Modelli di pensiero che provocano stress e ansia

· 24 giugno 2015

Potenzialmente lo stress è qualcosa che minaccia tutti. I diversi avvenimenti e conflitti della vita possono causare stress in una persona. E se questi avvenimenti e conflitti si accumulano, i problemi per la salute mentale potrebbero essere significativi. La memoria e le immagini di questi eventi calano sulla vita della persona e portano a dolore e sofferenza.

Tuttavia, sebbene vengano superati, quando si rievocano queste immagini si possono creare situazioni tese che predispongono allo stress e all’ansia. Queste immagini sono elementi interni che causano stress persino in assenza di fattori reali.

È importante essere consapevoli delle trappole in cui possiamo cadere e che ci causano stress.

Per farlo, vediamo le distorsioni cognitive più comuni che possono creare stress. Bisogna essere a conoscenza di queste distorsioni per reimpostare i modelli di pensiero che ci portano ad esse.

pensieri

Distorsioni cognitive che provocano stress e ansia

#1 – Perché lo pensate non significa che sia reale

Tendiamo a credere che alcuni dei nostri pensieri siano reali perché hanno una grande forza, perché sono stati accettati da altri o perché li abbiamo ripetuti molte volte, ma in realtà i pensieri sono solo pensieri e non rappresentano necessariamente una realtà oggettiva.

C’è un elemento soggettivo che inizia a mettersi in moto in queste situazioni, quando distorciamo la realtà e immaginiamo ogni tipo di scenario relazionato all’evento. In questo modo, la percezione può essere responsabile dei sentimenti di ansia e insicurezza che si provano. È essenziale verificare la realtà prima di arrivare a conclusioni e supposizioni sulla situazione.

#2 – Giudizi di valore su supposizioni soggettive

Quando cominciamo a credere che tutti i pensieri sono veri solo perché appaiono così nella nostra immaginazione, ci troviamo di fronte a pensieri distorti. Questa forma irrazionale di pensieri compare perché tendiamo a creare opinioni e giudizi di valore su persone, situazioni ed eventi.

Di nuovo, l’andamento soggettivo può distorcere la realtà. Quando basate le vostre conclusioni solo su quello che pensate, potete incappare in questo tipo di distorsioni. A volte pensieri a caso ci passano per la mente e seminano pensieri irrazionali.

#3 – Non tutti i pensieri sono ugualmente importanti

Quando iniziate a credere che tutti i pensieri hanno la stessa importanza, commettete un errore. Alcuni pensieri rappresentano solo la nostra opinione o sono il risultato della nostra valutazione specifica. Alcuni potrebbero essere importanti e altri potrebbero essere irrilevanti.

Tuttavia, in generale non sappiamo discriminare i pensieri importanti da quelli irrilevanti, e traiamo conclusioni che ci portano allo stress. Dobbiamo essere consapevoli di quali pensieri sono esagerati e generalizzabili.

#4 – Pensieri minacciosi

A volte immaginiamo una minaccia in ogni situazione e iniziamo a credere a ogni pensiero che ci passa per la testa. Non tutti i pensieri sono reali; alcuni pensieri creano minacce innecessarie, si tratta dei pensieri disfunzionali.

Tuttavia, la persona che li riceve tende a crederci e si sente minacciata e stressata. Dobbiamo fare attenzione a questa tendenza e non cedere di fronte a ogni pensiero che ci viene in mente.

#5 – Rimanere aggrappati a uno stile di pensiero stressante

A volte possiamo rimanere intrappolati ad uno stile di pensiero che abbraccia la permanenza, l’onnipresenza e la personalizzazione.

Queste trappole possono causare uno stress immenso nella persona, che crede che questo durerà per sempre (distorsione di permanenza), anche se in realtà pochissimi fattori di stress durano per sempre.

#6 – Generalizzazione degli stati di stress

Quando una persona tende a credere che gli effetti dello stress sono generalizzati e che danneggeranno tutti gli aspetti della propria vita, sta commettendo un errore nel suo modo di pensare e ha bisogno di ristabilire la sua forma di pensiero.

Le persone pessimiste tendono a commettere questo errore di iper-generalizzazione e cominciano a credere che lo stress che interessa una parte della loro vita presto o tardi invaderà tutto. In realtà, però, non è così.

Controllare i pensieri per combattere lo stress

È possibile combattere lo stress in maniera più efficace quando cerchiamo di trattarlo tramite il controllo dei pensieri.

Tenetelo in conto per non distorcere le vostre conclusioni e reimpostare la vostra mente con modelli di pensiero salutari e funzionali.