Lotta di potere nella coppia: perché è importante?

· 3 gennaio 2018

Un celebre e classico detto recita: “dopo  la tempesta, arriva la calma”. Ma cosa succede quando questa tempesta rappresenta il picco di felicità che si è soliti provare all’inizio di una relazione? La calma segna la fine della favola e gli ormoni rivoluzionari dell’amore lasciano il posto ai conflitti e all’inizio della lotta di potere nella coppia.

Sebbene questa affermazione possa avere delle connotazioni negative, non deve essere necessariamente così. Il conflitto nella coppia può essere sano, purché sia percepibile, se ne conoscano i fattori scatenanti e si eviti che esso generi un effetto di palla di neve.

La lotta di potere nella coppia

Como abbiamo già menzionato, l’effetto dell’innamoramento cessa e con esso si passa da uno stato di generosità senza limite alla ricerca di un equilibrio nel quale, in certi casi, recuperiamo il primo posto nella lista delle prioritàL’intenzione è quella di trovare una stabilità e una sicurezza che in un modo o nell’altro ristabilisca la nostra autonomia o buona parte di essa. Si tratta di un momento importante e il modo in cui avvererà questo adeguamento sarà determinante per il futuro della coppia.

Arriva un momento nel quale si genera una lotta di potere nella coppia. Tuttavia, essa sarà più o meno forte in funzione della maturità delle persone, dell’idealizzazione e anche della generosità dimostrata durante “l’apice dell’innamoramento”. Se entrambi i partner si servono degli strumenti emotivi adeguati, è probabile che questa “guerra” non comporti un eccessivo logoramento.

Coppia che discute davanti ad una finestra

La convergenza delle forze interne di solito avviene a livelli diversi. È un bisogno intrinseco a ciascun membro, che necessita di auto-affermarsi. È una forma di egocentrismo che può sfociare in accuse.

Comunque sia, è importante riconoscerne la dinamica così da evitare di accusare l’altra persona di tutti i problemi che riguardano la coppia. In tal modo, la guerra per il potere si placa e i pilastri della relazione potranno rimanere saldi.

Como riconoscere i sintomi della lotta di potere?

Poter identificare una lotta di potere nella coppia non significa essere in grado di risolverla, nonostante questo rappresenti il primo passo. Vi invitiamo, dunque, a osservare se nella vostra relazione sono presenti alcuni di questi sintomi:

  • Volete avere sempre ragione entrambi e sostenete il vostro punto di vista fino al punto di non ascoltare l’altra persona e non riuscite in alcun modo a mettervi nei suoi panni.
  • Vi concentrate solamente e in modo costante sui vostri interessi, attribuendo meno importanza a quelli del vostro partner. Ricordatevi che formate una squadra.
  • L’essere umano non è perfetto, per questo inevitabilmente commettiamo anche degli errori. È meglio non sottolineare sempre i difetti dell’altra persona, se prima non riusciamo ad accettare i nostri.
  • La coppia perfetta non esiste. Vale a dire, l’altra persona che all’inizio era così meravigliosa non è diventata un mostro. Non bisogna permettere che i disaccordi idealizzino ancor di più lo stato iniziale del rapporto e peggiorino il presente.
Coppia che discute

Si può ribaltare l’accanita lotta di potere?

Sì, la risposta è affermativa. In generale la lotta di potere è provocata da sentimenti di insicurezza e inferiorità. Tuttavia, il fatto di sentirci poco valorizzati non ci deve indurre a mostrare la nostra superiorità. Per questo, sarebbe utile fare alcuni esercizi:

  • Provate ad essere solidali: il partner non è solo il nostro grande amore, è anche un compagno, un collega, è la persona con cui ci confidiamo di più. Prima di offenderlo, cerchiamo di essere gentili, comprensivi e cortesi, come se stessimo parlando con un amico, non con un rivale o un nemico.
  • Lasciamoci alle spalle il costante bisogno di vincere, dato che non si tratta di una competizione. Cerchiamo gli elementi in comune, non quelli che ci separano.
  • Lottiamo per la relazione, non tanto per noi stessi. Se ci prendiamo cura della coppia, in realtà, ci prendiamo cura anche di noi stessi.
  • Il contatto fisico è fondamentale. In realtà, è una forma di comunicazione intima e una fonte di piacere inesauribile che può essere alimentata con un po’ di fantasia.
  • Chiediamo le opinioni di altre persone, cerchiamo la felicità nella coppia attraverso l’affetto, e abbattiamo la paura del rifiuto.

Se mettiamo i pratica questi esercizi, eviteremo che la lotta di potere nella coppia provochi ferite e problemi e ci accorgeremo anche che questo fenomeno sarà positivo per la relazione. Entrambi i membri avranno il loro spazio, si sentiranno valorizzati e non saranno insicuri.