Aspettative disattese: ti amo, ma mi manca qualcosa

20 ottobre, 2020
Ci aspettiamo troppo dal nostro rapporto di coppia? Nonostante tutti i sogni e le aspettative, a volte questo legame ci lascia ben poco, un amore che non ci soddisfa e non ci nutre, dei vuoti che sfociano in solitudine.

Uno dei problemi più comuni nelle coppie di oggi sono le aspettative disattese. Molti di noi si lanciano in un rapporto senza riserve e a cuore aperto. Ripetiamo a noi stessi che è quello giusto, che questa volta lo è davvero, e che finalmente raggiungeremo quella stabilità emotiva per crescere insieme a un’altra persona in un progetto condiviso. Fino a quando, a poco a poco, fa capolino il freddo della delusione.

“È che ti fai troppe illusioni e non sei realista” continuano a ripeterci. “Riponi troppe speranze e per questo ne resti delusa/o”, continuano a dirci. Potrebbe essere vero. Alcune persone tendono a farsi castelli in aria e ripongono troppe speranze in una persona che, in fin dei conti, non conoscono ancora.

Tuttavia, se c’è una cosa che dobbiamo tenere a mente è che avere delle aspettative va bene, ed è auspicabile. Grazie a esse, scorgiamo all’orizzonte la più basilare delle nostre aspirazioni: essere felici, sentirci ricambiati, amati, e iniziare un nuovo percorso di vita per cui vale la pena mettersi in gioco nonostante le difficoltà.

Se manca uno di questi aspetti, ecco che subentrano il vuoto, la carenza d’affetto e la netta sensazione che ci manchi qualcosa.

Aspettative disattese nel rapporto di coppia: cosa fare al riguardo?

Le aspettative tessono la trama delle nostre relazioni, che siano di coppia, di amicizia o in famiglia. In esse riponiamo la nostra fiducia verso gli altri a lungo e a breve termine; mettiamo in chiaro i nostri desideri, le nostre speranze e gli elementi che ci fanno sentire sicuri, soddisfatti e felici. Come anticipato, alimentare le aspettative fa bene, così come delinearle e ricondurle al nostro orizzonte.

Il problema nasce quando “ciò che mi aspetto” non arriva, quando la ricompensa attesa non esiste nella realtà. Ciò può succedere in due casi. Il primo è che le ipotesi sul futuro era smisurate e irreali. In altre parole, ci buttiamo la zappa sui piedi puntando all’impossibile.

L’altro motivo è evidente: le aspettative sono adeguate e possibili, ma la relazione non raggiunge gli standard minimi di soddisfazione. Perché a volte la disillusione si fa spazio come una crepa che scricchiola sotto i nostri piedi. Ciò che viviamo nella vita di tutti i giorni non è ciò che ci aspettavamo. L’amore c’è, esiste ancora, ma non ci sembra abbastanza.

Fa male riporre le nostre aspettative nel rapporto di coppia?

Spesso si dice che si vive meglio facendo spazio all’inaspettato. Può essere vero. Eppure, in quanto esseri pensanti, abbiamo bisogno di avere una minima percezione di controllo sui fatti che accadono attorno a noi.

Le aspettative sono convinzioni personali, supposizioni sul futuro che ci piacerebbe si avverassero. Sono anche sofisticati meccanismi che ci permettono di prevedere o di immaginare determinati aspetti per sapere come potremmo reagire.

Chiarito questo aspetto, è naturale chiedersi se fa male riporre le proprie aspettative in un rapporto di coppia.

No, non è controproducente delineare nella nostra mente alcune aspettative su come ci piacerebbe che fosse la relazione. Queste ipotesi devono essere realiste, adattarsi alla realtà ed essere più obiettive possibili.

Per esempio, è normale aspettarsi di non essere traditi, così come lo è aspettarsi che la relazione sia duratura e non finisca dopo due mesi. Allo stesso modo, è corretto aspettarsi di ricevere supporto dal partner nei giorni difficili.

Delusione del partner e allontanamento.

Come agire in caso di aspettative disattese nel rapporto di coppia

Sono molte le persone che si sentono insoddisfatte del proprio rapporto di coppia. Si sentono deluse e, in alcuni casi, persino tradite quando si accorgono che quanto immaginato non si verifica.

L’amore c’è e sappiamo di essere ricambiati, tuttavia sono molte le note stonate in questo spartito di coppia. Cosa possiamo fare in questi casi?

  • Sono realista? Prima di tutto, bisogna riflettere. Abbiamo forse riposto aspettative poco realiste sul nostro rapporto? È sempre un bene fare chiarezza sull’origine delle nostre idee e delle nostre esigenze. Se ci accorgiamo che molte sono mere illusioni, e che poco o niente riflettono la realtà, allora dobbiamo sostituirle. Farlo ci aiuterà a evitare frustrazioni e delusioni.
  • Le tue aspettative coincidono con le mie? Quando ci sentiamo insoddisfatti, quando percepiamo che le cose non stanno andando come pensavamo, allora è il momento di fermarci e di parlare; è il momento di fare chiarezza su quello che ci aspettiamo l’uno dall’altro. A volte queste conversazioni possono svelarci che il nostro partner ha obiettivi diversi o che forse stiamo trascurando aspetti importanti.
  • Cosa stiamo facendo per soddisfare le nostre aspettative? Se la coppia ambisce agli stessi traguardi, è utile indagare sul persona grado di coinvolgimento. Talvolta diamo tutto per scontato e ciò fa morire la nostra relazione.
Coppia che corre sui binari.

Un viaggio in due in cui possono convivere aspettative e imprevisti

Le aspettative disattese nel rapporto di coppia sono spesso motivo di rottura. Succede quanto abbiamo la sensazione che il partner non ci accompagni nel viaggio intrapreso. Il vagone è lo stesso, e così il biglietto, ma la destinazione non coincide. Sono situazioni complicate che tutti noi abbiamo dovuto affrontare.

L’ideale è porsi sempre obiettivi realisti e che si adattino ai nostri desideri, che tengano conto delle nostre priorità e dei nostri valori (tradimenti, mancanza di comunicazione, bugie, distacco emotivo, etc).

Una volta stabilite e condivise reciprocamente queste aspettative, fa sempre bene lasciare spazio agli imprevisti, agli inconvenienti che ci permettono di scoprire noi stessi, di affrontare delle sfide insieme per crescere.

Trovare un partner, iniziare un nuovo capitolo, non significa stare con una persona che rispecchi al 100% tutte le nostre aspettative e i nostri desideri. Significa trovare qualcuno il cui viaggio sia complementare al nostro.

Baillo, M.; Larumbe, M. A.; Ramos, T y Serrano P. (1995). Las relaciones interpersonales: El conflicto en la pareja. En J. C. Sánchez, A. M. Ullán (Comps.) Procesos Psicosociales Básicos y Grupales (pp. 621-636). Salamanca: Eudema.

Lee, J. A. (1976). The colors of love. Englewood Cliffs: Prentice-Hall.

Rivera A., S.; Díaz L., R. y Flores G., M. (1988). La distancia entre el querer (ideal) y el tener (real) como predictor de la satisfacción con la relación de pareja. La psicología social en México, II. 179-183.