Gli animali fanno bene alla salute

Molte ricerche hanno analizzato il modo in cui gli animali domestici influiscono sulla salute. Chiunque ne ha uno sa bene che portano gioia. Scoprite le scoperte più rilevanti in questo articolo.
Gli animali fanno bene alla salute

Ultimo aggiornamento: 02 febbraio, 2022

È più che dimostrato che accudire un animale fa bene a molti livelli. Diversi studi scientifici indicano che gli animali domestici fanno bene alla salute: migliorano la nostra vita e il nostro benessere psicologico.

Gli animali diventano membri della famiglia e la loro perdita provoca un lutto alla pari della perdita di una persona cara. Tenendo conto di questa stretta relazione, ci si aspetta che la loro presenza nella vita di tutti i giorni abbia importanti benefici sulla salute mentale.

Questo articolo passa in rassegna gli studi più importanti che hanno approfondito la relazione tra l’uomo e gli altri animali. Vi invitiamo a riconoscere alcuni dei preziosi benefici.

Gli animali domestici fanno bene alla salute, secondo la scienza

Se siete abbastanza fortunati da condividere la vita e la casa con un animale domestico, sentite certamente un senso di responsabilità nei confronti del suo benessere.

Lungi dall’essere un peso, questo viene spesso vissuto con la soddisfazione di dare tutto per vederlo felice e in salute. Vediamo a seguire ulteriori dati scientifici in merito.

Riduce la sensazione di solitudine

Da tempo diversi studi indicano la relazione tra la cura di un animale e la riduzione del senso di solitudine. Ciò si deve alla compagnia dell’animale e all’aumento della socializzazione.

Vivere con un cane, ad esempio, significa interazioni sociali quotidiane, spesso positive; poiché ha bisogno di camminare e socializzare con altri cani, si esce spesso da casa e si stabilisce un contatto sociale con altri umani. Ciò ha un effetto terapeutico sulle persone che provano solitudine e tristezza.

Uomo che accarezza un cane.

Offre supporto in caso di malattia mentale

Le persone che soffrono di malattie mentali, soprattutto nei casi cronici, si trovano nella situazione di dover vivere controllando i sintomi.

In determinati contesti – mancanza di risorse, assenza di reti di supporto, ecc. – è un onere insopportabile che, secondo uno studio del 2016, è alleviato dalla presenza di animali da compagnia.

Gli animali, afferma lo studio, sono un prezioso aiuto per controllare i sentimenti poiché aiutano a distrarsi dai sintomi e dalle esperienze disturbanti. Rappresentano anche uno stimolo per l’attività fisica. Gli animali domestici erano più rilevanti quando le relazioni con gli altri membri della rete erano limitate o difficili.

Gli animali fanno bene alla salute perché calmano i sintomi di ansia e depressione

Sebbene la compagnia di un animale non possa sostituire un trattamento terapeutico o farmacologico, costituisce un fattore di miglioramento della qualità della vita.

Trascorrere del tempo con un animale domestico riduce i sentimenti di tristezza e ansia, nonché l’insicurezza, poiché dà un senso di appartenenza e utilità.

Gli animali domestici fanno bene alla salute degli anziani

Prendersi cura di un animale è spesso positivo per gli anziani, poiché offrono loro compagnia. E non solo, come mostra uno studio del 2019, ma alleviano i sentimenti di inutilità e insensatezza nella vita. Riducono anche la solitudine e aiutano a socializzare.

Questo studio indica anche che gli animali domestici favoriscono la resilienza in determinate condizioni mentali acute nella persona anziana.

Gli animali fanno bene alla salute.

Gli animali proteggono contro le malattie coronariche

I benefici fisici di avere un animale domestico influiscono direttamente sulle probabilità di malattie cardiovascolari. L’aumento di attività fisica, soprattutto nel caso del cane, e i benefici psicologici che sono stati elencati sono un fattore protettivo contro questi disturbi.

La compagnia degli animali contribuisce anche alla guarigione dopo un evento coronarico.

Conclusioni: titolarità responsabile

Tutti questi benefici significano che gli animali dovrebbero essere “prescritti” per le persone a rischio di malattia o come terapia? Le opinioni sono disparate: mentre alcuni sono a favore della terapia assistita da animali, altri sostengono che non si tratta di strumenti da sfruttare a nostro vantaggio.

Tuttavia, il modo in cui gli animali domestici influiscono sulla salute mentale delle persone dipende dal comportamento premuroso.

In altre parole, non si tratta solo di godere della loro compagnia, ma piuttosto noi esseri umani diamo un senso vitale al fatto di prenderci cura del loro benessere.

Ecco perché, nel caso in cui si decida di includere un animale nella vita di qualcuno per aiutarlo a superare o affrontare una malattia, deve anche essere garantito che quell’animale avrà una buona vita.

Ricordate di adottare invece di acquistare, perché gli esseri umani non sono gli unici ad aver bisogno di supporto psicologico e seconde opportunità.

Potrebbe interessarti ...
Amore per gli animali: da cosa dipende?
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Amore per gli animali: da cosa dipende?

L'amore per gli animali ci arricchisce e offre numerosi benefici a livello psicologico, assicurandoci benessere e soddisfazione.



  • Gómez, L. F., Atehortua, C. G., & Orozco, S. C. (2007). La influencia de las mascotas en la vida humana. Revista Colombiana de Ciencias Pecuarias20(3), 377-386.
  • Brooks, H., Rushton, K., Walker, S., Lovell, K., & Rogers, A. (2016). Ontological security and connectivity provided by pets: a study in the self-management of the everyday lives of people diagnosed with a long-term mental health condition. BMC psychiatry16(1), 1-12.
  • Hui Gan, G. Z., Hill, A. M., Yeung, P., Keesing, S., & Netto, J. A. (2020). Pet ownership and its influence on mental health in older adults. Aging & mental health24(10), 1605-1612.
  • Piqueras, C. (2013). Terapia cognitiva y terapia asistida con animales en el tratamiento de la depresión (Doctoral dissertation, Universidad de Belgrano. Facultad de Humanidades. Carrera de Psicologìa).
  • Patronek, G. J., & Glickman, L. T. (1993). Pet ownership protects against the risks and consequences of coronary heart disease. Medical Hypotheses40(4), 245-249.