Hatha yoga: caratteristiche e benefici

9 Maggio 2019
Se desiderate praticare uno yoga controllato, centrato sull'elasticità della muscolatura, lo hatha yoga fa per voi.

Oggigiorno si è diffusa la pratica di diverse scuola di yoga. In base agli obiettivi che desideriamo raggiungere con la pratica di questa disciplina, dovremmo decidere tra uno o l’altro. Se desiderate praticare uno yoga controllato, centrato sull’elasticità della muscolatura, lo hatha yoga fa per voi.

Lo hatha yoga si distingue dalle altre scuole, come lo raja yoga (yoga mentale) o il karma yoga (yoga più attivo), perché è incentrato sulla preparazione del corpo prima della meditazione. Il suo obiettivo nella nostra società è l’allungamento del corpo.

Si tratta dello yoga più conosciuto in occidente, e più praticato. Per questo motivo, a volte, viene svalutato.

Cos’è lo hatha yoga?

Lo hatha yoga viene praticato ormai in qualsiasi centro o palestra occidentale. Si è tramutato, infatti, in un insieme di allungamenti precedenti o successivi ad altri allenamenti.

Come tutti sappiamo, lo yoga è una pratica religiosa orientale, importata in occidente con lo scopo di essere impiegata come una ulteriore disciplina sportiva.

Lezione di hatha yoga

Include diversi passi o parti. La prima è la parte posturale, le āsana. Gli altri passi, maggiormente relazionati con il rilassamento e la meditazione, sono stati in diverse occasioni omessi dai maestri occidentali per creare uno yoga caratterizzato da posizioni dinamiche che non seguono uno schema fisso.

Le posizioni dello hatha yoga

Le diverse āsana dello hatha yoga spesso comportano una certa difficoltà posturale; riuscire a dominarle dipende dall’equilibrio e dalla flessibilità.

Tuttavia, questa tipologia di yoga non richiede una preparazione previa, e la pratica non è limitata dall’età, dal sesso o dalle condizioni fisiche. Per questo si tratta di una disciplina molto popolare.

Tra le posizioni più comuni ci sono quelle relative alla meditazione, come la posizione del loto o la posizione del bambino. Ne esistono anche alcune più connesse ad aspetti fisici, come la posizione del serpente o dell’arco.

Posizione del loto

È una delle posizioni più rappresentative dello yoga in Occidente. Si pratica a gambe incrociate, con i piedi appoggiati sulle cosce (il destro sulla coscia sinistra e viceversa). Inizialmente è difficile, poiché richiede molta flessibilità nelle gambe, così come forza nella schiena, che deve mantenersi eretta.

Posizione del bambino

Questa posizione è molto più accessibile e serve anche per la meditazione. Si esegue piegando il busto in avanti, appoggiati sulle ginocchia, in modo che la colonna vertebrale sia incurvata e rilassata. Poi si piegano le braccia all’indietro e si appoggia la testa al pavimento.

Posizione del cobra

Un’altra delle posizioni più famose dello yoga è quella del cobra. Si esegue distendendosi a terra con il viso rivolto verso il basso. Poi, con l’aiuto delle mani, si solleva il busto fino ai fianchi, se possibile.

Non è una posizione facile e richiede molta forza in tutto il tronco (muscoli addominali centrali, laterali e lombari).

Posizione del cobra

Posizione dell’arco

Si parte da posizione supina e si afferrano le caviglie, in modo che ginocchia e spalle siano sollevate. Nemmeno questa è una posizione facile, ma aiuta a rafforzare i muscoli della schiena.

Per realizzare le varie posizioni in modo corretto, lo hatha yoga prevede una fase di riscaldamento, con posizioni come quella del saluto al sole. Poi, la pratica delle āsana, e infine la meditazione.

I benefici dello hatha yoga

Questo tipo di yoga offre diversi benefici, motivo per cui è così diffuso nella nostra società.

  • Non necessita di una preparazione previa, pertanto è accessibile a ogni età, sesso e costituzione.
  • Risulta un buon modo per incrementare o preservare l’elasticità, poiché la pratica delle  āsana è lenta e controllata.
  • Apporta forza e tonificazione muscolare, poiché in molte posizioni si utilizzano muscoli che non si è soliti allenare.
  • Quando si raggiunge maggiore controllo, può aiutare ad aumentare la capacità polmonare, giacché gli esercizi di respirazione sono una parte importante di questa disciplina.

Lo hatha yoga è, quindi, un esercizio completo, che aiuta a allenare tutto il corpo, in modi diversi. Grazie a questa disciplina non solo ci si allena, ma si possono anche alleviare o contenere lesioni, ridurre lo stress e, inoltre, condividere piacevoli momenti.