Film con una trama coinvolgente

Queste storie stimolano curiosità ed empatia, ma fanno anche rizzare i peli. Vi invitiamo a scoprire alcuni titoli interessanti.
Film con una trama coinvolgente

Ultimo aggiornamento: 28 gennaio, 2022

Ogni tanto abbiamo bisogno di film con una trama coinvolgente. Storie che suscitano curiosità, empatia o ci fanno rizzare i peli e non ci lasciano indifferenti.

Possono una storia sulla maternità o un film d’amore sorprenderci? La risposta dipenderà dal modo in cui è tessuta la trama e nella costruzione dei personaggi. Nelle righe che seguono proponiamo alcune pellicole che non presentano un tema insolito, ma sono capaci di tenerci incollati allo schermo.

5 film con una trama coinvolgente

1. Loveless, di Andrey Zvyagintsev

Il film parla di una coppia russa che sta attraversando un divorzio ostile, in cui la mancanza di rispetto e l’aggressività sono costanti. La prima scena ci dà già un’idea del punto critico che è stato raggiunto.

La coppia vuole vendere quello che è stato il loro appartamento e iniziare una nuova vita con i rispettivi partner. Il loro disprezzo reciproco è all’altezza del titolo del film.

Il tutto non sarebbe così drammatico se non fosse che entrambi mostrano totale disinteresse per il figlio dodicenne del quale vorranno “sbarazzarsi” considerandolo un peso per iniziare una nuova vita.

Vediamo il bambino piangere inconsolabilmente dopo la brutale lite dei genitori, e qualcosa si rompe dentro di noi. Ci fa pensare all’estrema vulnerabilità dell’infanzia e al fatto che ci sono momenti che possono spezzare un essere umano per tutta la vita. Dopo diversi giorni in cui i genitori conducono la loro vita con i rispettivi partner, il ragazzo scompare.

Inizia una ricerca in cui il regista Zvyagintsev stabilisce un parallelo tra la miseria morale dell’ambiente del ragazzo e quella del suo paese. Un’audacia che lo ha messo nel mirino delle autorità russe e dell’ambiente di Vladimir Putin per la “cattiva propaganda”.

2. Love you to Death, di Anthony Jaswinski

Basato su una storia vera che ha sconvolto la società americana. Il suo adattamento sullo schermo è stato realizzato anche dalla magnifica serie The Act disponibile su Amazon Prime.

Il film Netflix ispirato alla stessa storia che consigliamo in questo articolo è una buona opzione per scoprire cosa è successo. Se parliamo di film con una trama coinvolgente, questo lo è ancora di più in quanto ispirato a un caso reale.

Love you to Death si basa sulla storia straziante di Gypsy Rose e Dee Dee Blanchard. Gypsy Rose è una ragazza costretta a fingere di essere malata sotto il regime draconiano imposto dalla madre. La madre soffre della sindrome di Munchausen per procura.

Abuso attraverso l’invenzione di malattie

In questo disturbo psicologico, il caregiver principale del bambino, spesso la madre, simula i sintomi della malattia o induce quelli reali. Il film racconta la storia di gravi abusi fisici e psicologici.

L’attrice premio Oscar Marcia Gay Harden interpreta Camille, la madre apparentemente perfetta che si prende molta cura della figlia malata, Esme, interpretata da Emily Skeggs.

Durante il primo quarto d’ora, la storia è raccontata dal punto di vista di Camille, proiettando l’immagine della madre perfetta. Tuttavia, quando il punto di vista cambia e la storia viene raccontata da Esme, lo spettatore scopre una rete di bugie, inganni, manipolazioni e abusi.

Camille costringe Esme a fingere di essere malata per ottenere una borsa di studio. Esme inizia una relazione con un ragazzo, che accetta di aiutarla a fuggire. Insieme, uccidono Camille a sangue freddo e fuggono dalla città.

La polizia trova Camille che giace in una pozza di sangue e presto arresta Esme, che racconta una storia di profonda tortura psicologica.

3. Help, di Marc Munden

Se si cerca un film con una trama coinvolgente, troviamo questo che esplora la situazione sociale attuale e i suoi effetti ancora sconosciuti sul lavoro e sulla salute mentale.

Gli operatori sanitari, eroi improvvisi, ma utenti veloci, sono stati costretti a vivere situazioni stressanti che hanno messo al limite le loro capacità fisiche e psicologiche. Dopo la grande pandemia, restrizioni, attentati, morti di colleghi e negligenza delle amministrazioni. E non sappiamo ancora quale effetto avrà sulla loro salute e sulla nostra, che dipende dalla loro.

Questo film osa affrontare un argomento così recente e doloroso da dare vita a un prodotto audiovisivo essenziale, soprattutto per alcuni gruppi.

La storia inizia con un’intervista della protagonista Sarah, la star Jodie Comer (Killing Eve). Sarah è una donna determinata e intelligente, ma non si è mai adattata, né nell’istruzione né nel lavoro.

La sua famiglia le dice che non andrà mai da nessuna parte, ma inaspettatamente scopre la sua vocazione presso la Bright Sky Homes, una piccola casa di cura.

Sarah ha un talento speciale nel connettersi con gli ospiti della struttura, uno in particolare Tony (Stephen Graham), 47 anni, che soffre di Alzheimer precoce. La sua malattia gli provoca periodi di confusione e scatti di ira violenti che gli altri membri dello staff non riescono a gestire, ma con Sarah inizia a costruire un vero legame.

Il successo di Sarah nella gestione di Tony e degli altri pazienti ispira loro fiducia. Dopo questo periodo di adattamento arriva il mese di marzo 2020. Improvvisamente, tutto ciò che Sarah ha ottenuto viene messo in dubbio con l’arrivo della pandemia.

Lei e i suoi colleghi combattono instancabilmente con le unghie e con i denti, mal equipaggiati, mal preparati e apparentemente indifesi dai poteri costituiti.

Una determinata Sarah fa di tutto per proteggere le persone di cui si prende cura, le cui condizioni rendono la sua sofferenza e il suo isolamento ancora più traumatici. Tuttavia, l’impegno incrollabile, la compassione e gli sforzi eroici del personale non possono fare molto e Sarah cerca disperatamente uno sfogo per uno dei detenuti.

4. Film con una trama coinvolgente: Come pietra paziente, di Atiq Rahimi

Jean-Claude Carrière, uno degli sceneggiatori più importanti della storia del cinema, ha co-scritto l’adattamento del romanzo Pietra di pazienza, vincitore del Premio Goncourt e scritto da Atiq Rahimi.

In una sceneggiatura feroce e vivida, l’attrice Golshifteh Farahani interpreta una donna sconvolta in una zona di guerra, che si prende cura del marito ferito, che è in uno stato vegetativo dopo essere stato colpito al collo.

Nella vita, quando godeva di tutti i suoi poteri, era un marito crudele e tirannico. Ora, sente che, nonostante l’enorme fardello di prendersi cura di lui, gode di una sorta di libertà di dire la sua mente al marito mezzo vivo e mezzo cadavere.

La donna, giovane e con due figlie, alterna il tempo che trascorre in casa, evitando i guerriglieri che continuano a combattere per strada, al tempo che trascorre con la zia, donna liberata da ogni giogo religioso e patriarcale che resta al comando di ragazze.

Dopo molte ore da sola con il marito, inizia a raccontargli le sue confidenze, trattandolo come se fosse la sua pietra della pazienza. Secondo questa leggenda araba, una persona può essere liberata da tutti i suoi dolori se parla ad alta voce con una pietra. Ora suo marito interpreta il ruolo di quella pietra.

Attraverso la sua storia scopriamo la vita di una donna musulmana, le sue passioni, le sue frustrazioni, i suoi desideri e, soprattutto, la sua lotta contro l’oppressione maschile. Un film sensuale e suggestivo che invita a sognare in un ambiente devastato.

5. Film con una trama coinvolgente: Il club, di Pablo Larraín

In questo film dalla trama coinvolgente, la pedofilia è uno dei temi che tocca di più la sensibilità dello spettatore. Il Club affronta questo argomento da una prospettiva unica, raccontando la storia di un club di pedofili nascosto in una città costiera del Cile.

Il regista cileno, Pablo Larraín, ha realizzato film complessi e inquietanti su un paese che emerge dalla negazione della dittatura di Pinochet. La verità è che molti cileni nutrano ancora risentimento e paura e i suoi film mostrano questo dolore.

La pellicola torna sull’idea di senso di colpa e di negazione, che sembrano risalire alla politica e alla storia del Paese. C’è un’intensità claustrofobica nel dramma, condito con l’incubo.

Una violenza nella stessa storia cinematografica

Gli abusi sui minori potrebbero essere una metafora della tirannia politica. Ancora più strano, i preti e la loro figura di suora in prigione hanno preso un hobby: stanno addestrando un levriero e lo preparano per le redditizie razze locali.

È come se tutta la loro sensualità repressa, il peccato e l’odio per se stessi fossero stati incanalati in questo nuovo vizio delle corse di cani.

Marcelo Alonso interpreta padre García, l’investigatore speciale della chiesa, per scoprire cosa sta succedendo. Tuttavia, i sacerdoti si rivelano bravi a evitarlo, e più tempo passi lì, maggiore è l’argomento non detto per temperare la giustizia con la misericordia.

Viene quindi scelto un nuovo martire come Gesù Cristo per fare penitenza, così che Il Club venga dimenticato dalle istituzioni, come accadde con la dittatura di Pinochet.

Potrebbe interessarti ...
Film per aumentare il QI
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Film per aumentare il QI

Guardare film è un ottimo esercizio per aumentare la propria intelligenza. In questo articolo presentiamo alcuni film per aumentare il QI.



  • Pons Salvador, Gemma, & Barrio, Victoria del (1995). El efecto del divorcio sobre la ansiedad de los hijos. Psicothema, 7 (3), 489-497. [Fecha de Consulta 2 de Diciembre de 2021]. ISSN: 0214-9915. Disponible en: https://www.redalyc.org/articulo.oa?id=72707302.