Cosa ci insegnano gli animali

· 21 aprile 2016

Siamo soliti pensare che gli essere umani siano molto diversi dagli animali e crediamo di avere il compito di insegnare loro qualcosa, ma è il contrario! Le lezioni che possiamo imparare dagli animali, e da qualsiasi specie in generale, sono davvero importanti. 

Forse avete un gatto o un cane in casa e vi è più facile capire gli insegnamenti che è possibile trarre. Tuttavia, il regno animale nasconde molti apprendimenti. Vi piacerebbe sapere quali sono? Mucche, criceti, oche e salmoni sono solo alcuni dei protagonisti di questo articolo.

La compagnia dei cani

I cani sono tra gli animali più comuni in casa e possiamo imparare molto dagli atteggiamenti e dal modo di vivere che hanno e che manifestano ogni giorno. Sono gli animali da compagnia per eccellenza.

In primo luogo, i cani ci insegnano la lealtà e la fratellanza. I cani non si separano dai loro padroni nemmeno per un istante. Per loro, esiste un unico padrone e lo seguono in lungo e in largo, persino se la persona non dà loro importanza. Di certo lo avete verificato quando, tornando a casa, il vostro migliore amico vi sta aspettando dietro la porta scodinzolando.

Adottando un cane, non sarete mai più soli. Un cane c’è sempre per il suo padrone, non importa se siete stanchi o se è molto tardi. Se fate le ore piccole per studiare o lavorare, ve lo ritroverete a vigilare ai vostri piedi. Se siete malati, si accomoderà vicino al vostro letto. Se guardate la televisione, si sdraierà ai vostri piedi.

I cani, inoltre, sono in grado di capire cosa succede senza dover usare le parole. La prossima volta che qualche membro della vostra famiglia o della vostra cerchia sociale intima si sente demoralizzato, stanco o sopraffatto dagli obblighi, offritegli la vostra compagnia, come fa il vostro cane con voi. Forse quello di cui ha bisogno è proprio questo supporto.

bambina con il suo cano su un prato

La saggezza delle oche

Se avete bisogno di una carica di buon umore per il lavoro di squadra, non dubitate a trarre ispirazione dal sistema adottato da questi uccelli che volano in stormo fino ad arrivare alla meta. Per iniziare, la forma del loro volo è una “V”, perché in questo modo la resistenza al vento è minore e devono sforzarsi di meno per arrivare più lontano.

Quando un’oca lascia il suo posto nella formazione, torna immediatamente nel gruppo, perché si rende conto che non può volare da sola. L’esemplare che sta davanti è il primo a stancarsi, perché riceve tutto il vento diretto e, inoltre, si incarica di guidare gli altri. Nel momento in cui le sue forze non lo aiutano più, passa all’ultimo posto e viene sostituito dal secondo. Nessuno discute né trova scuse, semplicemente si segue l’ordine stabilito.

Quelli che si trovano più dietro emettono suoni mentre volano per incoraggiare chi sta davanti e se qualcuno si ammala o si ferisce, due compagni lo portano in un luogo sicuro, aspettano che si riprenda o che muoia per poi riprendere la loro formazione.

Le oche ci insegnano quanto sono importanti le persone che ci circondano, in famiglia, nel gruppo di amici o dei colleghi di lavoro. Una rete forte di persone care ci permette di avanzare insieme e a passi più grandi.

La soddisfazione delle mucche

Molte volte il cervello dice “basta” quando si vuole imparare o leggere qualcosa. Tuttavia, una volta vinto l’ostacolo iniziale e aver aggiunto nuove conoscenze, veniamo invasi da una piacevole sensazione che gli studiosi chiamano “sistema di ricompensa”. È come assaporare il successo una volta ottenuto.

È stato dimostrato che le mucche si emozionano quando riescono ad ottenere qualcosa. Migliorando certe abilità o intraprendendone una nuova, il ritmo cardiaco aumenta e i loro movimenti sono più veloci. È come se alla fine dicessero dentro di sé “Eureka! Ce l’ho fatta!”.

Prendiamo quindi d’esempio le mucche ed emozioniamoci ogni volta che riusciamo a fare qualcosa di nuovo. La vittoria in una dura battaglia o giungere alla meta meritano il festeggiamento ed il riconoscimento del nostro sforzo.

L’amicizia delle pecore e dei delfini

Se pensavate che la relazione con il vostro migliore amico fosse la più forte e duratura al mondo, è perché non sapete come vivono le pecore ed i delfini con i loro amici!

I delfini e le pecore hanno un forte senso dell’amicizia e lo dimostrano di continuo. Sono persino disposti a soffrire o morire per un amico. Non lasciano lavorare l’altro se è stanco o demoralizzato, gli portano da mangiare e lo proteggono dai predatori e dai pericoli.

Alcuni amici animali restano insieme per molti anni. Il delfino è il simbolo per eccellenza delle vere amicizie, ma anche i cetacei sono un ottimo esempio di amicizia. Un dato curioso è che le balene megattere si riuniscono con i loro amici quando inizia l’estate!

bambina che abbraccia un delfino

L’altruismo degli scimpanzé

Di certo ricordate la famosa ed incredibile storia di Tarzan, il bambino salvato da una scimmia che lo trovò nella culla dopo che i suoi genitori erano stati uccisi nella giungla.

Al di là della finzione, quel che è certo è che i primati sono molto altruisti, ovvero danno tutti se stessi senza pensarci due volte. Per esempio, possono aiutare un compagno che ha paura, crescere un cucciolo la cui madre è morta, rimanere al fianco dei feriti e persino mostrare compassione per chi soffre ed è sul punto di morire.

Frasi che ci direbbero gli animali

Per concludere, fate attenzione a queste righe che potrebbero essere pronunciate senza problemi dagli animali (se comprendessimo la loro lingua o se loro potessero parlare la nostra); potrebbero aiutarvi a crescere come persona e da un punto di vista sociale:

  • Non arrenderti facilmente (il salmone)
  • Esercitati tutti i giorni (il criceto)
  • Riposa di più (il gatto)
  • Lavora con impegno (la formica)
  • No giudicare e non discriminare (il cane)
  • Prenditi cura dei tuoi figli fino a quando non saranno indipendenti (l’uccello)

Immagine per gentile concessione di Virginia Monteverde