Ascolto cosciente, un gesto di generosità

25 Gennaio 2019

Praticare l’ascolto cosciente e dimostrare che gli altri ci stanno a cuore rappresenta uno straordinario gesto di generosità.

Quando una persona ci racconta qualcosa, si aspetta che le prestiamo attenzione. Che per un momento lasciamo da parte le nostre preoccupazioni e facciamo squadra per affrontare le sue. Ciò che ci viene chiesto è di prestare un ascolto cosciente: un atto disinteressato nel quale impegniamo le nostre risorse cognitive.

Partendo da questo presupposto, ascoltare coscientemente rappresenta un vero e proprio atto di generosità. Vi è mai successo di voler raccontare qualcosa per voi importante e di essere continuamente interrotti con frasi del tipo “a me invece è successo che…”, “avresti dovuto dire o fare così”, “è successa la stessa cosa a me quando…”? O che addirittura vi interrompessero ponendovi una domanda che non aveva nulla a che vedere con l’argomento di cui stavate parlando?

Sono momenti per nulla piacevoli, in cui vi trovate davanti un muro dal quale scaturisce solo frustrazione. La sensazione molto familiare, soprattutto nel periodo dell’adolescenza, che il mondo sia un luogo ameno che non si incastra con le nostre esigenze. La conseguenza logica è smettere di sforzarsi di comunicare o farlo in maniera sempre più disperata.

Allo stesso modo, a volte siamo noi stessi a mettere in pratica questo comportamento nei confronti di altre persone, con le stesse spiacevoli conseguenze. Se volete migliorare le vostre relazioni e comunicazioni con gli altri, praticare un ascolto cosciente è indispensabile.Ascolto cosciente amiche

Cos’è l’ascolto cosciente?

La psicologa spagnola Inmaculada Domínguez ha studiato a fondo il tema. Di seguito ci concentreremo sui suoi studi per cercare di rispondere a questo interrogativo. Come ci suggerisce il nome, l’ascolto cosciente è un ascolto che realizziamo in modo attivo e volontario. In esso entrano in gioco elementi come l’empatia, l’amore verso l’altra persona, il rispetto e l’attenzione.

L’ascolto cosciente consiste nel lasciar parlare l’altra persona prestando attenzione a quello che dice e senza interromperla, facendo domande che dimostrino interesse verso l’argomento in modo che si senta veramente ascoltata. Rappresenta un atto di generosità e vero interesse verso l’altra persona.

Così facendo, concediamo tempo e spazio tanto al nostro cuore quanto alla mente dell’interlocutore. In un mondo dove la cultura dell’immediatezza, la mancanza di tempo e l’egocentrismo impediscono di dedicare sufficiente tempo agli altri e pregiudicando le nostre relazioni sociali, questa accortezza può diventare fondamentale.

Perché la mancanza di ascolto cosciente può compromettere le relazioni sociali?

Abbiamo tutti bisogno di essere ascoltati. Si tratta di una necessità che costituisce parte integrante della nostra natura di animali sociali. Se l’ascolto non è reciproco, l’altra persona percepirà una mancanza di interesse verso i suoi sentimenti e la sua vita. A chi piace stare con una persona che non si mostra interessata?

La mancanza di interesse reciproco è purtroppo diventata molto popolare al giorni d’oggi, soprattutto a causa del progresso tecnologico. Le persone tendono sempre di più a isolarsi nei propri smartphone, anche quando stanno assieme. Perché stare assieme allora?

Le persone sono ossessionate da ciò che accade in rete, da ciò che pensano, da ciò che vogliono dire, dalle loro preoccupazioni, dalle loro responsabilità. Non si fermano un attimo e non restano in silenzio ad ascoltare quello che gli altri hanno da dire. E questi atteggiamenti generano inevitabilmente conflitti e discussioni.ragazze al telefono

Come mettere in pratica un ascolto cosciente?

Se volete migliorare la vostra vita, le vostre relazioni con gli altri e con voi stessi, dovete sviluppare questo tipo di ascolto. Le differenze si faranno notare.

  • Cominciate meditando; si tratta di un ottimo modo per fermare la vostra mente e sensibilizzarvi sul qui e ora. Attraverso la respirazione e il rilassamento, vi renderete conto di essere capaci di arrestare il turbinio della vostra mente e concentrarvi su una cosa sola.
  • Ascoltate con il corpo e non solo con la mente; adottate la postura del vostro interlocutore, avvicinatevi a lui senza invadere il suo spazio vitale, spostate il tronco leggermente in avanti, in modo da farlo sentire ascoltato.
  • Non interrompete; se dovete fare una domanda in tema con l’argomento, aspettate che arrivi il vostro momento.
  • Osservate; prestando attenzione ai suoi gesti e alle espressioni del viso potrete completare le informazioni che vi vengono comunicate a parole.

Praticare l’ascolto cosciente è un atto di generosità verso il vostro interlocutore e verso voi stessi. Verso di lui perché sentirsi ascoltato sarà un prezioso regalo, verso voi stessi perché l’ascolto cosciente consiste in una vera e propria occasione per crescere.