Jean Shinoda Bolen, una spiritualità coraggiosa

02 novembre, 2020
Questa brillante psichiatra e analista seguace di Jung ha sviluppato un nuovo modello per la psicologia femminile.

Jean Shinoda Bolen è medico, psicoterapeuta e docente di Psichiatria presso l’Università di San Francisco. Negli ultimi anni è diventata un punto di riferimento per la psicologia femminile grazie al suo approccio analitico di impronta junghiana. I suoi numerosi libri sono un fenomeno letterario di fama mondiale, oltre ad aver rivoluzionato l’approccio psicologico nei confronti delle donne.

Il lavoro di Shinoda Bolen è un riflesso della sua evoluzione personale e professionale. Sin da giovanissima aveva riscontrato profonde carenze in diversi approcci psicologici, soprattutto di tipo psicanalitico, nella fase di analisi dei conflitti propri dell’universo femminile.

Ciò l’ha spinta a sviluppare una nuova prospettiva partendo dalla psicanalisi junghiana. Vediamo in questo articolo di cosa si tratta.

Il suo percorso professionale

Jean Shinoda Bolen è nata a Los Angeles nel 1936. La sua famiglia è di origine giapponese, da qui l’interesse per l’universo della spiritualità, sempre presente nella sua vita.

Si è laureata presso la Facoltà di Medicina dell’Università di San Francisco. Successivamente ha svolto il tirocinio presso il General Hospital di Los Angeles e si è specializzata presso l’Istituto Psichiatrico Langley Porter di San Francisco (USCF). Proprio qui è diventata docente di Psichiatria. Inoltre, si è specializzata in analisi junghiana presso l’Istituto C.G. Jung di San Francisco.

Shinoda Bolen è membro illustre dell’Associazione Psichiatrica Americana (APA) e dell’Associazione Internazionale di Psicologia analitica (IAAP). Durante il periodo universitario è stata un’appassionata delle lezioni del professor Joseph Campbell sulla mitologia applicata e sulla psicologia. Nonostante fosse appassionata delle sue teorie, trovava insoddisfacente il suo approccio alla psicologia femminile.

Fatto curioso: Shinoda Bolen attaccò Campbell durante un’intervista, proprio in merito a questo argomento. Il professore le rispose che la donna non ha bisogno del viaggio dell’eroe perché, citando le sue stesse parole: “la donna è ciò a cui gli uomini vogliono arrivare”.

Alquanto delusa da questa argomentazione, J.S. Bolen decise di sviluppare una nuova via per l’analisi junghiana, partendo dalla base mitologica sulla quale Campbell si era basato e incentrandola, a sua volta, su un’esperienza personale e terapeutica.

Scultura femminile che piange.

I suoi libri

Nel 1984 Jean Shinoda Bolen pubblicò Le Dee dentro la Donna, libro che aiuta le donne a prendere consapevolezza delle proprie qualità e delle proprie caratteristiche attraverso le storie e le personalità di diverse divinità mitologiche.

Grazie a questi personaggi, Jean Shinoda Bolen è riuscita a definire archetipi specificatamente femminili che si attivano nelle donne. Secondo l’autrice, riconoscere questi archetipi permette alle donne di scoprire con più facilità il proprio presente, il proprio passato e individuare i propri limiti e punti di forza.

Ha pubblicato più di una dozzina di libri di indiscusso successo editoriale, tradotti in ottantacinque lingue. Ha collaborato anche con svariate antologie.

La sua bibliografia è incentrata sulle qualità uniche della donna, la sua saggezza e la sua urgenza di emancipazione. Alla pubblicazione di Le Dee dentro la Donna, hanno fatto seguito titoli come Artemide. Lo spirito indomito dentro la donna e Gli Dei dentro l’uomo.

Dea seduta di spalle.

Jean Shinoda Bolen oggi

Vicina ai movimenti femministi e attivista per la pace e per i diritti umani, Jean Shinoda Bolen è stata una sostenitrice del V Congresso Mondiale sulle Donne convocato dalle Nazioni Unite. Ha promosso anche l’iniziativa de Il Milionesimo Cerchio. Infine, è rappresentante permanente della ONG Senderos para la Paz delle Nazioni Unite.

Le donne possono cambiare il mondo degli anni a venire.

-Jean Shinoda Bolen-

A 49 anni ha divorziato e si è lanciata in un viaggio mistico alla scoperta dell’Europa, visitandone i luoghi sacri. Questo viaggio è stato per lei particolarmente intenso, tanto da influenzare le sue pubblicazioni successive.

Poco dopo il suo rientro, scrisse Goddesses in Older Women (Dee della Donna Matura), opera che introduce la terza fase della vita delle donne da un punto di vista completamente diverso dai cliché del momento. Successivamente, sono arrivati titoli come Passaggio ad Avalon e Saranno le donne a salvare la madre terra.

Con la sua vita e le sue opere, Jean Shinoda Bolen ha lanciato un messaggio urgente a tutte le donne del mondo: salviamo il pianeta, la società, l’economia e, quindi, noi stesse.

Noi uomini abbiamo avuto la nostra occasione e abbiamo fallito. Ora abbiamo bisogno che le donne ci salvino.

-Desmond Tutu-

  • Bolen, J. S. (2012). El Millonésimo círculo: cómo transformarnos a nosotras mismas y al mundo. Editorial Kairós.
  • Bolen, J. S. (2006). Las diosas de cada mujer. Barcelona: Karios.
  • Bolen, J. S. (2012). Los dioses de cada hombre: Una nueva psicología masculina. Editorial Kairós.
  • Bolen, J. S. (2012). Mensaje urgente a las mujeres. Editorial Kairós.
  • Bolen, J. S. (2012). Viaje a Avalon. Editorial Kairós.