Le sindromi psicologiche più curiose

9 luglio 2016 in Psicologia 0 Condivisi

La mente non smette mai di sorprenderci. Esistono alcune sindromi tanto curiose, quanto rare. Forse sembrano appartenere più all’ambito degli aneddoti che altro, ma non è così. Chi è appassionato all’argomento non può non conoscerle. Ecco alcune delle più sorprendenti.

Prima di tutto, però, cosa è una sindrome? Una sindrome è un insieme di sintomi che prova una persona in un momento determinato e a causa di circostanze concrete.

Le sindromi più curiose

Sindrome di Gerusalemme

Ne soffrono le persone che hanno già avuto alcuni disturbi mentali. Queste persone, quando visitano Gerusalemme, hanno illusioni psicotiche, credono di essere certi personaggi biblici, iniziano a usare una toga, a cantare inni, recitare versetti della bibbia, a predicare in pubblico, ecc. In genere gli ospedali ricevono ogni anno circa 40 persone con questa sindrome.

La Sindrome di Wild Man o dell’uomo selvatico

Questa sindrome esiste solo in Papua Nuova Guinea. Si tratta di un disturbo del linguaggio che si manifesta solo in uomini tra i 30 e i 35 anni, i quali iniziano a parlare in modo strano. Gli abitanti iniziano a gridare “È un uomo selvaggio, è un uomo selvaggio!”. Lungo il decorso, la persona commette piccoli furti e dopo qualche settimana torna a casa come se nulla fosse successo.

La Sindrome di Koro

Koro significa “testa di tartaruga” e questa sindrome si manifesta solo in Cina, India e nel sudest asiatico. Il soggetto crede che il suo pene si stia riducendo, ritirandosi gradualmente nell’addome. È accompagnata da ansia grave, attacchi di panico e a volte anche schizofrenia paranoide.

In alcune occasioni può colpire anche le donne che credono che la loro vulva, i seni e i capezzoli si stiano riducendo. Si considera abbia un’origine per lo più culturale. Un’ulteriore curiosità: nel 1967 ci fu una rivolta a Singapore, gli uomini credevano che gli fosse stato rubato il pene!

La Sindrome di Dhat o Dhatu

Conosciuta anche come la neurosi sessuale d’oriente. Si considera nevrosi sessuale quella in cui l’individuo è ossessionato dalla convinzione di perdere sperma involontariamente. Come la sindrome precedente, interessa gli uomini del sudest asiatico ed ha una motivazione per lo più culturale. In genere colpisce uomini immigrati di recente e che devono tornare nel loro paese.

La Sindrome di Parigi

Colpisce solo i turisti giapponesi. Quando contemplano la città di Parigi, entrano in una sorta di depressione. Tra i milioni di giapponesi che visitano la città ne soffrono circa una decina di turisti ogni anno. È una specie di shock culturale che soffrono quando vedono la differenza tra l’immagine ideale che avevano della città, vista in film come Il favoloso mondo di Amelie, e la caotica e agitata città che trovano. Le circostanze intorno alle quali si verifica questa sindrome sono talmente curiose che persino l’ambasciata giapponese ha una linea disponibile 24 ore al giorno per queste persone.

La Sindrome di Ekbon

Viene chiamata anche delirio parassitario, delirio da infestazione o parassiti immaginari. Consiste nel credere che la casa sia infestata dagli insetti, a volte si arriva a soffrire anche di punture o irritazioni. Un dato molto curioso è il “sintomo della Scatola di Fiammiferi”, che fa riferimento al fatto che, in molti casi, questi pazienti vanno dal medico con una scatola di fiammiferi in cui dicono di avere un insetto da mostrare. Quando aprono la scatola, il dottore resta perplesso perché all’interno c’è solo un batuffolo di polvere.

Sono sindromi curiose, vero? La mente è davvero ricca di angoli bui e misteriosi…

Immagine per gentile concessione di West Coast Scapes

Guarda anche