Il colore nero in psicologia

In psicologia il colore nero è strettamente legato al mistero, alla notte e alla calma. Se pensiamo che sia associato solo a cose terrificanti, potrete verificare che non è così.
Il colore nero in psicologia

Ultimo aggiornamento: 26 luglio, 2022

I colori sono un’invenzione del cervello: non sono altro che una rappresentazione soggettiva delle lunghezze d’onda che l’occhio è capace di catturare. Nonostante il nome, il colore nero non è tale; si tratta, piuttosto, di assenza di luce.

La rappresentazione cognitiva dei colori, sebbene arbitraria, ha effetti sullo stato d’animo dell’individuo. Il nero, in particolare, è da sempre associato a sentimenti oscuri, poiché la paura del buio è primitiva e adattiva.

Sebbene il simbolismo del colore nero abbia una base istintiva e inconscia, l’effetto che i colori hanno sulla mente umana è stato analizzato a fondo. Se siete interessati a questo colore in particolare, non perdetevi la seguente rassegna completa del suo significato nella mente umana.

L’assenza di luce

Un colore, come anticipato, non è altro che il disegno che il cervello dipinge nella mente a seconda di quanta luce sono in grado di catturare gli occhi.

Le lunghezze d’onda più lunghe daranno origine a colori caldi, come il giallo, l’arancione e il rosso. Al contrario, la luce riflessa da una distanza più breve avrà tonalità più fredde, come il blu.

Il nero, invece, è considerato come l’assenza totale di colore e contrapposto al bianco, che implicherebbe la mescolanza di tutti i colori. In realtà, piuttosto che assenza di colore, è più corretto dire che il nero è assenza di luce.

Un oggetto viene percepito come nero dalla mente umana perché assorbe la maggior parte delle lunghezze d’onda che lo colpiscono.

Non è corretto dire che il nero si percepisce quando la superficie di un oggetto assorbe tutte le lunghezze d’onda, bensì la maggior parte: se non riflettesse la luce, sarebbe invisibile.

È paradossale parlare di percezione del colore nero, poiché in realtà si tratta della parziale incapacità di percepire la luce. Quando la quantità di luce riflessa agli occhi diminuisce, la vista si oscura.

Il colore nero.

Il significato del colore nero

La connessione simbolica più elementare del colore nero è con l’oscurità e la notte. Di conseguenza, la semantica di questo colore è diventata peggiorativa durante lo sviluppo del pensiero collettivo, proprio per la sua associazione con i pericoli della notte.

In questo senso, colleghiamo il colore nero con l’ignoto e il male. Questa associazione con ciò che non può essere visto a occhio nudo costituisce la base che induce ad associarlo al pericolo e persino alla morte.

Il colore nero è anche legato alla solitudine, alla sofferenza, alla tristezza e al desiderio. Per questo motivo, in molte culture viene utilizzato per i rituali funebri.

Nell’ambito delle relazioni umane, il nero è associato a crudeltà, bugie, manipolazione, tradimento e occultamento. Allo stesso modo, all’individualismo e all’introversione di persone introverse e misteriose.

Tuttavia, non tutte le connotazioni del nero sono peggiorative in psicologia. Si tratta infatti di un colore ampiamente utilizzato per indicare mistero, eleganza, serietà, potenza e autosufficienza. È un simbolo di semplicità, ordine e riposo.

Secondo l’esperta Eva Heller, il colore nero è associato alla giovinezza e all’imparzialità. Il suo uso pratico di solito infonde fiducia negli altri per via della sua sobrietà e formalità, sebbene possa anche intimidire.

Il colore nero in diversi ambiti

Con lo sviluppo della cultura e della psicologia, la simbologia di questo colore si è ampliata e diversificata nei diversi ambiti della vita.

Per fornire informazioni più specifiche sul significato del colore nero, presentiamo a seguire i diversi ambiti in cui viene impiegato per ottenere specifici effetti psicologici.

Il colore nero nel marketing

Niente nel marketing è casuale. Tutto è accuratamente misurato per controllare il più possibile l’effetto del prodotto sul consumatore. Difficilmente un’azienda lancia un prodotto sul mercato senza averne studiato prima i colori.

Nel marketing, il nero evoca il mistero e il bisogno di scoperta. Di solito è associato a prodotti e tecnologia di lusso. Nel caso dei loghi, i colori neutri (nero, grigio) sono associati a dimensioni psicologiche quali sincerità, unicità e raffinatezza.

Il colore nero in architettura e design

L’impatto dell’ambiente circostante e dell’arredamento sull’umore sono tra le aree più studiate, soprattutto nelle strutture commerciali e ricettive. In questi casi, la percezione del colore è determinante nel rapporto che l’individuo instaura con l’ambiente.

Negli interni, il nero viene utilizzato per evidenziare altri colori in quanto li fa apparire più luminosi. Di per sé, questo colore genera una sensazione di astrazione e stranezza. Inoltre, aumenta notevolmente la percezione della profondità degli spazi.

Il colore nero nella vita quotidiana

L’uso del nero ai funerali è comune nelle culture occidentali. Si pensa che ciò abbia un significato adattivo: mimetizzarsi per seppellire i cadaveri di notte. Tuttavia, nel tempo, si è affermato come parte del rito del lutto.

Nei matrimoni tradizionali, invece, l’uomo veste di nero per l’associazione di questo colore con forza, sicurezza e formalità. In generale, questo colore viene usato nella moda per dare un senso di eleganza, ribellione, mistero e professionalità a seconda del campo.

Donna vestita di nero.

Il colore nero nelle diverse culture

Sebbene il colore nero abbia una componente primitiva legata ai pericoli del buio, il suo significato varia a seconda della cultura. Ecco alcuni esempi:

  • Antico Egitto: era un simbolo di crescita e fertilità.
  • Tribù della savana africana: i Maasai, ad esempio, associano il nero alla vita e alla prosperità, in quanto è legato all’oscuramento del cielo con le nuvole che portano la pioggia.
  • Giappone: è legato ai misteri della femminilità.
  • Cina tradizionale: il nero è il colore del chi o del qi, l’energia che ci dà la vita. È un simbolo di bellezza, al punto da ritenere bello tingersi i denti di nero.
  • Religioni cristiane, giudaiche e islamiche: in queste culture il nero è principalmente associato al dolore e alla morte. Nell’Islam, ad esempio, la Mecca è considerata bianca, ma era macchiata di nero dal peccato degli uomini.
  • India: è di cattivo auspicio, associato al nulla e al male. Questo stesso colore è usato anche per scongiurare il male.

Conclusioni

L’elenco dei significati del colore nero in psicologia e altre aree potrebbe estendersi ben oltre quanto descritto in questo articolo.

Trova applicazioni, di fatto, anche in campo sociale, poiché lo studio dei colori è stato rilevante nello spiegare le origini del razzismo e di altri fenomeni storici di conflitto e repressione. Se siete interessati alla psicologia dei colori, vi invitiamo a documentarvi ulteriormente.

Potrebbe interessarti ...
Colori e personalità: qual è la relazione?
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Colori e personalità: qual è la relazione?

Perché abbiamo un colore preferito? Scopriamo i segreti del vincolo fra colori e personalità, secondo gli ultimi studi di psicologia.



  • Rivera, M. E. (2001). Percepción y significado del color en diferentes grupos sociales. Inv. Univ. Mult3, 74-83. Segura Gordillo, N. (2016). Marketing del color. ¿Cómo influye el color del logotipo en la personalidad de una marca?.
  • Goldberg, F. J., & Stabler, J. R. (1973). Black and white symbolism in Japan. International Journal of Symbology.
  • Lapshina, E. G., & Vechkasova, E. N. (2019). COLOR IN ARCHITECTURE: AESTHETICS AND SYMBOLISM OF BLACK.
  • Heller, E. (2004). Psicología del color (0 ed.). Editorial Gustavo Gili.

I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.