Errori di comunicazione nella coppia

· 20 aprile 2018

Le coppie spesso commettono alcuni errori di comunicazione che si portano dietro per anni. Cominciano come una mancanza, ma terminano per diventare un’abitudine. Questi meccanismi impediscono di individuare e risolvere molti dei problemi che sorgono fra due persone che si amano.

Uno dei punti centrali nelle relazioni di coppia è la comunicazione. L’ambito nel quale si esprimono i sentimenti, i pensieri e i desideri. Se si ha una buona comunicazione, tutto il resto viene da sé. Al contrario, quando questa diventa ambigua o si deteriora, possono sorgere nuovi problemi in altri aspetti della relazione.

La maggioranza degli errori di comunicazione nella coppia accade per paura o mancanza di maturità. Non si riesce a percepire l’altro come un compagno, bensì si mettono in atto degli atteggiamenti difensivi. Per questo è sempre positivo fare un’autoanalisi e determinare se si sta incorrendo in uno di questi errori. È importante accorgersene e rettificare in tempo. Vediamone alcuni.

“Le parole sono singolarmente la forza più potente a disposizione dell’umanità. Possiamo scegliere di usare questa forza in modo costruttivo con parole di incoraggiamento o in modo distruttivo usando parole di disperazione. Le parole hanno energia e potenza nella loro capacità di aiutare, guarire, ostacolare, ferire, danneggiare, umiliare e renderci umili”.

-Yehuda Berg-

5 errori di comunicazione nella coppia

1. Assolutismo

L’assolutismo è una forma di estremismo molto nocivo nella comunicazione. Riguarda una visione egocentrica del mondo e l’incapacità di captare le diverse sfumature della realtà. Implica una difficoltà a comprendere e accettare altre prospettive diverse dalla propria.

È uno degli errori di comunicazione più comuni per quanto riguarda le coppie. Si traduce in un’esigenza di totale coerenza nell’altro. “Se mi ami, non puoi causarmi alcun dispiacere”. Come se l’essere umano non fosse pieno di paradossi e contraddizioni. L’assolutismo si riflette nell’intento di imporre delle condotte. “Devi” essere così. “Devi” fare questo o quell’altro.

Coppia

2. La selettività o visione a tunnel

La selettività, o visione a tunnel, si verifica quando cerchiamo di interpretare tutto mediante un’unica categoria. Purtroppo, questa categoria corrisponde a un punto di vista negativo. In altre parole, tutto quello che caratterizza l’altro si vede in modo negativo, persino le cose positive.

Si tratta di uno degli errori di comunicazione più comuni nella coppia e che arreca un danno maggiore. È come se esistesse la necessità di correggere l’altro tutto il tempo, di mostrargli gli aspetti più deboli o sbagliati di quello che fa. Caratterizza le persone incapaci di affrontare il vero conflitto.

3. Estremismo

L’estremismo nella comunicazione è simile all’assolutismo. Tuttavia, questo fa riferimento alle reazioni emotive. I gesti e le emozioni formano anch’essi parte della comunicazione nella coppia.

In questo caso, qualsiasi problema minore diventa una tragedia a causa di e grazie a questa visione estremista. Persino le difficoltà più irrilevanti si tramutano in scenate con grida e pianti.

L’estremismo denota una mancanza di autocontrollo e una difficoltà di analisi. È probabile che chi esibisca questo genere di comportamenti cerchi nel proprio partner il padre o la madre della sua infanzia. Desidera mostrare, soprattutto, le sue caratteristiche infantili. Cerca comprensione e sostegno, come farebbe un bambino. Alla lunga, impedisce di sostenere una comunicazione genuina. Non si consente una crescita reciproca, né si promuove l’autonomia.

Coppia che discute

4. Anticipazione

È uno degli errori più comuni nella comunicazione di coppia. Succede quando uno dei due pensa di poter predire il pensiero dell’altro. Si parte dall’idea per cui si conosce il partner meglio di chiunque altro e si crede persino di conoscerne le intenzioni e i pensieri più nascosti.

Questo tipo di comunicazione genera spesso grandi equivoci. Riflette una mancanza di fiducia nel partner e paranoia. Si cerca sempre di interpretare e scoprire cosa dice l’altro fra le righe. È anche un tentativo di controllo.

5. Etichettatura

L’etichettatura consiste nello stereotipare la coppia. È comune dopo aver avuto un problema o quando il partner ha commesso un errore. Da questo momento in poi, è condannato a restare in una casella che lo definisce. Può essere quella di “sconsiderato”, “distratto”, “irresponsabile”, o qualsiasi altra. L’obiettivo, ad ogni modo, è marcarlo con un timbro.

Coppia che discute al bar

Tutti questi sono errori di comunicazione frequenti in una coppia. Il loro effetto più nocivo è che minano la possibilità di comprendersi. Incidono sulla fiducia reciproca e terminano per intaccare l’affetto.