Frasi di Ezra Pound sulla vita e la politica

16 luglio, 2020
Le frasi di Ezra Pound rivelano una vitalità sorprendente. Il poeta, seppur aspramente criticato per le sue forti posizioni politiche, fu un lucido intellettuale dotato di una sensibilità straordinaria.

Le frasi di Ezra Pound hanno un fascino unico. Seppur in vita si rese protagonista di episodi di indubbia controversia, come il suo sostegno a Benito Mussolini, ciò non toglie valore alla sua impeccabile opera letteraria.

Lo scopo ultimo del grande poeta statunitense fu creare un connubio tra poesia classica e modernismo. Ciò si vede riflesso nel suo particolare stile, così come nelle tematiche affrontate. Nelle frasi di Ezra Pound troviamo riferimenti che vanno dalla sfera mitologica, alla sfera politica o economica.

“Le guerre si fanno per creare debiti.”

-Ezra Pound-

Oltre che poeta, fu anche musicista, saggista e persino traduttore, sebbene non ebbe grande fortuna con questa professione. Si dichiarò nemico del romanticismo e dedicò gran parte della sua vita alla sua opera principale: I Cantos.

7 sorprendenti frasi di Ezra Pound

1. L’arte di governare

Ezra Pound mostra la sua arguta capacità nel comprendere i fenomeni del potere: “Governare è l’arte di creare problemi la cui soluzione mantiene la popolazione nell’inquietudine”.

Indipendentemente dalle sue personali posizioni politiche, questa frase è magistrale. Mostra l’essenza propria di tutti i governi, applicabile a qualsiasi contesto storico. Molte volte l’obiettivo dei potenti non è risolvere le difficoltà, al contrario, crearle. Ciò è garanzia di maggior controllo.

Politico che tiene un discorso

2. Una delle frasi di Ezra Pound sulla libertà

Una citazione di Ezra Pound talmente schiacciante da lasciare senza parole: “Schiavo è colui che aspetta qualcuno che venga a liberarlo”. Un’interessantissima prospettiva nei riguardi della libertà.

Con questa frase mette d’accordo praticamente tutte le correnti psicologiche secondo le quali i soggetti sono chiamati a capire il bisogno di prendere le redini del loro destino per diventare responsabili della propria vita. Libertà che nasce dalla responsabilità.

3. La guerra moderna

Non si tratta affatto di una frase pacifista. Non si schiera contro la guerra, bensì invoca una precisazione molto suggestiva al riguardo. “Il vero guaio della guerra moderna è che non dà a nessuno l’opportunità di uccidere la gente giusta”. 

Al di là della violenza di tale affermazione, è interessante la denuncia implicita espressa dal poeta. Le guerre non sono combattute da chi le provoca, anzi, chi è al potere spesso ne rimane colpito appena. Le guerre finiscono per nuocere le vittime innocenti di entrambi i bandi.

4. Le persone attorno ai ricchi

Con questa frase, Ezra Pound lancia una dura critica verso alcuni aspetti della realtà sociale: “Vieni, amica, e ricorda che i ricchi han maggiordomi e non amici”. 

Si tratta di una frase lapidaria con la quale lascia a intendere che il denaro non è necessariamente fonte di felicità. Al tempo stesso, la ricchezza di per sé promuove il servilismo e l’ipocrisia intorno a sé. Per questo si dice, in via colloquiale, che soltanto i poveri hanno veri amici.

5. Ciò di cui avere paura

Questa bellissima frase somiglia più a un verso poetico. Ezra Pound recita così: “Tu dovresti di più diffidare del tempo che non dei miei occhi”. È una metafora profonda e meravigliosa circa il mondo delle cattive azioni.

Quando si ferisce un’altra persona o si incorre in un atteggiamento distruttivo o dannoso, il colpevole può pensare di averla fatta franca perché nessuno lo ha visto. La verità però è che con il tempo viene tutto a galla, e prima o poi le conseguenze negative delle proprie azioni dovranno essere affrontate.

6. La gratitudine

Tra le frasi di Ezra Pound ricordiamo anche: “E se il vecchio freddo strangola la tua attività, mostrati grato quando passa la notte”. Una forma delicata e ingegnosa per esprimere un concetto legato alle situazioni negative.

A volte, ciò che consideriamo un’avversità si rivela una situazione che ci obbliga a uscire dalla nostra zona di comfort e costruire qualcosa di nuovo. Molti dei nostri più grandi traguardi, di fatto, hanno inizio proprio quando succede qualcosa che ci costringe a rinascere.

Ragazza con mani giunte

7. Frasi di Ezra Pound: ciò che è sacro

Questa frase fa riferimento all’essenza di ciò che è sacro, attraverso una prospettiva diretta e profonda. “Il tempio è sacro perché non è in vendita”.Si tratta di un’affermazione applicabile non soltanto all’ambito strettamente religioso, ma a tutto ciò che è trascendente.

Ezra Pound intende spiegare che il valore di ciò che è sacro risiede nel fatto che non lo si può barattare. Non si compra né si vende. Non può essere oggetto di nessuna transazione, perché il sacro di per sé non ha prezzo.

Probabilmente Ezra Pound non era del tutto consapevole delle implicazioni delle sue posizioni politiche: fu accusato di tradimento e bandito da molti circoli intellettuali. A ogni modo, come vediamo, le sue affermazioni sono così lucide e universali che difficilmente possono essere attribuite a un’ideologia unica.

  • Pound, E. (1978). El arte de la poesía. Joaquín Mortiz.