Bugie e falsità: due cose insopportabili

· 10 dicembre 2015

Se c’è qualcosa che dà veramente fastidio, di sicuro sono le bugie e la falsità. Entrambe sono in grado di distruggere tutto, di devastare i boschi più rigogliosi e di far cadere anche le torri più alte.

L’aspetto più triste dell’ipocrisia e dell’inganno è che spesso non provengono dai nostri nemici o da persone sconosciute. E come c’è da aspettarsi, questo fa male. Quando veniamo ingannati, la cosa peggiore non sono le bugie in sé, ma tutto quello che comportano.

Quando un sentimento così importante come la fiducia si lacera, qualcosa dentro di noi si rompe. Questo accade perché le bugie mettono in dubbio molte verità, facendoci mettere in discussione anche le esperienze che consideravamo più vere.

Una sola bugia cambia tutto

Le bugie e la falsità sono, in gran misura, una questione di abitudine. Ci sono molte persone abili nell’arte della menzogna, in grado di ingannare chiunque in modo davvero sorprendente.

Come tutti sapete, mentire abitualmente può diventare un problema psicologico serio. Le persone false vendono fumo a qualsiasi prezzo pur di trarne qualche beneficio personale o, cosa ben peggiore, con il semplice fine di ingannare gli altri.

Occhi-bendati

Altre volte, le bugie possono essere “giustificate” come un errore nell’azione, ma non nell’intenzione. Sono le cosiddette “bugie bianche”, pronunciate nella convinzione che la verità possa far più male della bugia stessa.

C’è chi sostiene che qualsiasi menzogna sia il risultato di rapporti negativi, ma di certo l’essere umano, a volte, non riesce a vedere altre sfumature oltre al bianco e al nero.

Con il tempo, tutto viene a galla

Le bugie e l’inganno hanno sempre una data di scadenza, infatti hanno bisogno di molte circostanze per stare in piedi. Alla fine, però, si entra in un circolo di enormi dimensioni che il bugiardo non è più in grado di gestire.

Maschera

Non appena la bugia esce dalla bocca del bugiardo, già ne perde il controllo. Come recita un famoso proverbio popolare: si riconosce prima un bugiardo di uno zoppo.

Tuttavia, anche se è molto difficile che una bugia duri nel tempo, è normale che gli altri riescano ad ingannarci a lungo. Magari abbiamo davanti molti indizi, ma la cosa più probabile è che i vincoli e i legami affettivi ci rendano ciechi di fronte alla verità.

Le bugie e la falsità: due ferite profonde nell’anima

Tradire le persone che ci amano è uno dei gesti più terribili che passa fare l’essere umano. È difficile imporsi sulla scoperta di una bugia perché l’inganno in sé ha la capacità di distruggere completamente il nostro mondo.

Una persona tradita è più di una persona ferita. È una persona che ha perso il suo nord, che ha perso la bussola, che non capisce, che prova una tremenda confusione, che deve demolire il suo rifugio, che non sa più dove riporre i suoi sentimenti e che si considera profondamente stupida.

È qualcuno che gira scoperto, che viene messo a nudo e si sente ridicolo. Qualcuno che deve imparare da zero, che deve ricostruire le sue mura, che deve ricominciare a camminare e tappare i buchi. È qualcuno che, pur essendo ferito a morte, deve rianimarsi e non sa come fare.

Bambina-lacrime

Guarire le ferite causate dal tradimento

Con il passare del tempo, è molto probabile che la rabbia e l’impotenza iniziali si trasformino in dolore per tutto ciò che è andato perduto, che si è rotto, che è sfumato. Ed è proprio in quei momenti che si può ricominciare a guarire le ferite del tradimento e a valorizzare meglio la lealtà.

Superare un tradimento richiede tempo e per riuscirci, bisogna prima perdonare se stessi e smettere di torturarsi per qualcosa che si pensava di poter evitare, ma che è successo. In questo modo, sarà più facile raggiungere la pace col mondo e tornare ad avere fiducia negli altri.

Se nella vostra vita vi hanno mentito e fatto del male, non punitevi pensando che tutte le persone si comporteranno allo stesso modo, altrimenti sarebbe come pensare che, perché una volta avete vinto la lotteria, allora vincerete ogni volta che comprate un biglietto.

Valorizzate la lealtà come svalutate il tradimento. Non datevi la colpa di nulla e imparate a perdonare, la disonestà è un’ottima opportunità per crescere e per scegliere meglio le persone che stanno al vostro fianco.

Illustrazioni per gentile concessione di Nicoletta Ceccoli.