L’arte di motivarci

· 10 marzo 2015

Molte persone che conosco hanno condiviso con me la loro apatia nei confronti della vita. Mi è capitato di ascoltare affermazioni come: “Non ho idea di quello che voglio fare nella vita!”, “Non me ne importa niente” o ancora “Perché dovrei sprecare il mio tempo provandoci?” In molti casi, questo atteggiamento è originato dalla demotivazione.

Succede che ci riempiamo di aspettative che poi non si realizzano e, invece di cercare altri metodi per compiere i nostri propositi, abbandoniamo la missione e ci arrendiamo. È lì che ci facciamo vincere dall’indolenza e cessiamo di avere un atteggiamento perseverante. Il primo passo è l’accettazione. Cercate poi di rintracciare la radice del tutto. Se da molto tempo vi state opponendo a osservare la realtà da un’altra angolazione, è probabile che abbiate perso di vista la causa principale che ha scatenato tante difficoltà, ed è per questo che ora non riuscite a gestirle.

Cosa mi impedisce di fare dei progressi?

La sensazione di stare in una situazione di stallo suole apparire quando c’è demotivazione. L’impressione di non stare andando da nessuna parte, che gli ostacoli siano insormontabili o che la nostra vita non abbia senso, sono pensieri che tendono a diventare persistenti quando non guardiamo in faccia la realtà e non cerchiamo di modificarla. Per uscire da questa negatività psicologica, a volte conviene cominciare dalla superficie, facendo, cioè, delle attività che prima ci aggradavano e che adesso sembrano non piacerci più; possiamo far così rivivere la voglia di ricominciare a farle.

Un’alternativa che vi può aiutare a disfarvi di questi concetti così pericolosamente rigidi è rispondere alla seguente domanda: “Cos’è che mi impedisce di fare progressi?” Prendete un foglio di carta e con una matita scrivete tutte le ragioni che vi sovvengono alla mente. Una volta che le avete individuate, cercate di definire cosa le provoca e cosa provocano esse.

Uscite dalla vostra zona di comfort

Con questo concetto, ci riferiamo al ridimensionamento di quello stato mentale che vi fa sentire sicuri e comodi con ciò che vi circonda. La vostra zona di comfort è un’area emotiva in cui siete rimasti per molto tempo, nella quale sentite di aver imparato abbastanza per essere capace di controllare l’ambiente attorno a voi: è lì che fate ritorno quando siete alla ricerca di sicurezza.

Stare in questa zona di comfort non è nocivo, però sì lo è fermarcisi costantemente. Vivere perennemente in questo spazio fa sì che ci blocchiamo, che alimentiamo ancor di più le paure verso quel che c’è fuori da lì, e che sopravvalutiamo i rischi di iniziare una qualsiasi attività che non sia compresa in tale zona.

Le barriere psicologiche possono ritorcersi contro di noi e trasformarsi nel nostro nemico più pericoloso. Se volete che la vostra vita cambi in positivo, dovete sapere che usare la stessa formula di sempre non farà altro che darvi il medesimo risultato. Osate e vivete nuove esperienze! Perché no?

Una soluzione per l’immediato

Dopo aver identificato la radice di questo blocco mentale, realizzate dei piccoli compiti che avete in sospeso: la pulizia della vostra stanza, quella telefonata che avevate promesso di fare, portarvi avanti con il lavoro, eccetera. Prendete nota di tutte le cose che dovete sbrigare durante la settimana e, se vi è necessario posticipare qualche impegno, fatelo. Spesso questi doveri che rinviamo perché non ci piacciono sono una vera e propria zavorra per il nostro stato d’animo, perché si sommano al ciclo di pensieri demotivanti con una facilità straordinaria. Sicuramente vi sarà capitato di provarlo sulla vostra pelle, quando avrete dedicato un pomeriggio o una mattinata a disfarvi di tutti questi compiti e avrete sentito che questo peso che avvertivate scompariva.

Questo può essere l’inizio di una nuova tappa, dato che vedrete la realtà con una prospettiva più ottimista, la vostra vita prenderà un’altra piega e si aprirà a nuovi successi. Ci saranno sempre degli ostacoli lungo il nostro cammino, e affrontarli fa parte della corsa. Arricchitevi con nuove conoscenze, liberatevi di questi limiti che sono solo nella vostra testa e vivete con audacia!

Immagine per gentile concessione di Lubs Mary