Genitori che abbandonano i figli: perché?

26 settembre, 2020
Cosa spinge un genitore ad abbandonare il proprio figlio? Sappiamo bene che questo gesto lascia profonde ferite nel bambino, ma è giusto capire cosa si cela dietro questa difficile scelta.

Ci sono genitori che abbandonano i figli, padri e madri che a un certo punto vengono meno alle loro responsabilità e decidono di andare via. I casi di abbandono infantile sono tanti, diversi e unici così come lo sono le persone coinvolte. Un’esperienza simile rappresenta un trauma per il bambino, ma è anche vero che alcune situazioni possono avere delle ragioni alla base.

La povertà e le scarse risorse a disposizione sono spesso le motivazioni principali che spingono a prendere questa difficile scelta. In altri casi, si tratta di genitori molto giovani che decidono di dare i propri figli in adozione o di affidarli a membri della famiglia. In questi casi non possiamo parlare di abbandono vero e proprio, ma di certo la società tende a giudicarli come tali.

Siamo dinnanzi a una realtà dura e dalle mille sfaccettature in quanto a motivazioni, situazioni e realtà particolari. Non possiamo tuttavia sottovalutare la portata di queste esperienze nei più piccoli. Crescere senza un padre, raggiungere l’età adolescenziale senza la figura di una madre segna e lascia dei vuoti.

Genitori che abbandonano i figli e murale di Banksy.

Perché ci sono genitori che abbandonano i figli

Nella nostra quotidianità ci imbattiamo spesso in storie drammatiche e che non dovrebbero succedere mai. Nonostante i progressi della società, l’abbandono dei bambini è ancora una realtà.

Ancora oggi ci sono neonati che vengono trovati nei luoghi più assurdi spesso in seguito a tristi realtà di madri che hanno toccato il fondo, lì dove i servizi sociali non sono riusciti ad arrivare.

L’abbandono di un figlio non è mai una decisione temporanea, non è una scelta che viene presa da un momento all’altro. In genere, quindi, è il risultato di una lunga meditazione e riflessione in seguito alla quale, per qualsivoglia motivo, si opta per la soluzione più tragica. Analizziamo le motivazioni più comuni.

Le difficoltà economiche dei genitori che abbandonano i figli

La povertà e l’emarginazione sociale sono le principali ragioni che spingono un genitore (o entrambi) ad abbandonare i propri figli. È fondamentale che la società individui e intervenga in queste situazioni estreme.

Abuso di droghe, alcolismo

L’abuso di droghe e l’emarginazione sociale di solito vanno di pari passo. Eppure, può anche verificarsi il caso di una coppia in cui uno dei genitori è diventato alcolista. Si dice che i figli di genitori alcolisti vivono due tipi di abbandono.

Il primo avviene tra le mura domestiche, quando la mancanza di cure, la mancanza di affetto o persino la violenza possono agire da prologo per quello che accadrà a breve. Seguirà, di fatto, l’abbandono definitivo da parte della famiglia.

Gravidanze indesiderate

Quando ci si chiede perché esistono genitori che abbandonano i figli è importante tenere conto delle gravidanze indesiderate. In questo contesto potrebbero presentarsi le situazioni più disparate. I casi di violenza sono un esempio, così come le gravidanze portate avanti da minori. Si tratta di situazioni estreme, nelle quali molte giovani si sentono sole e non sanno come agire.

D’altra parte, potrebbero presentarsi altre situazioni, come coppie che scoprono di aspettare un figlio. Mentre uno dei due genitori accetta con entusiasmo questa notizia, l’altro non la vive allo stesso modo. Prima o poi potrebbe optare per l’abbandono definitivo di casa.

Fuggire dai legami: genitori immaturi

Esistono padri immaturi e madri prive di istinto materno, genitori che, a un certo punto, decidono di abbandonare i propri figli. Non tutti sono pronti ad assumersi una tale responsabilità e per quanto si cerchi volontariamente un figlio, la realtà dimostra che ne vengono travolti.

In linea di massima, l’abbandono è più comune entro il primo anno di vita, ma il padre o la madre immaturi possono prendere tale decisione in qualunque momento. Poco importa che i figli abbiano tre, cinque o dieci anni, la decisione è già stata ponderata e si sceglie di fuggire da qualunque legame.

Ragazza sul molo con i piedi penzolanti.

Problemi con il partner: l’abbandono come soluzione per ricominciare

Tra i vari motivi per cui alcuni genitori abbandonano i figli, bisogna scavare più a fondo nei problemi di coppia. I disaccordi, le separazioni, i divorzi complicati, le difficoltà riscontrate nei tentativi di accordo sul mantenimento dei figli o sulla custodia portano molti genitori alla soluzione più estrema: l’abbandono definitivo.

Queste realtà sono particolarmente difficili per i bambini, che non assistono solo all’allontanamento, ai litigi e alle tensioni tra i genitori. In alcuni casi, possono persino sentirsi in colpa per la fuga di uno dei genitori.

D’altra parte, è comune che il genitore andato via ricominci una nuova vita con un’altra persona, con cui forma una nuova famiglia. In questi casi non è detto che si verifichi un nuovo abbandono. È drammatico, nonché quasi incomprensibile, che si scelga di non fare più parte della vita dei figli a causa dei dissapori con il partner.

Per concludere, i motivi per cui una persona abbandona il figlio sono, in molti casi, complessi quanto riprovevoli. Chiaramente ci sono situazioni comprensibili, altre invece sono da condannare. A ogni modo, è necessario fare il possibile per evitare che si verifichino.

L’assenza di un genitore lascia un vuoto incolmabile nella vita di un bambino. Si tratta, inoltre, di una ferita che non si chiude in età adulta. Teniamolo a mente.