Esiste l’amore eterno?

· 21 maggio 2016

Un uomo anziano legge un diario ad una donna altrettanto anziana, un diario che parla dell’amore di una coppia conosciutasi negli anni ’40: sono Allie e Noah. Sono innamorati, ma i genitori di lei si oppongono al fatto che la figlia esca con un ragazzo con scarse possibilità economiche.

La vita li separa, ma nessuno dei due dimentica l’altro, fino a che non si rincontrano. Ora, quei due giovani sono anziani e l’uomo legge ogni giorno la loro storia alla donna, la quale ha perso la memoria, per ricordarle un amore indimenticabile. Questa è la storia de “Le pagine della nostra vita”, uno dei film più romantici e commoventi degli ultimi anni. Guardando un film del genere, ci viene da chiederci se sia possibile vivere una relazione così intensa, sincera e duratura in un mondo in cui i rapporti si costruiscono molto in fretta, per poi svanire nel giro di qualche giorno o mese.

Tutto sembra essere così superficiale e vuoto… In quanto tempo si conosce davvero una persona? Perché abbiamo così tanta paura di mettere a nudo la nostra anima? Le relazioni possono essere eterne o meno, ma non ci diamo nemmeno il tempo e l’opportunità di scoprirlo.

“Ma se non ci incontrassimo più e questo fosse un vero addio, so che ci rivedremo in un’altra vita. Ci incontreremo di nuovo e forse il volere delle stelle sarà cambiato e potremo amarci tanto da compensare tutte le separazioni precedenti.”

(Le pagine della nostra vita)

amore eterno 2

L’amore eterno: studi scientifici

L’Università di Harvard ha pubblicato uno studio che sostiene quello che anche qualche coppia potrebbe dire: l’amore eterno esiste e il segreto è uno solo, ovvero godere di una vera e propria empatia con l’altro. Secondo la terapeuta Charlotte Pasquier, “affinché una relazione di coppia funzioni, c’è bisogno di due persone che camminano nella stessa direzione, ma non è necessario che la pensino allo stesso modo né che vogliano le stesse cose. Basta che siano consapevoli dei desideri dell’altro”.

Come dicevamo, secondo questo studio, il segreto per un amore duraturo è l’empatia con l’altro, ovvero il fatto che esista un’identificazione mentale e affettiva con lo stato d’animo dell’altra persona. Amore eterno vuol dire capire senza giudicare.

“Se cadi ti rialzo, oppure mi sdraio accanto a te”

(Julio Cortazar)

Un gruppo di neurochimici dell’Università di Stony brook, New York, ha trovato le prove che l’amore eterno è possibile. Gli esperti hanno esaminato le reazioni cerebrali di un gruppo di volontari che aveva appena messo fine ad una relazione amorosa.

Ne è emerso che, quando vediamo la foto della persona di cui siamo innamorati, l’area tegmentale ventrale del mesencefalo reagisce. Questa zona del cervello si occupa di processare la dopamina, un neurotrasmettitore responsabile di motivare i desideri.

amore eterno 3

Se agli stessi soggetti veniva presentata la foto di un’altra persona, anche se rassomigliante al proprio amato o raffigurante un vecchio amico con cui non c’era mai stata nessuna relazione d’amore, nel cervello non apparivano cambiamenti. Dopodiché, per circa 20 anni, vennero analizzate persone sposate (10 donne e 7 uomini), le quali affermavano di nutrire ancora sentimenti d’amore per il loro partner.

Le reazioni del loro cervello vennero misurate allo stesso modo e vennero annotate con una scala da 1 a 7 punti, al fine di stabilire l’intensità dell’amore provato dai volontari. Ebbene, l’intensità minima registrata di questo gruppo di volontari era di 5 punti.

Le reazioni di questo gruppo sono state registrate nella stessa zona del cervello del gruppo dei “neo-innamorati”, ovvero l’area tegmentale ventrale e il corpo striato. Tuttavia, c’erano anche delle differenze: nei volontari del primo gruppo, le aree cerebrali attivatesi, oltre a quelle già nominate, erano anche quelle corrispondenti alle ossessioni e alla tensione nervosa; nel secondo gruppo, invece, si erano attivate le aree relative all’amicizia e alla maternità.

Cosa fa durare l’amore?

È chiaro che non esiste una formula magica affinché l’amore duri, ma se vogliamo che la nostra storia d’amore sia lunga, dovremo fare uno sforzo considerevole ogni giorno. A seguire, vi diamo qualche suggerimento per instaurare una relazione solida e duratura.

L’affinità

Le coppie più durature sono quelle che condividono diversi valori, principi e passioni. Non è necessario che siate uguali al vostro partner, ma di certo ci devono essere elementi comuni da condividere e con cui divertirsi insieme. È consigliabile che, nella vita di coppia, ci sia una parte dedicata all’intimità e una alla comunità con il nostro compagno.

“Perché senza cercarti ti trovo in ogni luogo, soprattutto quando chiudo gli occhi”

(Julio Cortazar)

Il senso dell’umorismo

È molto importante vedere le situazioni con un pizzico di humor e sdrammatizzare. Con il senso dell’umorismo, i conflitti di coppia possono essere affrontati in modo più rilassato, sempre che si rispetti l’altro.

amore eterno 4

L’ammirazione reciproca

L’ammirazione, la capacità di imparare cose dall’altro e il fatto che questi due elementi siano reciproci sono tra gli elementi che più uniscono i due partner. È molto positivo esprimere tale apprezzamento in vari modi per dar a vedere al nostro compagno che lo ammiriamo, e viceversa.

Le manifestazioni d’affetto

Non date per scontato che il vostro partner sappia che lo amate: dimostrateglielo ogni giorno, anche attraverso piccoli dettagli, come, ad esempio, preparandogli il caffè a colazione, regalandogli dei fiori, scrivendogli dei biglietti affettuosi. In altre parole, dovete prendervi cura della vostra relazione e dell’amore che provate nei confronti del vostro compagno.