Frasi gaslighting che ci fanno dubitare di sé

"È frutto della tua immaginazione", "Sei fuori di te"... La persona che usa il gaslighting è un violentatore psicologico che non sempre siamo in grado di riconoscere.
Frasi gaslighting che ci fanno dubitare di sé
Valeria Sabater

Scritto e verificato da la psicologa Valeria Sabater in 15 novembre, 2021.

Ultimo aggiornamento: 15 novembre, 2021

Le frasi gaslighting che ci fanno dubitare di noi stessi e non sono contenute nei libri di psicologia sulla famiglia o sui rapporti di coppia.

Nessuno ci ha avvertito che le persone sono in grado di manipolare gli altri, che ad alcuni piace far dubitare gli altri dei propri sentimenti, comportamenti e pensieri. Tuttavia, questa è una forma molto frequente e altamente pericolosa di abuso psicologico.

È paradossale usare degli anglicismi per definire determinati comportamenti, tuttavia lasciateci dire che in questo caso la scelta del termine è appropriata. Angoscia (Gaslight, 1944) è il film in cui un Charles Boyer machiavellico fa credere alla moglie, Ingrid Bergman, di essere impazzita.

Quell’angoscia, il dubbio perenne del personaggio femminile che si interroga quasi sull’orlo della follia, ci mostrato fino a che punto può arrivare l’abuso psicologico. 73 anni dopo, la dottoressa Stephanie Sarkis ha pubblicato un articolo in cui ci parla dei segni del gaslighting, una pratica che appare in quasi tutti i legami umani.

Molte persone vi ricorrono nei confronti del partner, anche tra colleghi di lavoro e ovviamente anche tra genitori e figli. Riconoscere i meccanismi di questo abuso, e dunque tenere conto del particolare stile comunicativo che lo contraddistingue, è fondamentale.

Uomo perplesso.


9 frasi gaslighting che ci fanno dubitare di noi stessi

Una ricerca condotta dall’Università di Harvard ricorda che il gaslighting è una forma di abuso di potere. È praticato da quelle figure che cercano di sottomettere gli altri. A tale scopo, progettano, applicano ed evocano una violenza volta a minare l’identità dell’altro, sottometterlo emotivamente e nutrirlo di insicurezze.

Quasi sempre avviene all’interno delle relazioni, ma è alquanto comune anche negli ambienti di lavoro. Molti colleghi possono utilizzare frasi gaslighting per tenerci sotto controllo o addirittura ridurre al minimo le nostre prestazioni e quindi sbarazzarsi di un concorrente.

Si tratta senza dubbio di situazioni molto complesse e stressanti. Pertanto, risulta utile conoscere le espressioni solitamente usate da un gaslighter. Le presentiamo a seguire.

1. “So cosa stai pensando, ti si legge in faccia”

Il manipolatore psicologico e l’architetto del gaslighting è un presunto esperto psicologo, o un mago! In altre parole, ci farà credere che può indovinare quello che pensiamo, che siamo solo un libro aperto e che la nostra espressione ci tradisce.

Inoltre, il semplice fatto che ci dica di “sapere quello che pensiamo” è un tentativo di dominio. Perché in effetti quello che abbiamo in mente non ha importanza.

La nostra realtà interna non ha importanza, importa solo quello che l’altro crede, non importa quanto assurdo possa sembrare.

2. “Il problema è che sei troppo sensibile”

Tra le frasi gaslighting per mettere in discussione la realtà altrui, non può mancare tale affermazione. Con essa, il manipolatore cerca di ridurre al minimo i bisogni degli altri facendo credere che si è esagerati o drama queen/king.

3. Frasi gaslighting: “Tutto quello che mi succede è per colpa tua”

Dare la colpa agli altri è una risorsa tanto sofisticata quanto tipica di ogni manipolatore. Tuttavia, per quanto banale possa sembrare, fa sempre male.

Usando il senso di colpa, l’autostima viene boicottata e l’altra persona si sente sempre più insicura di sé e del proprio comportamento.

4. “Ne abbiamo già parlato, non ricordi?”

Negare le cose è un’altra risorsa dell’esperto di gaslighting. Dirci, ad esempio, che abbiamo già avuto la stessa conversazione in passato, che abbiamo raggiunto certi accordi o ancor di più che abbiamo detto qualcosa in particolare (quando non è vero) sono strategie dannose molto comuni in questi casi.

5. “Mi stai travolgendo con le tue ossessioni!”

Tra le frasi di un violentatore psicologico ci sono: sei pazzo/a, mi assilli con le tue sciocchezze insensate, sei nevrotico/a”.

Con queste parole, riesce non solo a far dubitare l’altra persona, ma le fa anche credere che il suo comportamento o modo di essere sia sbagliato e dannoso per l’altro.

6. Frasi gaslighting: “Sei stressato, non pensi chiaramente”

Un altro obiettivo del gaslighter è abbattere le nostre certezze mentali. Ci farà credere che non stiamo bene, che ci preoccupiamo per nulla, che agiamo senza controllo, che tutto ciò che diciamo e facciamo non ha senso.

Se chiedete rispetto o se chiedete qualcosa di cui avete davvero bisogno, vi dirà che siete stressati, che non pensate chiaramente.

Coppia che discute con frasi gaslighting.


7. Frasi gaslighting: “Devi imparare a comunicare meglio”

Le frasi gaslighting per mettere in dubbio la realtà dell’altro sono un tipo di manipolazione che mina qualsiasi area personale.

Farci dubitare delle nostre abilità sociali, dei nostri punti di forza e persino delle nostre conoscenze è la tattica del gaslighter.

Vi diranno che non sapete esprimervi, che non riuscite a farvi capire e che è sempre più difficile parlare con voi.

8. “Non puoi tollerare uno scherzo?”

Le battute del manipolatore psicologico, lungi dall’essere divertenti, provocano ferite profonde. Faranno uso di un’ironia che punge, di un sarcasmo che ferisce e di quei commenti che, lungi dal provocare sorrisi, mettono in pericolo l’autostima.

9. “Sei l’unica persona con cui ho questi problemi”

“È chiaro che c’è qualcosa che non va, perché quello che mi succede con te non mi succede con nessuno”. Se qualcuno ci mette di fronte a questi ragionamenti, è chiaro che siamo vittima di un gaslighting.

Lo scopo è abbattere tutte le nostre certezze e farci credere che abbiamo un problema di cui non siamo consapevoli.

Conclusioni

Questo abuso psicologico ricorre a molte tecniche dialettiche. Alcuni gaslighter sono così sibillini che è molto difficile riconoscerli, soprattutto la prima volta.

Tuttavia, per notare questo comportamento, è sufficiente prestare attenzione a come alcune persone ci fanno sentire.

Se riescono a farci dubitare di noi stessi, di ciò che siamo e di quanto valiamo, è meglio prendere le distanze da loro prima possibile.

Potrebbe interessarti ...
Manipolazione: l’arte di usare le debolezze altrui
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Manipolazione: l’arte di usare le debolezze altrui

Gli esseri umani sono influenzabili per natura. Come riconoscere la manipolazione? Come capiamo se qualcuno ci sta usando?



  • Sweet PL. The Sociology of Gaslighting. American Sociological Review. 2019;84(5):851-875. doi:10.1177/0003122419874843