Nebbia mentale e corretta alimentazione

7 Aprile 2019
Il troppo lavoro, l'eccesso di doveri o l'abuso di sostanze possono causare una sensazione di nebbia mentale

Forse vi sarà capitato di provare una sensazione di confusione o di mancanza di lucidità mentale, così come di avere la mente annebbiata, o di sentirvi spaesati o sovraccarichi. Questo fenomeno è conosciuto come nebbia mentale e di solito è accompagnato da problemi di memoria o difficoltà a concentrarsi e ad articolare le parole.

Il troppo lavoro, l’eccesso di doveri o l’abuso di sostanze (come l’alcol, il tabacco o le droghe) possono causare questa sensazione di nebbia mentale. Tuttavia, ci sono diverse soluzioni per diradarla. Mangiare bene, dormire di più o meglio, fare attività fisica con regolarità o rilassarsi sono tra queste.

Un’altra soluzione può essere disintossicare l’organismo, visto che le tossine accumulatesi a causa dell’inquinamento e dell’alimentazione scorretta influiscono su questa condizione cerebrale. Scopriamo di più sull’argomento.

Cosa eliminare dalla dieta per diradare la nebbia mentale

I cosiddetti veleni bianchi sono il primo elemento da eliminare dalla dieta. Per veleni bianchi si intende lo zucchero raffinato e tutti gli edulcoranti. Fanno parte di questo gruppo anche lo sciroppo di mais, il riso bianco, la farina raffinata e i suoi derivati. In alcuni casi, anche il sale fino e persino il latte pastorizzato devono essere eliminati.

La nebbia del cervello zucchero

L’origine vegetale di alcuni di questi prodotti non li rende salutari. Sostituiteli con cibi integrali o non raffinati ed eliminate dalla vostra dieta qualunque prodotto che non può essere considerato davvero un alimento. Tra questi gli edulcoranti e gli alimenti a zero calorie, che possono essere ancora più dannosi dello zucchero.

Ma perché bisogna eliminare questi prodotti dalla propria dieta per diradare la nebbia mentale? Il motivo principale è che il cervello si alimenta di carboidrati. I carboidrati raffinati causano un picco davvero stimolante di glucosio, ma il successivo calo è altrettanto immediato, per cui produce uno stato di astinenza. Ne conseguono sbalzi d’umore, irritabilità, stanchezza, confusione, perdita della capacità di giudizio.., insomma: nebbia mentale.

Altre associazioni tra i cibi e la nebbia mentale

D’altra parte, evitare -per quanto possibile- gli alimenti a base di glutine aiuta a ridurre le distrazioni e a migliorare la propria concentrazione. È stato scoperto che il grano peggiora i disturbi mentali come la schizofrenia, l’autismo e l’ADHD. Sebbene eliminare del tutto il glutine potrebbe scatenare sintomi di astinenza temporanea, in generale, vale la pena provare.

Bisogna anche ridurre nella dieta gli additivi alimentari. Molti di questi si trovano curiosamente negli alimenti pubblicizzati come salutari. Nella lunga lista degli effetti collaterali da essi scatenati, troviamo la nebbia mentale e altri sintomi associati al cervello. Tra questi, mal di testa, sbalzi d’umore, nausea, ansia e depressione.

…E la caffeina?

Per concludere, per diradare la nebbia mentale e migliorare la concentrazione  non bisogna consumare caffeina, o, almeno, limitarne il consumo. Il caffè e il tè offrono molti benefici per la salute e possono aiutare a rimanere svegli e concentrati.

Tuttavia, la caffeina causa dipendenza, dunque interromperne l’assunzione può causare i sintomi tipici da astinenza. Tra questi: nebbia mentale, mal di testa, affaticamento e persino sintomi simili all’influenza, come nausea e vomito.

Cosa mangiare per stimolare le funzioni cerebrali

Riuscire a scongiurare la nebbia mentale non è così complicato. Dovete solo seguire una dieta a base di prodotti naturali e sani. Sebbene ci siano molti possibili approcci e anche dibattiti in merito, la maggior parte degli esperti concordano su alcuni aspetti basilari.

I grassi salutari sono un importante combustibile per il nostro cervello. Alimenti come le noci, l’avocado, l’olio di cocco, l’olio vergine d’oliva (non raffinato), il salmone, le uova e la carne ecologica sono ottimi per ottimizzare le funzioni cerebrali. Inoltre, è stato scoperto che i grassi saturi come l’olio di cocco o il burro di Ghee apportano diversi benefici al cervello.

Mangiare bene con il salmone

È altrettanto importante prevenire la disidratazione bevendo molta acqua e consumando alimenti ricchi di liquidi. Il volume di acqua nel cervello raggiunge il 75%, per cui persino uno stato di disidratazione lieve potrebbe danneggiare la capacità di pensare lucidamente. In effetti, è sufficiente appena un 2% di disidratazione per fare in modo che l’attenzione, la memoria e altre abilità cognitive ne risentano.

Altri alimenti utili a dissipare la nebbia mentale

Un’altra buona abitudine per prevenire la nebbia mentale è aggiungere lo iodio alla propria dieta. Le alghe marine sono una buona scelta, visto che sono alimenti molto ricchi di iodio; in alternativa si può consumare il sale iodato.

Molto utili a stimolare la lucidità mentale sono anche i mirtilli (freschi o congelati). Un numero considerevole di pubblicazioni sostiene che questi frutti rossi hanno effetti positivi sulle funzioni cognitive.

Consumare questi alimenti potrebbe non eliminare del tutto la nebbia mentale, ma sono di grande aiuto per attenuarla. Inoltre, miglioreranno la nostra salute generale, il che è sicuramente un vantaggio.