Il meraviglioso mondo della sindrome di Asperger

· 22 aprile 2016

Il mondo delle persone con sindrome di Asperger è lo stesso di tutti gli altri, ma il modo in cui lo vedono ha bisogno soprattutto di una grande dose di empatia. D’altra parte, bisogna sottolineare che la sindrome di Asperger non è una malattia, ma presenta alcune caratteristiche che condizionano la vita sociale di chi ne è affetto e di chi gli sta attorno.

In altre parole, le persone con Asperger convivono con gli elementi che danno il nome a questa sindrome, quindi è molto importante che li conoscano, ma anche noi dobbiamo essere in grado di comprenderli. In questo modo, aiuteremo a migliorare il loro rendimento personale e le loro abilità sociali.

Quando non lo facciamo, chi ha la sindrome di Asperger può sentirsi confuso, triste e ansioso. È nostro dovere spiegare loro cosa li caratterizza e fare capire loro che sono solo aspetti, differenze che non li rendono né migliori né peggiori degli altri. Se riusciamo a farglielo capire, potranno farsi un’idea del mondo in cui vivono e sarà più semplice per loro adattarvisi.

I bambini speciali non hanno una malattia, è solo una condizione, non cercano una cura, vogliono solo essere accettati.
Anonimo

Che cos’è la sindrome di Asperger?

Secondo la definizione che danno molte associazioni, l’Asperger è un disturbo pervasivo dello sviluppo, di natura neurobiologica, considerato una forma dello spettro autistico. Per una corretta diagnosi di Asperger, di solito si tengono in considerazione i seguenti aspetti:

  • Problemi con i modelli tipici di interazione sociale, compresi quelli con le persone più vicine, come è il caso dei genitori.
  • Espressione della lingua colloquiale e possibili problemi nella comunicazione non verbale. In genere, la capacità di linguaggio è elevata, ma ci sono difficoltà nell’utilizzarlo in un dialogo con altre persone: interpretare ambiguità semantiche, l’ossessione per temi specifici o leggere tra le righe, ad esempio.
  • Mancanza o mantenimento dello sguardo quando si parla: le persone con Asperger evitano con frequenza il contatto visivo quando si rivolgono agli altri.
Asperger2

Il meraviglioso mondo della sindrome di Asperger

Come afferma l’esperto Álvaro Girón Martín, il mondo visto dalle persone con Asperger può essere meraviglioso, perché dietro la faccia negativa della moneta, ce n’è un’altra positiva che è quella di cui vogliamo parlarvi oggi. In questo senso, Martín ci rivela alcuni aspetti molto interessanti:

  • Piena fiducia. Dati i problemi di integrazione sociale che hanno le persone con Asperger, quando incontrano qualcuno che le comprende, questi entra a far parte della loro cerchia di fiducia e si relazionano con lei con totale sincerità.
  • Grande capacità di ascolto. Al contrario di quanto si possa pensare, le persone con Asperger hanno una buona capacità di ascolto, non interrompono di continuo e non emettono giudizi personali nel bel mezzo di una normale conversazione.
  • Conversazione produttiva e coerente. Hanno il loro modo di vedere le cose e di conseguenza difendono il loro punto di vista, non si fanno trascinare dal resto della società.
  • Immaginazione senza limiti. Lo psichiatra Michael Fitzgerald, esperto della sindrome di Asperger, sottolinea la grande creatività e l’ingegno di chi ha questa sindrome. L’inquietudine e la preoccupazione per determinati temi li rende esperti, anche se non hanno titoli che lo accreditino.
Asperger3

  • Grande memoria. L’impegno in attività e in ambiti concreti porta le persone con Asperger a sviluppare una memoria eccezionale, il che assicura loro un certo successo in diversi campi della conoscenza.
Non scegliamo la nostra vita, ma possiamo decidere cosa fare con l’allegria e la tristezza che riceviamo.
Paulo Coelho

In definitiva, il mondo delle persone con Asperger può essere meraviglioso sempre che vengano comprese le loro difficoltà e potenziate le loro qualità positive e particolari. Per questo motivo, la comprensione e la conoscenza sono un requisito indispensabile per il loro sviluppo personale, come abbiamo anticipato all’inizio dell’articolo.

Curiosità: libri e film

La sindrome di Asperger è piuttosto comune e, fortunatamente, è sempre più integrata nelle diverse culture del mondo. Di fatto, esiste un’infinità di libri, film, articoli, documentari che affrontano questa tematica avvicinandola a chi ancora non la conosce.

A dimostrazione di ciò, possiamo citarvi alcuni esempi, come il libro Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte oppure il film intitolato Il mio nome è Khan, tra i tanti. Sempre sul tema della sindrome di Asperger, è il famoso cartone animato Caillou, il cui protagonista stringe amicizia con dei coetanei autistici o con altre difficoltà.

Forse il cartone animato Caillou non è propriamente realistico in alcuni aspetti, ma di sicuro fa capire ai bambini l’importanza di comprendere il danno che possono causare i falsi pregiudizi, così come il grande potere dell’amicizia e della solidarietà emotiva.

Ogni persona che vedi sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii sempre gentile.

Anonimo