Il potere dell'ispirazione, il muscolo che può migliorare la nostra vita

Le persone ispirate avviano il cambiamento. Perché l'ispirazione è la scintilla della motivazione, è il respiro delle muse che risvegliano sogni ed entusiasmi e anche quel motore che non dovrebbe mai mancare per raggiungere gli obiettivi.
Il potere dell'ispirazione, il muscolo che può migliorare la nostra vita
Valeria Sabater

Scritto e verificato da la psicologa Valeria Sabater.

Ultimo aggiornamento: 05 gennaio, 2023

In un mondo ossessionato dall’attribuire valore sulla base dell’educazione, di abilità e competenze, una dimensione eccezionale viene spesso trascurata: il potere dell’ispirazione.

Sarebbe interessante se tutti valutassimo un po’ di più questo elemento, questo canale ricco di possibilità che ci permette di appassionarci, crescere, ampliare le prospettive e accendere il motore della motivazione.

Quando si chiede a una persona cosa la ispira, non tutti hanno una risposta. Non manca, invece, chi afferma di ispirarsi al partner, i figli, la famiglia; senz’altro un’ottima risposta, ma possiamo e dobbiamo spingerci un po’ oltre. L’ideale sarebbe trovare ogni giorno una nuova fonte di ispirazione.

Un libro o una nuova canzone; un paesaggio sospeso in un magico tramonto; conoscere qualcuno e stupirsi con i suoi discorsi, con le sue idee stimolanti; un conferenza TED; un edificio all’avanguardia; fare sport.

Potremmo fare cento o mille esempi di dimensioni, eventi e circostanze capaci di risvegliare le muse ispiratrici, coloro le quali sussurrano idee, obiettivi e sogni rivoluzionari da avverare.

Al di là di quello che possiamo pensare, sentirsi ispirati ogni giorno è un modo per investire sul benessere psicologico. Vediamo perché.

“Quando il tuo Daemon si alza, non cercare di pensare consapevolmente. Vaga alla deriva, aspetta e obbedisci.”

-Rudyard Kipling-

Uomo con lampadina che simboleggia il potere dell'ispirazione.

Il potere dell’ispirazione: perché è importante nella nostra vita?

Ognuno di noi ha dentro di sé il potere dell’ispirazione. Tuttavia, ed ecco che arriva il problema, non tutti ne facciamo uso.

Il motivo? Sentirsi ispirati è fondamentalmente uno stato emotivo e mentale che richiede un certo equilibrio, una certa calma interiore.

Una mente stressata o ansiosa raramente è in grado di guardare qualcosa e provare genuina curiosità, piacere, ispirazione ed entusiasmo.

Una mente calma è molto più ricettiva ed è così che nasce il seme dell’ispirazione e permettiamo al Daimon della mitologia greca di farci visita.

Quest’ultimo concetto, il daimon, era un termine molto utilizzato in filosofia, e lo stesso Carl Jung stesso ne parlava definendolo il nostro genio creativo; una forza capace di guidarci verso il nostro destino.

Jung sosteneva anche che per far emergere il Daimon, dobbiamo ascoltare il nostro cuore, dando priorità alle emozioni e all’intuito.

Ecco perché stress, fretta, pressione e preoccupazioni, fattori estremamente comuni oggi, non lasciano spazio né ingresso a quel genio ancestrale presente in tante culture.

Lampadina a forma di testa umana che rappresenta il potere dell'ispirazione.

Il potere dell’ispirazione può migliorare la tua vita

Il potere dell’ispirazione è un concetto ampiamente studiato dagli psicologi Todd M. Thrash e Andrew J. Elliot.

Lavori di ricerca come quello svolto nel 2003, lo definiscono come un costrutto psicologico estremamente rilevante per il nostro benessere. I motivi che giustificano ciò sono i seguenti:

  • L’ispirazione offre un momento di lucidità in merito a qualcosa che attira il nostro interesse e la nostra motivazione. Al tempo stesso, la coscienza si espande in nuove possibilità. Non solo siamo preparati a fare qualcosa, ma ci sentiamo entusiasti di realizzarla.
  • Genera ciò che è noto come motivazione alla concentrazione. Ci riferiamo a quello stato in cui la persona sa cosa vuole ottenere o cosa ha suscitato il suo interesse; si concentra su qualcosa di concreto, su una visione.

Le persone che fanno uso dell’ispirazione nella loro vita quotidiana sono diverse

Gli psicologi Thrash ed Elliot spiegano nel loro lavoro che le persone che fanno costante uso del potere dell’ispirazione condividono alcune caratteristiche comuni. Per valutarle, hanno persino definito una scala per misurare l’ispirazione.

Presentiamo dunque fattori, comportamenti e tratti della personalità che definiscono chi è abituato ad applicare questo costrutto psicologico:

  • Apertura all’esperienza. Vale a dire, sono uomini e donne che interagiscono con l’ambiente, che si relazionano, che amano sperimentare, imparare, sentire.
  • L’ispirazione non arriva sempre mentre siamo rilassati e quasi immobili sul divano, in attesa dell’arrivo delle muse. Giunge con il movimento, con il lavoro, con quell’attività quotidiana dove tutto scorre e noi siamo parte di ogni stimolo, di ogni voce, sensazione e immagine.
  • Le persone che fanno uso dell’ispirazione hanno una motivazione intrinseca. Ciò significa che non sono guidate da ricompense, non si aspettano nulla in cambio dei loro sforzi. Il solo fatto essere eccitati e di generare cambiamenti attraverso l’ispirazione è inteso come il più grande vantaggio.
Donna che cammina con una luce nelle sue mani.

Conclusioni

I dottori Thrash ed Elliot hanno sottolineato che se coltiviamo il potere dell’ispirazione, la mente diventa più forte. Ciò equivale a sviluppare ulteriormente la creatività, l’attenzione, la riflessione, la capacità di raggiungere gli obiettivi e l’auto-competenza.

Il tutto si ripercuote sul benessere emotivo. Il muscolo dell’autostima si rafforza, e con esso tutto va per il meglio, ci sentiamo più positivi, pronti e capaci di trasformare la nostra realtà. Ed è una sensazione meravigliosa.

Potrebbe interessarti ...
Trovare l’ispirazione con semplici strategie
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Trovare l’ispirazione con semplici strategie

Per trovare l'ispirazione è necessario essere consapevoli del fatto che il cervello non è una macchina, bensì una realtà plastica e sensibile.



  • Milyavskaya, M., Ianakieva, I., Foxen-Craft, E., Colantuoni, A., & Koestner, R. (2012). Inspired to get there: The effects of trait and goal inspiration on goal progress. Personality And Individual Differences, 52(1), 56-60. doi:10.1016/j.paid.2011.08.031
  • Thrash, T. M., & Elliot, A. J. (2003). Inspiration as a psychological construct. Journal Of Personality And Social Psychology, 84(4), 871-889. doi:10.1037/0022-3514.84.4.871

I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.