Non perdete il vostro valore con persone che non vi sanno apprezzare

· 16 luglio 2016

È normale sentirsi come se stessimo perdendo il nostro valore di fronte a persone a cui vogliamo bene, ma che, nonostante ciò, ci trascurano. Finiamo per convincerci che non ci amano per via di alcuni nostri difetti o, come si dice spesso, “per il nostro modo di essere” o “perché non siamo compatibili”.

Questo significa che finiamo per svalutare noi stessi perché vogliamo trovare delle domande e delle risposte a tutto. Questa “perdita di valore”, che sorge dalle abitudini o dalla routine quotidiana, è una sensazione molto comune nelle relazioni di coppia. Si perde la magia, l’atmosfera, le dimostrazioni d’affetto e, così, si distrugge l’amore.

Tuttavia, che si tratti di una sensazione comune non significa che non ci “sommerga nella miseria emotiva”, che non ci colpisca e che non metta fine a delle relazioni che promettevano il mondo e che sono rimaste senza niente. Nonostante ciò, poiché sappiamo che tutto questo accade, è molto importante essere coscienti delle risorse di cui disponiamo per evitare di soffrire.

Donna con ombrello

“Ogni tanto, è assolutamente necessario suicidarsi. Fuggire da se stessi, perdersi, sentire il corpo vuoto, stanco, dolorante. Cambiare pelle, bere, toccare il fondo e poi non ricordare più niente. Essere lontani da tutto, per poi afferrarsi alla vita. Rincontrarsi. E vestirsi con colori pastello, camminare con passo leggero e sorridere ai vicini quando ti salutano sulle scale”.

-Autore sconosciuto-

La dolorosa perdita di valore di fronte agli occhi di chi amiamo

Senza dubbio, perdere il proprio valore di fronte a chi amiamo si deve alle abitudini. Spesso ci abituiamo a quello che abbiamo e non apprezziamo davvero quello che il nostro partner, i nostri amici o la nostra famiglia rappresentano nella nostra vita.

Per questo motivo, tralasciamo e ignoriamo le cure, l’affetto e la conquista di tutti i giorni. Mettiamo da parte i sorrisi, i buongiorno, le carezze unite alle parole, la capacità di sorprendere… Tutto.

Con il tempo, noi stessi diventiamo abitudine, obbligo e indifferenza e ci trasformiamo in statue di pietra fredde, insensibili, immobili ed inerti.

Forse siamo affettuosi con altre persone, ci concentriamo sul nostro lavoro, sulle nostre passioni, sullo sport, sulle altre amicizie o relazioni, ecc. Tuttavia, spesso ci dimentichiamo di comportarci come dovremmo con QUELLA PERSONA. È allora che l’amore muore, distrutto dall’indifferenza e dalla cattiva abitudine di non apprezzare quello che abbiamo.

Dente di leone

Le abitudini sono inevitabili, ma non devono farci perdere il nostro valore

Sentiamo dire spesso che “non sappiamo ciò che abbiamo finché non lo perdiamo”, ma non c’è niente di più lontano dalla realtà. Certo che sappiamo cosa abbiamo, semplicemente non pensiamo che arriverà mai il giorno in cui perderemo tutto.

Pensiamo che quelle persone faranno sempre parte della nostra vita, che abbiamo sopportato abbastanza da meritarci il tempo che ci resta con il nostro partner, che sono solo periodi difficili e brutte abitudini e che, se qualcosa non va, con il passare degli anni migliorerà tutto.

Il problema, però, è che il giorno in cui assisteremo a questo miracolo sembra non arrivare mai, tutto sembra soffocarci in una tempesta di tristezza, di grigiore e di disinteresse.

Ragazza che guarda il mare

È a questo punto che, probabilmente, uno dei due inizierà a pensare (o meglio detto, a sentire) che quello che non si risolve voltando pagina, si risolverà cambiando libro. È del tutto normale e comprensibile, perché non possiamo sprecare tutta la nostra vita ad essere vittime di una relazione sentimentale che ci divora dentro, che distrugge le nostre aspettative e che inganna le nostre necessità.

Non siamo fatti per accontentarci. È per questo motivo che, spesso, rimanendo a lungo in una relazione morta e affetta dall’indifferenza e dall’apatia, questa diventa una vera e propria tomba, che non fa che peggiorare i nostri legami emotivi.

Stare insieme vuol dire molto di più che amarsi. È per questo che, per far funzionare un qualsiasi amore, è necessario che ci sia interesse mutuo e che questo venga dimostrato per ciò che è. Al contrario, invece, il legame affettivo finirà per consumare emotivamente il membro della coppia che vuole, ma che non può.