Coltivare il proprio mondo interiore

5 Novembre 2019
Scegliere con cura ciò che si ritiene più prezioso per sé può davvero fare la differenza.

Coltivare il proprio mondo interiore è fondamentale per il benessere e la salute fisica generale. I pensieri, le emozioni, i valori e gli atteggiamenti hanno un’enorme influenza sul modo in cui si sperimenta il mondo. Ecco perché sempre più persone iniziano a prestare attenzione a questo aspetto fondamentale della vita.

Ciononostante, trovare il modo di coltivare il proprio mondo interiore a volte può essere complicato. Dopotutto, alla nascita, non ci viene fornito un manuale di istruzioni su come essere felici. Alla luce di ciò, in questo articolo condividiamo con 3 modi per iniziare a lavorare in modo efficace su questo versante.

Coltivare il proprio mondo interiore: gli aspetti più importanti

Per prendervi cura della vostra salute fisica, potete iniziare da tre pilastri fondamentali: alimentazione, esercizio fisico e riposo. Analogamente, a livello mentale potete concentrare il lavoro su:

  • I pensieri e le credenze.
  • Gli atteggiamenti e i valori.
  • Le emozioni ricorrenti.

Nelle prossime righe analizzeremo ciascuno di questi aspetti in modo approfondito.

Donna ad occhi chiusi

1- I pensieri e le credenze

La componente più importante del mondo interiore è il modo di pensare, il dialogo interiore. Sappiamo ormai da millenni che ciò che proviamo dipende molto da quello che pensiamo di noi stessi e da ciò su cui concentriamo la nostra attenzione mentale. Per iniziare a essere più felici, risulta dunque necessario modificare consapevolmente il modo in cui ci si parla.

Forse pensate di essere tra coloro i quali non parlano mai con se stessi. Ebbene, in realtà lo fate eccome, anche se non ve ne rendete conto. Anche se non siete consapevoli dei vostri pensieri, essi hanno comunque un effetto molto potente sul vostro umore. Per tale ragione, la prima cosa da fare è identificare il tipo di pensieri che impegnano la mente.

Una volta identificati, il passo successivo è quello di cambiarli con altri più utili. A tale scopo, la cosa migliore da fare è riconoscere le convinzioni irrazionali e tentare di trasformarle in idee realistiche e favorevoli.

Per esempio, potreste ritrovarvi a pensare di essere delle persone inutili. Ciononostante, appena ci riflettete vi rendete conto che si tratta di un’esagerazione. In quali campi siete davvero bravi? Cosa riuscite a fare se vi impegnate? Questo tipo di riflessioni  possono aiutarvi ad accrescere la vostra autostima e a ottenere una visione più realistica del mondo.

«Che tu creda di farcela o di non farcela, avrai comunque ragione.»

-Henry Ford-

2- Gli atteggiamenti e i valori

Il secondo aspetto più importante per coltivare il proprio mondo interiore è modificare i propri atteggiamenti e valori; ovvero l’importanza che si dà a ogni aspetto della propria vita e a ciò che si ritiene più importante. Scegliere con cura ciò che si ritiene più prezioso per sé può davvero fare la differenza.

A seguire trovate un elenco di valori potenzianti e limitanti. Usateli per rendervi conto di quello a cui state dando la priorità nella vostra vita e se ciò vi fa del bene o del male.

  • Avere sempre ragione. Per alcune persone, il bisogno di avere sempre ragione è la cosa più importante in assoluto. Per loro, dunque, è normale litigare con i propri cari o fare di tutto affinché gli altri li ascoltino e poter quindi dimostrare di avere ragione. Di solito, tutto ciò provoca frustrazione ed è anche un ostacolo per il benessere generale.
  • Evitare i rischi. Molti vivono la propria vita paralizzati dalla paura. La sicurezza e la mancanza di rischi sono fondamentali; appena possono, evitano di affrontare qualsiasi forma di incertezza. Il più delle volte, ciò li porta a non sfruttare buona parte delle opportunità che vengono loro offerte.
  • Sforzarsi al massimo. Per alcuni l’aspetto più importante della propria vita è dare il 100% in tutto quello che fanno. Questo di solito li porta a provarci in ogni situazione, ad affrontare le paure e a raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati; anche se ovviamente la strada non è mai sgombra dalle difficoltà.
  • Libertà. Per alcuni, la capacità di non dipendere da nessuno e di scegliere in ogni momento cosa fare è l’aspetto più importante. Ciò può avere conseguenze sia positive che negative. La verità è che chi sceglie questo valore rispetto agli altri tende ad avere una vita molto più gratificante.
Uccelli in volo

3- Coltivare il proprio mondo interiore: le emozioni

L’ultimo aspetto fondamentale da considerare per coltivare il proprio mondo interiore è il modo in cui ci si sente. Tuttavia, la forma migliore per lavorarci è quella indiretta. In altre parole, invece di provare a cambiare direttamente le emozioni, è molto più efficace modificare i propri pensieri, i valori e la propria vita in modo tale che risulti tutto più soddisfacente.

Naturalmente, se i nostri sentimenti sono fuori controllo, possiamo imparare a usare degli strumenti per poterli gestire al meglio. Di questo si occupano principalmente le terapie psicologiche. Ciò nonostante, e tranne in casi estremi, vi potrete occupare delle emozioni solo una volta che avrete sotto controllo gli altri due elementi del vostro mondo interiore.