7 modi per incentivare l’auto-motivazione nei figli

· 24 maggio 2016

L’auto-motivazione è un concetto che non viene sempre inteso in modo corretto o completo. Auto-motivarsi non è solo una strategia per superare l’assenza di interesse verso compiti o rapporti umani oppure per agire senza proteste né scuse. L’auto-motivazione vuol dire anche intraprendere un’attività o perseverare in essa per se stessi, ovvero senza che ci sia qualcuno ad insistere, ad incoraggiarci, a stimolarci o a ricattarci.

Nei bambini, l’auto-motivazione ad imparare è presente in modo naturale fino ai  7 anni. Dato che tutto quello che fanno ha l’obiettivo di imparare e scoprire, sia il mondo che loro stessi, in generale, non è necessario dir loro nulla.

Tuttavia, a partire dai 7 anni o prima se si osserva una forte mancanza di motivazione, diventa necessario incentivare lo sviluppo dell’auto-motivazione, poiché si tratta di un’abilità fondamentale se si vuole avere successo nella vita.

Anche se l’auto-motivazione può venire solo da dentro di noi, ci sono metodi con cui potete aiutare i vostri figli ad alimentarla; in questo modo, darete loro un vantaggio di cui si noteranno i frutti più avanti. A seguire vi diamo qualche consiglio.

Come incentivare l’auto-motivazione nei propri figli

Incentivate la loro fiducia in loro stessi

I bambini si mostrano più motivati quando devono imparare, fare determinate cose o rapportarsi con gli altri se credono di essere capaci di farlo. Avere fiducia nei bambini è il primo passo affinché essi abbiano fiducia in loro stessi.

auto-motivazione figli 2

Se volete davvero aiutare vostro figlio, dategli l’opportunità di risolvere da solo i problemi, di trovare soluzioni ai piccoli enigmi del quotidiano e di affrontare situazioni nuove. Se sbaglia, se non fa le cose in modo corretto o come voi vorreste, fa lo stesso. Ciò che importa davvero è che vostro figlio si senta in grado di farlo.

L’iper-protezione dei genitori, l’accompagnamento costante, l’aiuto nella realizzazione dei compiti accentuano la dipendenza dei bambini e impediscono loro di avere fiducia nelle loro capacità e di cercare la motivazione necessaria per migliorare.

Incoraggiateli affinché persistano

Ricompensate gli sforzi di vostro figlio, invece di notare solo i suoi successi; in tal modo, aumenterete la sua auto-motivazione. Così, aiuterete vostro figlio a sviluppare la capacità di adattamento necessaria ad affrontare il fallimento e ad andare avanti finché non ottiene qualcosa.

Essere tenaci è un’abilità emotiva fondamentale per raggiungere il successo in tutti gli ambiti. Insegnate a vostro figlio ad accettare i suoi errori, mostrategli che la sconfitta o il fallimento non è altro che un’opportunità per migliorare e imparare.

Alimentate i loro interessi

Tutti, inclusi i bambini, hanno un interesse verso qualcosa di specifico. Anche se gli interessi di vostro figlio non coincidono con le vostre aspettative o i vostri gusti, dovete spingerlo a fare ciò per cui si sente portato.

auto-motivazione figli 3

Non manipolatelo affinché si appassioni a ciò che voi vorreste o ritenete conveniente: aiutatelo a trovare liberamente le sue passioni. Ciò agirà come un motore interiore che manterrà il bambino felice, attivo e allegro. Non solo potrà fare ciò che più gli piace, ma potrà anche condividerlo con chi vuole.

Date loro l’opportunità di assaporare il successo

Se c’è un elemento motivante che ci spinge a dare il meglio di noi, è la possibilità di assaporare il successo. Il successo crea dipendenza. Ci mostra che siamo capaci, che possiamo fare le cose, che possiamo superare i nostri limiti e che possiamo fare di più e meglio di ciò che facevamo prima.

Applicate la pedagogia del successo con vostro figlio. Volete che impari a fare qualcosa? Che sia motivato a sviluppare una nuova abilità? Mostrategli che può farlo sin da subito, con un compito nuovo che sia in grado di compiere. Man mano che avanza, fategli sentire che sta conquistando tappe e trionfi.

Quando vostro figlio ottiene un nuovo successo, lodatelo invece di ricordargli tutte le cose che non ha ancora realizzato.