Narcisismo ed egocentrismo

Chi è più problematico, il narcisista o l'egocentrico? Questi due tratti della personalità non sono uguali. Alcune sfumature li differenziano ed è importante conoscerle.
Narcisismo ed egocentrismo

Ultimo aggiornamento: 26 marzo, 2022

Narcisisti, egoisti, egocentrici… Spesso li confondiamo o usiamo arbitrariamente questi aggettivi pensando che siano sinonimi. Tuttavia, esistono chiare differenze tra narcisismo ed egocentrismo, al punto che il primo può manifestarsi come un disturbo di personalità.

Pochi concetti sono così comuni nel linguaggio quotidiano. Di solito etichettiamo una persona come “egocentrica” perché ha dato la priorità ai propri bisogni e desideri prima dei nostri; non esitiamo a chiamare “narcisista” qualcuno che vede e interpreta gli eventi dalla propria prospettiva senza considerare quella altrui.

Questa arbitrarietà nella terminologia diluisce il significato originario e anche l’opportunità di applicare correttamente questi concetti. Scoprire la sottile linea che separa i due universi psicologici del narcisismo ed egocentrismo sarà tanto curioso quanto importante.

Donna che si guarda allo specchio che simboleggia le differenze tra narcisismo ed egocentrismo.

Quali sono le differenze tra narcisismo ed egocentrismo?

Prima di approfondire le differenze tra narcisismo ed egocentrismo, vale la pena di riflettere su un aspetto. Ognuno di noi ospita un universo interiore da cui percepiamo e interpretiamo il mondo.

Tutti noi, in qualche modo, possediamo una percezione “egocentrica” che va dall’interno verso l’esterno, dalla mente al mondo che ci circonda.

C’è chi lo porta all’estremo e raramente esce da quel guscio interiore per connettersi con gli altri, per cedere ad altre visioni, imparare da altri approcci o condividere idee comuni.

Sia il narcisismo sia l’egocentrismo rientrano in uno spettro che va da un raggio più accettabile a quello più patologico. Distinguiamo ora le caratteristiche proprie di ogni area psicologica.

Il narcisismo, uno stile di personalità che può costituire un disturbo

Stile di personalità o problema di educazione? È spesso la prima domanda che gli esperti si pongono quando approfondiscono il narcisismo.

In molti casi si tratta di un comportamento che si deve a una scarsa educazione in cui la mancanza di limiti ha delineato un profilo manipolatore. Vediamo, però, le caratteristiche che lo definiscono.

  • Il narcisismo può manifestarsi come un disturbo della personalità. Tuttavia, come anticipato, questo comportamento può essere evidenziato in modo più attenuato o rientrare già in una categoria clinica: il disturbo narcisistico di personalità.
  • In media il narcisista ha un notevole bisogno di monopolizzare tutta l’attenzione, tendenza che confina con la megalomania e le manie di grandezza. Ora, c’è un tratto da tenere in considerazione per distinguerlo dall’egocentrico: i narcisisti hanno bisogno di avere persone intorno a loro per rafforzare la propria “grandezza”. Usano gli altri per sentirsi qualcuno, non è così per gli egocentrici.
  • Non si connettono né si preoccupano dei sentimenti altrui. Uno dei tratti più sorprendenti del narcisista è la mancanza di empatia.
  • Una delle differenze più comuni tra narcisismo ed egocentrismo è che nel primo caso si mostra sempre un chiaro sentimento di superiorità. L’egocentrico non lo cerca e non ne ha bisogno.
  • Il narcisista costruisce i propri valori e il proprio senso morale, dunque stabilisce le regole e a commettere talvolta atti non etici. Lo studio condotto all’Università di Liverpool dalla Dott.ssa Victoria Blinkorn mostra una relazione significativa tra narcisismo e comportamento criminale.

L’egocentrico, un pregiudizio cognitivo

Una delle differenze tra narcisismo ed egocentrismo è che mentre il primo definisce uno stile di personalità, il secondo si manifesta sotto forma di pregiudizi cognitivi.

Oltre a ciò, non costituisce una categoria clinica diagnostica. È un modo di pensare, di interpretare la realtà. Sebbene la la linea di separazione tra l’uno e l’altro sembri minima, non è così.

Lo psicologo svizzero Jean Piaget ha definito l’egocentrismo come un modo di pensare che definisce i bambini di età inferiore agli otto anni. Si tratta di interpretare e vedere il mondo da un’unica prospettiva: quella di se stessi. A poco a poco, e man mano che si raggiunge la maturità, si impara a integrarsi nelle prospettive degli altri.

Tuttavia, alcune persone continuano a manifestare questo stile di pensiero anche in età adulta. C’è chi parla di immaturità o anche di una certa incapacità di connettersi con le prospettive altrui, andando oltre le proprie opinioni e pensieri.

Allo stesso modo, spesso compare un altro pregiudizio, il bias di somiglianza, che ci fa pensare che gli altri la pensino come noi.

L’egocentrismo è fondamentalmente un culto del sé, ma senza raggiungere manie di grandezza né si prova il bisogno di monopolizzare. Allo stesso modo, non si mostra mancanza di morale o tendenza a comportamenti criminali come i narcisisti.

Uomo che indica se stesso.

Come capire se si tratta di narcisismo oppure egocentrismo?

A volte incontriamo alcune persone che possono confonderci. Come capire a loro se si ha davanti una persona narcisista o egocentrica?

  • Il narcisista è manipolatore e cerca sempre qualcosa in cambio. L’egocentrico aspira solo ad avere ragione, a imporre il suo punto di vista.
  • Il narcisismo usa le emozioni altrui per esercitare il controllo e a tale scopo all’inizio può essere amichevole e seducente. A poco a poco, noteremo un cambiamento di personalità e intenzioni.
  • Dal canto suo, l’egocentrico è meno sofisticato. La sua condotta può sembrare immatura e persino infantile. Non manipola e mostra sin dall’inizio la sua natura: qualcuno che prende in considerazione solo prospettive, opinioni e bisogni propri.

Conclusioni

Narcisismo ed egocentrismo possono essere entrambi problematici. Tuttavia, è bene ricordare che il narcisista può agire in modo più dannoso.

This might interest you...
Ignorare un narcisista: quali conseguenze?
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Ignorare un narcisista: quali conseguenze?

Quando si decide di ignorare un narcisista, assisteremo a una serie di atteggiamenti tossici che è meglio rimuovere dalle nostre vite.



  • Blinkhorn, Victoria & Lyons, Minna & Almond, Louise. (2018). Criminal Minds: Narcissism Predicts Offending Behavior in a Non-Forensic Sample. Deviant Behavior. 1-7. 10.1080/01639625.2017.1422458.