Il lato positivo dell’ADHD

· 3 dicembre 2016

Quando parliamo di un qualsiasi tipo di disturbo, pensiamo subito che si tratti di una condizione dagli aspetti unicamente negativi. Tuttavia, non sempre è così. I disturbi, anche se presentano diverse caratteristiche che causano difficoltà e problemi, hanno anche un lato positivo. Oggi vogliamo concentrarci sull’ADHD, la sindrome da deficit di attenzione e iperattività, che viene diagnosticata sempre più spesso.

Disturbo non è sinonimo di malattia. Una sindrome non definisce chi siamo. Infatti, non è lo stesso dire “una persona depressa” e “una persona depressiva”. Il disturbo è diverso dal sintomo. Per questo motivo, anche se può sembrare difficile da credere, esiste un lato positivo dell’ADHD che può farci cambiare idea su questa mancanza di attenzione, sull’impossibilità di portare a termine un compito o l’impulsività che consideriamo sempre negativa.

Non sono al di sotto del “normale”, non valgo meno degli altri e non ho minori capacità, semplicemente funziono in modo diverso

Prima di immergerci nell’argomento del nostro articolo di oggi, è fondamentale chiarire che non tutti i bambini presentano i lati positivi di questa sindrome, proprio come gli aspetti negativi non si ripercuotono su tutti con la stessa intensità. Forse è perché non si conosce né si stimola questa parte, poiché ci concentriamo solo sul ridurre al minimo i sintomi. Tuttavia, anche se è necessario porgli un rimedio, è possibile anche vederne il lato positivo e, se possibile, potenziarlo.

La creatività dei bambini con ADHD

Pensavate che la mancanza di attenzione e l’impossibilità di portare a termine un compito siano aspetti del tutto negativi? Forse, ma non vi siete accorti di avere un figlio molto creativo. È proprio per questo motivo che agisce con spontaneità, esplorando tutto ciò che lo circonda e concentrandosi su quei dettagli che, per gli altri, sono insignificanti.

I bambini che soffrono di ADHD cercano modi diversi di divertirsi. Alcuni di questi sono molto curiosi e originali, frutto della loro capacità creativa. Se ci fate caso, inoltre, i bambini con ADHD cercano sempre di sperimentare, di cercare per conto loro. A questo proposito, sono molto indipendenti.

bambino-creativo

Forse l’aspetto peggiore è la frustrazione che provano quando li “costringono” a stare fermi, a “comportarsi bene”, a non esplorare intorno a loro e a non sciogliere le briglie della loro incredibile creatività. Ciò li annoia, li fa innervosire e può essere la causa di reazioni negative.

I bambini con ADHD non tollerano la monotonia

Per questo motivo, se ad un bambino con ADHD piace fare qualcosa, è fondamentale che la faccia. È vero che, molto spesso, non rispettano le regole e non fanno le cose come dovrebbero, ma se qualcosa li rende felici, stimolerà la loro creatività e li aiuterà ad essere giovani entusiasti, nel significato più ampio della parola.

Dimenticano gli episodi negativi

Che cosa succede a noi adulti? Quando viviamo un’esperienza negativa, ci preoccupiamo, a volte ci diamo la colpa e altre ci sentiamo feriti per molto tempo… In più di un’occasione, serbiamo persino molto rancore. Ciò non succede ai bambini che soffrono di ADHD.

È raro che un bambino o un adulto con ADHD conosca il rancore

Questo modo di affrontare le situazioni più difficili può essere molto positivo per il loro futuro. Al contrario di coloro che non soffrono di questa sindrome, infatti, riescono a dimenticare e il loro mondo non rimane ancorato alle circostanze che li hanno fatti arrabbiare.

Ciò si deve al fatto che vivono nel presente, ma anche perché tendono ad adattarsi alle circostanze. Dovuto al loro rifiuto per la noia, per le giornate tutte uguali che passano una dopo l’altra, i bambini con ADHD accolgono a braccia aperte tutte le novità che possono presentarsi nella loro vita, anche se non sono tutte positive.

bambina-felice-con-adhd

Per i bambini con ADHD, un cambio di programma dell’ultimo momento, un trasloco o una circostanza che li costringe a imboccare una certa strada nella loro vita non sarà mai un dramma. Questa capacità di adattarsi e dimenticare è una caratteristica che sarebbe utile a molti per evitare inutili preoccupazioni.

La loro energia è contagiosa

I bambini con ADHD sono incredibilmente energici. Infatti, sono loro a proporre nuovi giochi e nuove sfide con le quali divertirsi con i propri amici. Questi bambini adorano farsi nuovi amici, osservarli e contemplare le differenze come fonte di divertimento e ispirazione.

Questa energia, a volte, si traduce in impulsività. Di solito i bambini con ADHD non riflettono molto prima di agire, lo fanno e basta. Questo comportamento fa impazzire i genitori, che non riescono a vedere l’aspetto più positivo di questa impulsività: imparare in fretta.

Prima parlavamo della noia ma, cosa accade quando ad un bambino piace e interessa una cosa? I bambini con ADHD concentrano tutte le loro energie nel realizzare quella specifica attività. Se gli piace davvero qualcosa e possono farla, non la rimanderanno mai a domani.

bambino-con-adhd

Questa caratteristica li aiuta a sforzarsi al massimo nel compito che ha catturato la loro attenzione, a dare il meglio di sé, a mettere in gioco tutta la loro creatività. Forse domani ci sarà una nuova attività che li affascinerà di più, ma per oggi è questa e hanno intenzione di godersi il momento al massimo. Impiegheranno tutti i loro sforzi e ne trarranno massimo giovamento.

I bambini con ADHD sono ottimi osservatori. Ci sono molte cose delle quali non ci accorgiamo, ma che alla loro attenzione non sfuggono.

Anche se siamo abituati a vedere i disturbi da un punto di vista negativo, in realtà ce ne sono diversi che hanno anche un lato positivo. Ci basta guardarli da una prospettiva diversa per riuscire a potenziarne gli aspetti positivi e a inclinare la bilancia a loro favore.