La nostra reazione agli eventi fa la differenza

27 Giugno 2020
La vita non è definita solo da ciò che ci accade. Importa soprattutto come reagiamo alle circostanze e anche le lezioni e le risorse acquisite per affrontare esperienze simili in futuro.

Il destino è capriccioso: a volte ci regala momenti straordinari, altre volte ci riserva crisi e difficoltà. Come ha sottolineato il filosofo Epitteto, più che gli eventi in sé, ciò che conta è la nostra reazione. Può capitare di reagire male. Perché non è facile essere degli strateghi delle avversità o dei guru delle oscillazioni esistenziali.

Alla frase di Epitteto potremmo aggiungere un’altra idea interessante. Ciò che determina la nostra qualità della vita non è solo il modo in cui reagiamo alle difficoltà inaspettate, ai cigni neri di cui ci ha parlato il saggista Nassim Taleb. Anche la lezione ricevuta da quella specifica esperienza è importante.

Le persone reagiscono e intendono le difficoltà in modi molto diversi. Per alcuni, ad esempio, perdere il lavoro significa rimanere bloccati o cadere in depressione. Altri, al contrario, sfruttano questa occasione per reinventarsi, per dare vita a nuovi progetti che finiscono per dare grandi risultati.

Tutto ciò ci insegna che non solo dobbiamo sapere come reagire, dobbiamo anche sapere come rispondere per riemergere più forti da una situazione che ci ha messo in difficoltà.

Donna con fazzoletto al vento

Al di là di ciò che succede, ciò che conta è la nostra reazione

Sicuramente vi sarà capitato di leggere o ascoltare la frase: “la vita è per il 10% ciò che ti accade e per il 90% come reagisci”. Nonostante ciò, molti di noi sono spesso vittime di quello che accade. Ci sentiamo incapaci di agire, perché l’impatto degli eventi ci fa rimanere ancorati alla sofferenza più a lungo del dovuto.

Quando i giorni trascorrono e non reagiamo né affrontiamo le situazioni, nella mente appaiono solo domande. Perché mi è successo? Ho fatto qualcosa di sbagliato? Che ne sarà di me in queste circostanze?. Ci concentriamo solo sui fatti, sugli eventi avversi. Ma esiste un altro modo per gestire queste situazioni.

Invece di ossessionarci sull’accaduto, dobbiamo risvegliare gli atteggiamenti. Più che farci domande, dobbiamo progettare delle strategie per reagire a un problema specifico. Si tratta di sostituire l’ansia con il processo decisionale e quindi far scomparire paura e dolore.

Accettazione e trasformazione di fronte alle cose che non possiamo cambiare

Non importa quanto sia difficile, importa come reagiamo e come scegliamo di rispondere a un problema. Come ha detto bene Albert Ellis, una persona matura quando smette finalmente di incolpare gli altri per la propria infelicità.

Non importa cosa hanno fatto i nostri genitori, non importa quanto dolore abbiamo provato durante la nostra ultima relazione sentimentale; non importa quanto siamo arrabbiati e delusi dalla gestione politica attuale o passata. È importante la nostra reazione. Solo quello.

Ognuno di noi costituisce l’asse centrale della propria vita e rispettare noi stessi è la nostra più grande responsabilità. Quindi quando succede qualcosa che ci lascia senza fiato e sfugge al nostro controllo, il primo passo sarà accettare l’accaduto. Il secondo, la trasformazione. Solo quando osiamo cambiare e prendere decisioni coraggiose, la nostra realtà cambia. E lo fa in meglio.

Il miglior vestito nei giorni difficili: l’atteggiamento

Tra tutti gli abiti che indossiamo, il più potente e bello è l’atteggiamento. Esso dirige i nostri sentimenti e le nostre emozioni verso uno scopo.

L’atteggiamento riduce le insicurezze e le paure, pone degli obiettivi all’orizzonte e ci aiuta anche a prendere le decisioni confidando in noi stessi.

Donna su una spiaggia
Ogni giorno abbiamo l’opportunità di costruire il nostro futuro

Potreste avere giorni incerti, difficili e complicati. In queste circostanze, importa anche come reagite e cosa scegliete di fare. Dovete ricordare anche che tutto quello che fate oggi costruirà o limiterà il vostro futuro domani. Possiamo costruire o distruggere, andare avanti o indietro.

La decisione che prenderete oggi avrà delle ripercussioni in futuro. Quindi, scegliete di assumervi la responsabilità di agire, rispondere, avverare sogni e adottare strategie ricordando che ieri non importa, importa cosa fate oggi, qui e ora.

Una reazione cambia qualcosa di noi

Reagire e rispondere sono verbi che indicano azione, movimento. È l’attività prediletta di chi sceglie di abbandonare i vecchi schemi per agire con una nuova prospettiva. Qualsiasi evento imprevisto, qualsiasi grande o piccola sfida ci costringe inevitabilmente a staccarci dal passato per proiettarci in un futuro pieno di luce, energia, coraggio e creatività.

Perché al di là di quello che ci accade, importa la nostra reazione, come scegliamo di superare gli ostacoli e quali nuove abilità useremo per farlo. Perché una cosa è certa: sapere come reagire ci consente di vivere meglio.