Ho deciso che il resto della mia vita sarà migliore

26 febbraio 2016 in Psicologia 64 Condivisi

Oggi scelgo di essere felice, scelgo di darmi la priorità, di prendermi cura di me e volermi un po’ più di bene e che le stelle illuminino il sentiero della mia vita che ancora mi resta da percorrere, affinché tutto quello che giunga sia positivo. Scelgo di essere coraggioso e di saper donare felicità ai miei cari.

Non è mai troppo tardi per i buoni propositi, non è mai tardi per renderci conto che forse meritiamo di più e che siamo noi stessi i primi da convincere a prendere il timone della nostra vita e dare, perché no, più aria alle nostre vele in modo da raggiungere la felicità.

Il momento migliore della tua vita è sempre oggi, questa via d’uscita nella quale mantenere acceso il motore delle ambizioni, ravvivare le tue ceneri per accendere il più luminoso degli astri: quello che risplenderà sul tuo cammino.
Condividere

A volte, e senza rendersene conto, le persone rimandano la propria vita. Ci limitiamo ad “esistere”, ma non a “vivere”. Non stiamo parlando di non poterlo fare a causa di problemi economici, c’è chi conduce una vita autentica, piena e felice possedendo il minimo indispensabile.

Parliamo della vita in cui si è in armonia con se stessi e guidati dal cuore, facendo davvero quello che si ama e circondandosi di persone da cui si è contraccambiati in modo autentico.

Ci sono volte in cui restiamo bloccati in un’eterna sala d’attesa, attendendo di comprare il biglietto per quella vita reale ed autentica; questo succede perché siamo legati a cose, situazioni o persino persone che impediscono del tutto la nostra crescita personale.

Quando la vita non è vita ed è solo esistenza

donna con capelli sul viso

Lungo il nostro ciclo vitale, passiamo attraverso diverse fasi in cui la felicità non è sempre garantita. Sono istanti in cui la vita non è vita, è solo un trascorrere dei giorni in cui siamo diluiti, privi di intensità, in cui non ci sono ambizioni.

Qualsiasi entusiasmo perso è una verità affrontata; per questo motivo, oggi scelgo di assumere il mio passato e le mie verità, per permettere che sorga il mio presente con energie rinnovate, senza pesantezze, senza censure
Condividere

Chi si limita a lasciarsi trasportare dalla routine e dalle scelte che gli altri fanno per loro, perde ogni giorno la sua direzione. Di certo arriverà un momento in cui smetterà di conoscere se stesso, perché la sua identità si sarà sfilacciata in un mantello freddo che non riparerà più la sua autostima. In cui non resterà nulla.

  • A volte certe situazioni finiscono per condizionarci in modo tale da non farci più questionare le cose. “So che il mio lavoro non mi rende felice, che compromette i miei diritti, ma almeno ho un sostento economico. Lasciarlo è un rischio e, nonostante ci stia perdendo la salute, non posso farci nulla”.
  • Un altro motivo per cui restiamo bloccati e limitati nella nostra crescita personale è rappresentato dai rapporti affettivi che limitano le nostre aspirazioni, che vietano i nostri spazi, i nostri obiettivi, fino al punto che, talvolta, optiamo per lasciarci trasportare.

In realtà sono molti i motivi per cui la nostra vita, quella vita autentica che sogniamo per noi stessi viene rimandata. Magari siamo noi stessi a chiudere le porte a causa dell’indecisione, della paura di uscire dalla zona di comfort.

I nemici della nostra crescita vitale e della nostra felicità non sono sempre fuori. A volte i nostri stessi pensieri e i nostri attributi possono essere i più pericolosi.

lucciole

Oggi decido che inizierà il meglio della mia vita

La semplice decisione è già un grande passo. Decidere di desiderare di essere felici implica un atto di coraggio: circondarci di qualcosa con grande forza, un qualcosa che si chiamo entusiasmo e, a sua volta, progetto di vita.

C’è una cosa che non dovremmo mai dimenticare: la felicità non è un sentimento, la maggior parte delle volte la felicità è una decisione.
Condividere

A partire da oggi, smettiamo di vedere la vita secondo una la filosofia di “sfogliare un libro”. Adesso scrivete il libro della vostra vita di cui essere gli autentici protagonisti. A tale scopo, sono necessari i seguenti passaggi:

  • Oggi inizia il resto della vostra vita e sarà il migliore della vostra esistenza. Affinché questo accada, dovete capire che la vostra felicità in realtà dipende solo da una cosa: da voi stessi e dal vostro atteggiamento.
  • Ogni azione di determinazione richiede atti di coraggio. Dato che adesso siete gli artefici del vostro destino, è giunto il momento di capire cosa vi impedisce di essere voi stessi. Capite cosa vi rende infelici, tristi e cosa mina la vostra autostima.
  • Considerate che per essere felici, forse dovete fare più di una rinuncia.
  • Adesso che siete coscienti di quello che vi ferisce, mirate a quello che è importante per voi e a cui non rinuncerete mai: la famiglia, gli amici, le passioni, i sogni, etc.

ragazza che vive al massimo

Date forza a quello che amate e alimentate i vostri sogni: il meglio della vostra vita è adesso, perché siete in armonia con voi stessi, perché potete e lo meritate.
Condividere
Immagini per gentile concessione di Pascal Campion e Cindy Thornsen
Guarda anche