Il potere del sorriso

1 agosto 2017 in Curiosità 2207 Condivisi

Sorrido e mi sento bene, faccio sorridere e sono felice. Quando sorrido, mi sento meno stressata. Quando sorrido, sento anche di poter sopportare meglio il dolore. Un sorriso mi fa sentire rilassata e distratta.

Sarà vero, quindi, quando dicono che ridere allunga la vita? Sì, c’è del vero in ciò e sai perché? Perché se il cervello ride, libera endorfine. La produzione di endorfine è alla base di ogni stato d’animo positivo e tra le principali responsabili della sensazione di piacere o del fatto che il cervello ci anestetizzi in fretta quando ci facciamo male.

Quando ridiamo, inoltre, riduciamo la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress; per compensarlo, il cervello produce dopamina, una sostanza associata alle emozioni positive. Ridendo riusciamo anche a purificare il corpo dall’energia negativa, così come diceva Freud.

Voglio continuare a convincerti a non perdere il sorriso, dunque ti dirò anche che quando si attivano i muscoli facciali incaricati del sorriso, il cervello inizia subito a produrre dopamina ed endorfine, anche se il sorriso non è spontaneo. Quest’ultimo dettaglio è molto importante, poiché vuol dire che, cambiando coscientemente la nostra gesticolazione o espressione, cambia anche il nostro stato d’animo.

Cosa succede, invece, se ci fanno ridere? Beh, il cervello si ossigena ed il sistema limbico si attiva e con ciò vengono facilitate le funzioni di ritenzione mnestica (della memoria). Prima di dire qualcosa ad una persona, non dimenticate di farla ridere se volete che la ricordi. In questo modo, il suo cervello sarà più predisposto a codificare, mantenere e recuperare quell’informazione.

Effetti sociali del sorriso

Dopo aver visto come funziona il cervello quando ridiamo, vediamo cosa succede negli altri quando li ossequiamo con il nostro sorriso. Il sorriso, non ci sono dubbi, ci rende più attraenti; una persona sorridente offrirà sempre una compagnia più gradevole di chi non sorride o fa il broncio appena conosce qualcuno.  

Il sorriso proietta un’immagine di sé di sicurezza e stima, genera più fiducia ed invita gli altri ad avvicinarsi. Quando sorrido, dunque, mi sento più ottimista e posso generare una migliore versione di me, una versione che poi trasferirò -e contagerò- all’esterno.

La risata ha il potere di generare risate negli altri grazie ai “neuroni specchio”. Questi neuroni si incaricano di imitare in modo innato quello che vediamo. Per questo, a volte se sentiamo o vediamo qualcuno colto da un attacco di ilarità, iniziamo a fare lo stesso senza sapere perché, veniamo contagiati dalla sua energia positiva.

L’umore e la risata possono offrirci una nuova prospettiva sulle situazioni in cui ci ritroviamo, poiché attiva la nostra corteccia prefrontale. Quest’area si incarica delle funzioni umane più sviluppate, come la creatività, la perseveranza, il pensiero più flessibile e l’organizzazione. Così lo dimostra uno studio realizzato nel 2010 sulla risata ed il cervello.

Circondati di persone che ti facciano ridere

Conoscendo adesso tutti i benefici della risata, cercherò persone che mi facciano ridere, cercherò gente ottimista e con il sorriso sul viso. Mi circonderò di gente che mi trasmetta energia e buonumore. Cercherò gente che sappia ridere dei suoi problemi, che veda un lato comico in ogni situazione e, soprattutto, che sappia ridere di se stessa. Voglio gente che sprizzi sorrisi e che li contagi.

Mi impegno anch’io a trasmettere tutto ciò, a far ridere, a distribuire dopamina, a ridurre il cortisolo, ad aumentare le endorfine e ad attivare i tuoi neuroni specchio. Mi impegno perché voglio vederti ridere, perché l’umore aiuta a superare le avversità e a vedere con un po’ più di luce l’uscita di qualsiasi tunnel. Voglio che sia così, perché, forse, quando non mi resterà più nulla da apportare, ti offrirò una sana sessione di risate… e se con ciò potrò esserti d’aiuto, sii certo che lo farò.

Guarda anche