Domande e risposte sull’autostima

31 marzo 2015 in Psicologia 11 Condivisi

Cos’è l’autostima?

Sicuramente avrete sentito spesso parlare dell’autostima. Bene, possiamo dirvi che l’autostima è la valutazione che facciamo di noi stessi sui nostri pensieri, sentimenti, esperienze che abbiamo vissuto durante la nostra vita. L’autostima non è statica e non è qualcosa che possiamo definire come nati con o senza.

L’autostima può variare col passare del tempo

Effettivamente, l’autostima varia durante la nostra vita, in funzione delle situazioni personali, lavorative, sentimentali ecc. Possiamo dire che quando esiste una concordanza tra ciò che pensiamo, ciò che sentiamo e ciò che facciamo, e ne siamo soddisfatti, i nostri livelli di autostima salgono.

Perché è importante?

È importante avere una buona autostima. La bassa autostima è un fattore che spesso causa altri problemi come insicurezza, ansia, depressione, problemi di alimentazione, alcolismo, ossessione, ecc.

È negativo avere un’autostima molto alta?

Avere un livello alto di autostima non significa essere egoisti. Ci sono persone che confondono l’autostima con l’egoismo, ma si tratta di due cose ben distinte. L’egoismo è pensare a noi stessi per primi e dopo agli altri, spesso senza tener conto di ciò che pensano, sentono o sperano gli altri da/di noi. Un buon livello di autostima, al contrario, significa vedere se stessi come essere umani, con pregi e difetti, senza credersi migliori di nessuno, ma semplicemente unici e diversi.

Le persone con buona autostima corrono rischi, commettono errori e imparano da questi, tengono conto delle opinioni degli altri difendendo però sempre i propri diritti, idee e opinioni, senza offendere gli altri. Credono in se stessi e se qualcosa non gli piace o non gli va bene, cercano di cambiarlo.

Come capisco se ho una autostima bassa?

Un livello basso di autostima è riconoscibile perché vediamo gli altri migliori di noi stessi, vediamo solo i nostri difetti (a volte anche alcune virtù, ma le sminuiamo), non esprimiamo le nostre opinioni per paura di essere rifiutati, cerchiamo sempre l’approvazione degli altri, siamo insicuri, crediamo di non essere capaci di fare le cose bene, abbiamo paura di fallire, ecc. Questo significa che abbiamo un’immagine di noi stessi distorta.

In che modo possiamo aumentare il nostro livello di autostima?

Potete ad esempio, fare una lista delle vostre qualità e dei vostri difetti. È importante che vi sforziate per ottenere un equilibrio tra le due liste. Nessuno è perfetto. Tutti abbiamo qualità positive e lati da migliorare. Se mentre stilate la lista vedete solo difetti, cominciate a pensare che c’è qualcosa che non va nel modo in cui vedete voi stessi. 

È importante che teniate in conto che ci troviamo in vari contesti durante la nostra vita (con amici, al lavoro, in famiglia, con sconosciuti e persone conosciute) ed è possibile che non vi comportiate nello stesso modo in ogni contesto. Ricordate che una stessa qualità può essere positiva per voi stessi mentre per altri può essere neutra o addirittura negativa. L’importante è come voi la vedete. Potete realizzare anche test sull’autostima, come quello di Rosenberg.

E la domanda finale: come posso migliorare la mia autostima?

1 – Non paragonatevi ad altre persone perché ogni persona è diversa. Non date troppo peso alle opinioni negative delle persone che non vi conoscono bene e che non sanno chi realmente siete.
2 – Non confondete l’autostima con l’arroganza o con l’egoismo. Avere una buona autostima vi porta ad accettare e comprendere che ogni persona è un mondo. Un’altra cosa è pensare di essere superiori o inferiori agli altri; non si tratta di autostima e non fa bene alla vostra salute mentale.
3 – Identificate le vostre paure, i vostri errori e affrontateli. Tutti commettiamo degli errori. L’importante è trovare una soluzione e imparare da questi.
4 – Imparate a dire di NO, ad esprimere la vostra opinione e i vostri desideri senza paura, con un linguaggio chiaro e senza offendere le persone alle quali vi rivolgete.

Come dice un proverbio : “C’è tanto di buono nel peggiore e tanto male nel migliore che è assurdo condannare gli altri”.

E voi, avete un buon livello di autostima?

Immagine per gentile concessione di Salah Ghrissi

Guarda anche