I meravigliosi nonni 3.0

· 21 dicembre 2016

Non c’è dubbio: i nonni sono persone meravigliose, essenziali ed insostituibili per i membri più piccoli della famiglia. Una famiglia che loro stessi hanno costruito, con molti sforzi e sacrifici. Sono il dito indice che segnala l’orizzonte, affinché i loro discendenti non si perdano nemmeno il più piccolo particolare della vita.

Per molte persone, diventare nonni è una fase importantissima del ciclo della vita, e i nipoti sono esseri fondamentali per la maggior parte di loro. Questa nuova relazione, infatti, potenzia il loro benessere fisico, psicologico e sociale. In un certo senso, l’incontro con questa nuova vita rappresenta una rinascita anche per loro.

I nonni offrono ai loro nipoti un’infinità di cose che hanno il potere di perdurare nel tempo: amore, valori, esperienze, segreti, amicizia, compagnia e ogni tipo di cura ed intrattenimento. È come se quei nipoti regalassero loro una piccola dose di immortalità, perché ciò che riescono a trasmettere ai più piccoli rimarrà nel mondo grazie a loro.

mano-nonno-neonato

I nonni moderni

Viviamo in un mondo in cui la figura dei nonni ha assunto un peso e un’importanza sempre maggiore nell’educazione e nella cura dei nuovi membri della famiglia. L’aumento della speranza di vita e l’evoluzione della società hanno fatto sì che la concezione moderna dei nonni sia molto diversa da quella tradizionale.

La società è cambiata, non c’è più un solo tipo di famiglia, ma molti. Ci troviamo spesso di fronte a nonni giovani, pieni di energie, che fanno sport, giocano al parco e amano andare a fare shopping o organizzare gite. Questi nuovi nonni sono pieni di vitalità e hanno molto da trasmettere ai nuovi venuti al mondo.

Sono veri e propri nonni 3.0 anche perché, naturalmente, le moderne tecnologie fanno parte del lungo elenco di cose che affascinano i loro nipoti. I bambini ammirano quei nonni con un cellulare di ultima generazione e televisori giganteschi davanti ai quali si addormentano dopo pranzo, sempre accoccolati tra le braccia dei nonni. Ci troviamo di fronte ad eroi che ormai si sono adattati a questo mondo moderno, e ai loro nipoti nati nella “generazione digitale”.

nonno-e-nipote

Una relazione di beneficio reciproco

Quel che è certo è che sia i nonni sia i nipoti traggono un grande beneficio dal tempo trascorso insieme. Il bambino è affascinato dalla figura dei nonni, ma anche i nonni non sono da meno quando possono godere della compagnia di quelle personcine che trasudano energia e voglia di scoprire il mondo da tutti i pori.

I membri più anziani della famiglia sono fondamentali nella cura dei più piccoli. Riescono a creare un legame affettivo molto stabile con loro, senza doversi assumere la responsabilità educativa che ricade sui genitori. Non devono stabilire delle regole, al massimo controllare, in alcuni casi, che quelle dettate dai genitori vengano rispettate. Per questo motivo, possono godersi il momento presente senza doversi sempre chiedere se le loro azioni siano coerenti nel processo di educazione del bambino.

Per i nipoti, d’altra parte, i nonni sono compagni di battaglie e di scoperte quotidiane. Ma, soprattutto, sono le persone dai poteri magici più strabilianti. Per esempio, preparano cibi deliziosi, li portano in posti nuovi, conoscono i versi di tutti gli animali (persino di quelli che non esistono), sanno curare graffi e sbucciature e per di più hanno sempre del cioccolato per le emergenze. Quello che li rende davvero speciali, però, è che hanno a disposizione tempo di qualità da condividere.

È un mistero come sappiano risolvere ogni problema, tagliare le unghie senza fare male e come a volte sappiano persino cucinare senza far alzare un filo di fumo dalla padella. Naturalmente sono anche in grado di spaventare qualsiasi mostro e vegliano sul sonno dei piccoli di casa, allontanando qualsiasi incubo… Davvero sorprendente!

nonni

L’amore vero e incondizionato dei nonni

Care nonne e cari nonni, siete meravigliosi. Vogliamo dirvi che vi vediamo mentre passeggiate con i vostri nipoti, vi prendete cura di loro, preparate da mangiare per tutta la famiglia e trovate anche il tempo di scattare una fotografia al piccolo di casa. La mandate alla mamma o al papà, così saranno tranquilli mentre finiscono la giornata lavorativa. Questo sì che è essere 3.0.

Se ci pensate, forse non c’è amore più puro e incondizionato di quello di questi eroi, perché sono immensamente felici. Lo sono perché hanno la certezza che ciò che hanno provato loro quando sono diventati genitori, adesso lo stanno provando i loro figli per quei piccoli avventurieri.

A voi, che non conosciamo (o forse sì), diciamo: continuate nel vostro straordinario compito di nonni, perché il segno che lascerete nei vostri nipoti sarà incancellabile. Ogni giornata che riempite di ricordi essenziali rimarrà nella loro memoria e in seguito diventerà un piccolo rifugio in cui ripararsi al calduccio quando fuori farà freddo. Perché niente è equiparabile al caldo abbraccio di un nonno.