Non è essere egoisti, è prendersi cura di sé stessi

· 30 luglio 2015

Dire a una persona che non vogliamo più avere a che fare con lei, che abbiamo bisogno di prendere le distanze, che vogliamo prenderci alcuni giorni per noi in solitudine, che vogliamo passare più tempo con altre persone, …

È probabile che, se in qualche momento della vostra vita avete deciso di dire queste cose a qualcuno, vi sarete sentiti rispondere: “sei un egoista”.

Siamo davvero degli egoisti se osiamo difendere le nostre necessità e il nostro benessere? Assolutamente no! Questo vuol dire prendersi cura di sé stessi, ma non è sempre una cosa semplice da capire per coloro che ci stanno attorno. In generale, le persone giudicano gli atti altrui con molta facilità, senza porre attenzione alle necessità interiori di ognuno, del suo equilibrio e delle sue gioie.

Essere consapevoli di cosa è positivo per sé stessi è una delle cose più importanti della vita. È fondamentale, così come lo è respirare, sognare, avere progetti e una motivazione. Ora vi spiegheremo perché e vi invitiamo a mettere in pratica i nostri consigli.

Imparate a prendervi cura di voi stessi

Non osiamo mai, passiamo la maggior parte della nostra vita soffocando i nostri sogni e i nostri bisogni. Perché? Tutti abbiamo obblighi giornalieri, un lavoro che porta via molto tempo e che dà tante preoccupazioni, familiari che pretendono di essere sempre al centro dell’attenzione e non pensano alle nostre necessità, amici che risultano essere più tossici che terapeutici, ecc.

Senza rendercene conto, finiamo per dare priorità alle vite degli altri e non alla nostra. Diventiamo forse persone migliori così facendo? Assolutamente no.

Per prendersi cura di sé stessi, è fondamentale “cambiare il chip”: bisogna avere un’altra prospettiva, altrimenti si rischia che arrivi un giorno in cui ci sentiamo completamente frustrati, con la forte percezione che la vita ci stia sfuggendo tra le dita con il passare del tempo.

Evitatelo mettendo in pratica questi consigli:

1 – Quali sono le vostre priorità? È una domanda semplice, ma allo stesso tempo implica riflettere su molte cose. Sicuramente avrete ben chiaro che la cosa più importante per voi sono i vostri cari, il vostro compagno, i vostri figli (se ne avete). Nonostante ciò, non è salutare dedicare a queste persone tutte le ore della giornata e tutto il vostro tempo, perché arriverà un giorno in cui non godrete più di questi momenti, che si colmeranno di ansia e di stress. Stabilite dei limiti per aver tempi e spazi personali: è necessario disporre sempre di qualche ora per sé stessi.

2 – Sapete di cosa avete avete bisogno, perché ora non passate all’azione? Tutti sappiamo cosa ci rende felici, cosa ci fa stare bene, quali persone dovremmo smettere di frequentare e quali cose non fare più per soffrire meno lo stress. Perché non lo facciamo? Nulla ci impedisce di passare all’azione.

egoismo (2)

3 – Godetevi il vostro tempo e i vostri spazi personali. A volte capita che, finalmente, abbiamo del tempo libero per noi stessi e stiamo realizzando le attività che vogliamo; tuttavia, non riusciamo a smettere di pensare ai nostri obblighi e alle persone che dipendono da noi. Non siamo capaci di spegnere il cellulare e di essere, anche solo per un momento, i protagonisti del nostro tempo personale. Per questa ragione, è doveroso fare un piccolo esercizio per rilassarsi stabilendo una distanza necessaria in determinati momenti.

4 – Imparate a relativizzare. Non ossessionatevi con cose che, in realtà, non hanno così tanta importanza come credete. Se vi sentite in colpa per aver rifiutato un appuntamento o per aver lasciato il vostro partner, dovete pensare che non l’avete fatto per egoismo, bensì per prendervi cura di voi stessi. Ci sono momenti, persone e situazioni che sono estremamente dannosi, che vi tormentano e che peggiorano persino la vostra salute. Dovete continuare a vivere in questa realtà? Non fate scelte rischiose per la vostra salute, relativizzate e rilassatevi: meritate di essere felici e nessuno ha il diritto di tarparvi le ali.