Innamorarsi senza chiedere il permesso né avere paura

· 18 maggio 2016

Innamorarsi senza chiedere il permesso; abbandonare le paure! Sapete tutto quello che vi state perdendo? Vi rendete conto di perdere alcune delle esperienze più belle della vostra vita perché siete invasi dalla paura? La paura di amare rende schiavi.

Dite basta ed innamoratevi con tutte le conseguenze che questo comporta. Non abbiate paura di amare. Siate coraggiosi, rischiate. Il tempo che vivete non tornerà più. Forse con un altro corpo e un’altra anima, forse in un altro mondo e in un altro modo, ma mai uguale. Lasciate che il vostro cuore batta con forza.

Lasciate che l’amore vi riempia come la brezza del mare o il sole raggiante. Ridete, saltate, siate felici; felici con quell’amore che ha bussato alla vostra porta e vi ha dato il benvenuto. Non chiudete le porte della vostra anima e del vostro cuore; cosa vi fa tanta paura? Perderlo? In questa vita niente è sicuro, solo la morte. Siate consapevoli delle possibili perdite che si verificheranno, incluso quella dell’amore, e nel frattempo vivete. Abbandonate la paura di amare.

Capire la paura di amare

“Cosa mi succede? Perché amare mi spaventa tanto? Non posso evitarlo, ma quando noto che sto iniziando ad innamorarmi, mi tiro indietro… rompo la relazione e mi sento più tranquillo/a. Avverto un panico che somatizzo con capogiri, nausea, tremore. E non lo sopporto.”

Forse quello che vi sta capitando si chiama filofobia. Cosa è la filofobia? La filofobia è la paura di innamorarsi, quando la persona prova ad avere un rapporto, il panico la invade e nella maggior parte dei casi finisce per lasciare il partner. A volte ci si rende conto di cosa succede, altre si trovano scuse o mille e una ragione per autogiustificare la propria decisione.

lucchetto a forma di cuore con chiave

Una persona filofobica prova una paura tremenda dinanzi alla possibilità di innamorarsi, e si tira indietro. A chi piace sentire il proprio cuore palpitare in eccesso, sudare, avere capogiri, in definitiva, essere vulnerabile? Per questo motivo, la reazione normale è allontanarsi il prima possibile dalla situazione sgradevole.

Questa paura di amare, che inonda la persona, sembra essere relazionata con esperienze di relazioni passate che hanno provocato sofferenza e dolore. Per questo motivo, quando la persona avverte la possibilità di provare le stesse spiacevoli sensazioni, comincia ad essere vulnerabile, si blocca e ha bisogno di fuggire dalla relazione il prima possibile, per proteggersi dinanzi a quella che potrebbe trasformarsi in una nuova delusione.

“Quante cose perdiamo per paura di perdere.”
-Paulo Coelho-

Come sbarazzarsi della paura di amare?

Le fobie possono essere curate, dunque anche la filofobia. Prima di tutto, bisogna accettare quello che si verifica: sono necessarie la motivazione di guarire e l’aiuto di uno specialista. Ci sono alcune terapie per trattare le fobie, come:

  • La terapia cognitiva. È la terapia che aiuta a conoscere il processo mentale che fa provare paura, ovvero quali sono le proprie paure e preoccupazioni, dunque i propri pensieri, e aiuta a sostituirli con altri più positivi.
  • La terapia di desensibilizzazione affettiva. È la terapia che consiste nell’esporre la persona alla causa del panico, sia essa l’amore o qualsiasi altra.
  • L’ipnoterapia. L’ipnosi può aiutare ad eliminare le associazioni negative. Cerca di trovare i traumi psichici delle persone sotto stato ipnotico indotto. In questo stato, il terapeuta chiede al paziente di abbandonare le sue paure.
  • La programmazione neurolinguistica. Una terapia controversa che si rifa all’ipnosi. Secondo questa terapia, i nostri pensieri sono formati da parole, parole che creano un programma nel nostro cervello. Dobbiamo conoscere questi programmi installati da noi o dai nostri genitori, professori, ecc, e cambiarli.
“La paura è la cosa di cui ho più paura.”
  -Michel Eyquem de Montaigne-
coppia e ingranaggi

Anche noi possiamo provare ad affrontare la nostra paura di amare. A tale scopo, dobbiamo essere pronti al cambiamento e consapevoli che in molte occasioni proveremo a trovare delle scuse. Possiamo anche provare a:

  • Non ingigantire il tema. A volte visualizzeremo più conseguenze e preoccupazioni di quelle reali, dunque dobbiamo fare attenzione alla nostra abitudine di generalizzare ed ingigantire quello che ci succede.
  • Leggere sulla filofobia. Informarci su quello che ci succede e quali sono le sue caratteristiche ci aiuterà a capirci meglio. In questo modo, potremo acquisire alcune abilità e strategie per affrontare la nostra paura.
  • Capire perché ci succede.
  • Applicare l’intelligenza emotiva. La conoscenza e la gestione delle nostre emozioni, così come capire le emozioni altrui, può favorire un migliore controllo dei nostri sentimenti e dei rapporti con gli altri.
  • Pensate alla cosa peggiore che potrebbe succedervi se perdeste questo amore. “E se mi innamoro e lo/a perdo, qual è la cosa peggiore che mi può capitare? Nessuna, la vita continuerà”. Questi pensieri vi aiuteranno a combattere la filofobia.
  • Parlate al partner di quello che vi succede. Raccontateglielo senza paura né vergogna; in questo modo, comprenderà molte vostre reazioni. Parlare sulle nostre paure permetterà agli altri di capirci e di aiutarci. 

Perché non vi mettete alla prova e smettete di avere tanta paura di amare? Non vi rendete conto di tutto quello che state perdendo? Tutti i vostri timori risiedono nella vostra mente, non dategli tregua… se non affrontiamo la vita, non potremo assaporarla né godercela. Se superiamo la nostra fobia di amare, la nostra autostima crescerà ed instaureremo rapporti più sani con gli altri.