  • Fattori culturali o religiosi (ad es. divieto ad avere rapporti sessuali, determinati atteggiamenti verso la sessualità).
  • Fattori medici rilevanti per la prognosi, il corso o il trattamento.

Trattamento dell’anoressia sessuale

La persona che soffre di questo problema per prima cosa deve prendere coscienza del disturbo che la sta affliggendo. In secondo luogo, è importante dare una svolta alle abituali attività abituali di coppia.

La chiave consiste nel ravvivare il desiderio sessuale, e per farlo è importante che la coppia crei un ambiente rilassato e intimo, privo di pregiudizi e pressioni. Un aspetto importante è tenere a mente che il sesso non implica necessariamente la penetrazione. Si può godere in svariati modi.

A ogni modo, si consiglia di consultare uno psicologo specializzato che saprà consigliare il trattamento adeguato più recente.

Guarda anche