Istamina: caratteristiche e funzioni

8 Aprile 2019
Avete mai sentito parlare di un ormone chiamato istamina? Se volete sapere cos'è e come interviene sull'organismo, non perdetevi questo articolo.

Sicuramente avete già sentito parlare dell’istamina o, più probabilmente, degli antistaminici. Queste due sostanze sono direttamente correlate alle allergie e al loro trattamento. Tuttavia, ciò che probabilmente non sapete è in che modo l’istamina interviene nelle reazioni che possono essere innescate da particolari tipi di alimenti, piante, animali o altri agenti patogeni.

In questo articolo vi diremo tutto quello che bisogna sapere sull’istamina e quali sono i suoi compiti all’interno dell’organismo umano. Inoltre, vi spiegheremo qual è la sua relazione esatta con le allergie e come influenza la loro comparsa.

Cos’è l’istamina: caratteristiche principali

L’istamina è una molecola che svolge una duplice funzione di comunicazione nel corpo umano. A seconda di dove si trova, può agire sia come ormone che come neurotrasmettitore. La sua missione è quella di regolare alcune delle nostre funzioni biologiche. Inoltre, consente a determinate cellule di trasmettere informazioni tra di loro.

Ma svolge un ruolo fondamentale anche nella regolazione del sistema immunitario. Inoltre, gestisce alcune funzioni dell’apparato digerente, come la produzione di acido gastrico nello stomaco. Gioca anche un ruolo fondamentale nella regolazione dei nostri ritmi vitali.

Grazie a questo neurotrasmettitore, inoltre, anche il ritmo del sonno rimane più o meno stabile. Infine, interviene persino in alcuni momenti della risposta sessuale umana.

Formula chimica dell'istamina

Come viene prodotta questa sostanza

A differenza di molti altri ormoni, l’istamina non può essere sintetizzata direttamente dall’organismo. Al contrario, è necessario ottenerla da un’altra sostanza, l’istidina. Questa molecola è uno degli amminoacidi essenziali, cioè un elemento che il nostro corpo non produce e che deve essere assunto attraverso il cibo che mangiamo.

L’alimentazione svolge dunque un ruolo chiave nella produzione di istamina nel nostro corpo. Una dieta ricca di proteine ​​è essenziale per mantenere livelli adeguati di questa sostanza. Una persona la cui dieta ne è carente, avrà maggiori possibilità di soffrire di allergie. Questo è quanto affermano le ultime ricerche scientifiche realizzate su questo macronutriente.

Se abbiamo ingerito abbastanza istidina, il nostro corpo produrrà istamina attraverso una reazione chimica nota come decarbossilazione. Questa si realizza in due particolari componenti del sistema immunitario: mastociti e granulociti basofili. Tenete presente, però, che anche alcune parti del cervello sono in grado di produrre questa sostanza per via della sua importanza come neurotrasmettitore.

In che modo l’istamina agisce nell’organismo

Ormoni e neurotrasmettitori devono essere assorbiti da alcuni elementi del nostro corpo affinché producano un qualche effetto. I responsabili di ciò sono i recettori. E, nel caso dell’istamina, la scienza ha dimostrato che ne esistono quattro diversi tipi. Appaiono distribuiti in tutto il corpo e ciascuno di essi causa effetti diversi sull’organismo.

Così, per esempio, alcuni si trovano all’interno dell’apparato digerente, mentre altri si situano nei bronchi o nel cervello. I ricercatori hanno scoperto l’ultimo solo di recente. È dunque possibile che nei prossimi decenni saremo in grado di individuare ulteriori modi in cui questo ormone influisce sul nostro corpo.

Funzioni dell’istamina

Ora che sapete cos’è l’istamina e in che modo viene prodotta, vediamo nel dettaglio quali sono le principali funzioni che svolge all’interno dell’organismo umano.

1- Infiammazione

La funzione principale dell’istamina è quella di generare infiammazione nel corpo. Questa risposta aiuta l’organismo a isolare agenti esterni e potenzialmente dannosi per combattere meglio contro di loro. Tuttavia, è anche il motivo per cui quando questo ormone non funziona nel modo giusto, si verificano reazioni allergiche.

L’infiammazione si manifesta attraverso la vasodilatazione. Ciò consente di aumentare il volume di sangue nell’area infettata dal corpo esterno.

D’altra parte, l’istamina attrae anche i globuli bianchi nella stessa area, innescando allo stesso tempo infiammazione, calore, prurito e vampate. Tuttavia, questi sono solo gli effetti collaterali di un sistema di difesa automatico che serve a proteggere la nostra salute.

2- Regolazione del sonno

Questo ormone produce anche l’effetto opposto a quello della melatonina. In altre parole, è responsabile dell’attivazione e della veglia del corpo. Infatti, la maggior parte dei farmaci per trattare l’ipersonnia (sonno in eccesso) sono responsabili dell’attivazione degli stessi recettori interessati da questa sostanza.

Donna si sveglia attiva

3- Sessualità

L’istamina svolge anche un ruolo molto importante nel controllo della risposta sessuale. In particolare, è strettamente relazionata con l’orgasmo: diversi studi hanno dimostrato che la carenza di questo ormone può produrre anorgasmia. E, viceversa, un eccesso tende a produrre un’eiaculazione precoce negli uomini.

Come possiamo vedere, l’istamina è una sostanza fondamentale per il benessere del corpo umano. Per questo motivo, seguire una dieta equilibrata e mantenere abitudini sane che favoriscano la sua produzione è importante per prenderci cura della nostra salute.