Narcisismo eccessivo: 5 possibili cause

2 giugno 2018 in Psicologia 0 Condivisi
Donna che si guarda allo specchio narcisismo eccessivo

Le cause di un narcisismo eccessivo risiedono in carenze o eccessi sperimentati durante l’infanzia. Talvolta si tratta di carenze affettive o stimoli inadeguati. In altre occasioni, invece, la nota predominante è l’eccesso: i genitori hanno esagerato nel voler soddisfare i bisogni del proprio bambino.

I problemi associati al narcisismo si manifestano a diversi livelli. A volte si tratta semplicemente di un aspetto del proprio carattere. Altre volte di un vero e proprio disturbo narcisistico di personalità, che è ben più grave. In quest’ ultimo caso, la grandiosità e l’egoismo prendono il sopravvento su qualunque altro aspetto della personalità, sfociando talvolta in atteggiamenti asociali.

“La timidezza possiede una strana componente di narcisismo, una convinzione che come appariamo e come agiamo sia davvero importante per gli altri.”

—  André Dubus

A seconda delle cause che l’hanno scatenato, il narcisismo eccessivo si manifesterà in modo diverso. Tuttavia, esistono dei tratti comuni, anche se di diversa intensità. 

Generalmente, a prevalere sono la grandiosità, l’arroganza, la tendenza ad approfittare degli altri e i problemi relazionali in genere. Talvolta possono esserci anche altri tratti meno evidenti che indicano un senso di inferiorità. In ogni caso, le principali cause di un eccessivo narcisismo sono le seguenti.

Cause del narcisismo eccessivo

Abuso

Molte volte si tende a credere che chi abbia subito abusi durante l’infanzia diventi estremamente timido e introverso. Non sempre è così. In molte occasioni si verifica l’esatto contrario. La vittima sviluppa una personalità narcisista e cerca di porsi sempre al di sopra di tutti gli altri.

L’abuso è una delle cause più complesse del narcisismo che, in questo caso, funziona come un meccanismo di compensazione e di difesa. Viene a crearsi l’idea del ”non sarò mai più vittima di nessuno”. Per questo si tende a ”gonfiare” la propria immagine, fino a esaltare esageratamente il proprio Io.

Bambino triste che guarda dalla finestra

Abbandono

Quando si è vittime di abbandono, si verifica una situazione simile a quella esposta nel punto precedente. La persona in questione durante l’infanzia ha provato una sensazione di vulnerabilità talmente profonda che decide di innalzare un muro tra sé e il mondo circostante. Tale muro è un narcisismo eccessivo. In questo caso, la principale conseguenza dell’abbandono è un’ enorme difficoltà a provare empatia.

Il narcisismo serve da corazza. Una corazza al cui interno si nasconde una persona estremamente fragile. Per questo, non deve sorprendere che queste persone siano davvero terrorizzate dal rifiuto o che provino una forte vergogna per come si sentono interiormente. Il narcisismo serve solo per occultare questi sentimenti.

Incoerenza dei genitori

L’incoerenza dei genitori è una delle principali cause del narcisismo. Essa consiste in una mancata coerenza tra parole e azioni o tra le azioni stesse. Ciò significa che i genitori dicono una cosa, per poi farne un’ altra totalmente diversa o che sono imprevedibili e non si sa mai come potrebbero comportarsi.

Questo comportamento è tipico dei genitori ansiosi. E dà luogo a forti insicurezze nei bambini. Tali genitori elogiano i propri figli in maniera esagerata e allo stesso tempo li criticano troppo severamente. Il narcisismo è la risposta all’angoscia provocata da criteri mutevoli e incoerenti.

Ragazza confusa dai genitori

Sopravvalutazione infondata da parte dei genitori

Questo atteggiamento è tipico dei genitori che si sentono in colpa. Probabilmente non dedicano abbastanza attenzione e tempo ai propri figli. E sanno che è sbagliato. Per compensare, spesso e quasi mai nel modo giusto, provano a mettere in risalto pregi e talenti che a loro parere i loro figli posseggono, a prescindere dal fatto che siano reali o meno, dato che non li conoscono abbastanza.

Lo fanno attraverso elogi esagerati e regali costosi nel tentativo di compensare e nascondere la carenza di affetto reale. Qualunque cosa facciano i loro figli, si sentono obbligati a elogiarla, così che nessuno possa mettere in dubbio l’affetto che provano per loro. Ma così il bambino si costruisce un’immagine di sé idealizzata, e per niente corrispondente alla realtà.

Isolamento difensivo

L’iperprotezione è una forma di maltrattamento. Trasmette un messaggio di ansia e paura. Imprime un pensiero nella mente del bambino: sono incapace di affrontare le vicissitudini della vita. Inoltre lo induce a pensare che in lui ci sia ”qualcosa di speciale” che vada costantemente protetto, una sorta di debolezza insita nel suo essere. E questo alimenta tanto l’insicurezza quanto il narcisismo.

Con il tempo ciò conduce a uno stato di isolamento difensivo. L’individuo si rifugia in una sorta di bolla. Pensa che gli altri, se gli vogliono bene, devono proteggerlo e porsi al servizio delle sue necessità. Diventa incurante delle necessità altrui.

Ragazzo dentro una bolla

Le cause del narcisismo eccessivo molte volte hanno a che fare con il narcisismo degli stessi genitori. Talvolta essi pretendono di risanare le ferite della propria autostima o realizzare i propri desideri narcisistici attraverso i figli. Il problema è che finiscono per ottenere l’esatto contrario. A tale proposito, ricordiamo che la psicoterapia può fornire un valido sostegno nel recupero di un amor proprio sano e potente.

Guarda anche