Le persone autentiche parlano senza paura

Le persone autentiche pensano prima di parlare e ascoltano attentamente il loro interlocutore, ovvero sono empatiche durante una conversazione.
Le persone autentiche parlano senza paura

Ultimo aggiornamento: 10 aprile, 2022

Le persone autentiche parlano senza paura. Dicono quello che pensano e agiscono di conseguenza. Ma per questo hanno bisogno di sapere come, quando, a chi e perché raccontare le cose a modo loro. Devono dominare gli spazi e il tono della voce. In breve, devono possedere quelle che chiamiamo abilità sociali.

Le abilità sociali sono molto più che l’espressione di opinioni. Vengono utilizzate per interagire e relazionarsi con gli altri in modo efficace e soddisfacente. Sono il nostro modo di mostrarci al mondo, sono la nostra carta d’identità sociale. Mostrano la nostra essenza di esseri umani.

La mancanza di abilità sociali può essere un deficit alla base di molti disturbi psicologici. Alla luce di ciò, non sono importanti solo se vogliamo essere persone autentiche, ma anche per godere di benessere psicologico e per relazionarci con gli altri.

Donne che parlano.

Le persone autentiche sanno ascoltare

Le persone autentiche pensano prima di parlare e ascoltano attentamente il loro interlocutore, ovvero sono empatiche durante una conversazione.

Capiscono che due persone non devono condividere un’opinione, ma abbiamo tutti il diritto di essere ascoltati con lo stesso rispetto.

Il nostro peggior problema nella comunicazione è che non ascoltiamo per capire, ma piuttosto ascoltiamo per rispondere. Anche se molte volte non facciamo nemmeno il passo di ascoltare gli altri.

Saper ascoltare è un’arte e un’abilità che è possibile apprendere. Vuol dire prestare attenzione e rispondere all’altra persona, rispettare il suo punto di vista e mantenere una postura corporea adeguata. Tra le strategie per un buon interlocutore vi sono le seguenti:

  • Adottare un linguaggio del corpo aperto: guardare negli occhi l’interlocutore e assumere un’espressione rilassata. Annuire di tanto in tanto in modo che l’altra persona si accorga di essere ascoltata. Evitare di incrociare le braccia o le gambe perché quelle piccole barriere fisiche possono scoraggiare gli altri ad avvicinarsi.
  • Non interrompere la conversazione: potremmo essere tentati di finire la frase dell’altra persona per dimostrare che abbiamo compreso il messaggio o per spiegare perché pensiamo che si sbagli, ma questo può sembrare scortese. Meglio “mordersi lingua” finché l’altra persona non ha finito di parlare.
  • Dialogo di potere: la parola più potente in una conversazione è: “dimmi”. Ci sentiamo bene quando l’interlocutore ci pone domande pertinenti e ascolta attivamente le nostre risposte. Ciò mostra che sta seguendo i nostri pensieri e che la comunicazione si basa sull’empatia.
  • Scambio di parole: un dialogo non è un monologo. Conviene coinvolgere l’altro nella conversazione ponendo domande o proponendo argomenti di interesse per la discussione, ma non monopolizzare mai la conversazione.
Orologio biologico.

Le persone autentiche non sempre soddisfano gli altri

Le persone autentiche non sempre piacciono agli altri perché sanno dire sì o no quando necessario. Sanno essere d’accordo e in disaccordo in tutte le situazioni e non si sentono in colpa per questo. Sono maestri di assertività, una tra le varie abilità sociali.

L’assertività consiste nel difendere i propri diritti, nell’esprimere le proprie opinioni e nel dare suggerimenti in modo sincera senza cadere nell’aggressività o nella passività; rispettando gli altri, ma soprattutto rispettando i propri bisogni.

È un’abilità molto importante, perché consente di esprimere i propri sentimenti e difendere i propri diritti può essere meravigliosamente confortante. Quando diciamo quello che pensiamo, si vive in modo più autentico e felice.

Il primo passo per essere più assertivi è riconoscere il proprio universo interiore e comunicarlo. Se siamo sinceri e rispettosi, nulla di quello che diremo sarà sbagliato. Certo, va ricordato che difenderemo la nostra verità e non una verità assoluta. Partiamo sempre da punti di vista personali che hanno lo stesso valore di quelli del nostro interlocutore.

Allo stesso modo, mantenere un tono di voce appropriato, che non includa grida, aiuta a riaffermare la propria opinione. Urlare fa apparire in torto e sminuisce il messaggio.

Lo stesso accade con un’errata gestione delle distanze; se ci avviciniamo troppo possiamo apparire aggressivi e ostacolare la comunicazione. Va sempre rispettato lo spazio interpersonale.

Comunicazione tra persone autentiche.

Le abilità sociali vengono apprese

Se desiderate essere persone autentiche, ma non padroneggiate nessuna abilità descritta in questo articolo, non  preoccupatevi: è possibile apprendere le abilità sociali.

Non si tratta di abilità innate, bensì le acquisiamo attraverso l’osservazione e l’esperienza. Questo sviluppo avviene fondamentalmente nell’infanzia, di fatto i primi anni di vita sono essenziali per l’apprendimento di queste abilità.

Ma questo non significa che una volta adulti non possiamo impararle. Diversi approcci psicologici hanno lo scopo di insegnare le abilità sociali. La maggior parte combina esperienze sociali dirette, imitazione e rinforzo.

In conclusione, se desiderate diventare persone autentiche, ma non possedete o non eccellete nelle abilità sociali, consigliamo di rivolgervi a un psicologo che possa guidarvi.

This might interest you...
Percezione sociale: come percepiamo gli altri
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Percezione sociale: come percepiamo gli altri

La percezione sociale definisce una dimensione che non stiamo ancora sfruttando molto bene. È un utile strumento sociale.