Partecipare a un concorso: utili strategie

Studiare per un concorso pubblico è una decisione da cui derivano molti cambiamenti. Si tratta di una scommessa così seria che bisogna riorganizzare la propria vita attorno a essa. La riuscita dell'impresa dipenderà da molti fattori, come l'intelligenza, la disposizione e la volontà d'animo.
Partecipare a un concorso: utili strategie

Ultimo aggiornamento: 09 dicembre, 2021

La vita di chi si prepara per partecipare a un concorso pubblico è un percorso di resistenza. Quando si prende una decisione simile, lo stile di vita cambia poiché entrano in gioco numerose variabili.

Per nessuno è facile abbandonare le proprie abitudini sociali per un periodo di tempo, mettere il partner in secondo piano, trascorrere meno tempo con la famiglia e avere tempo libero.

Insomma, le persone che decidono di sostenere un esame per vincere un concorso pubblico cambiano le proprie priorità e concentrano buona parte delle loro risorse sullo studio nella speranza di stabilità lavorativa.

Una volta definito il quadro, bisogna trovare gli strumenti per rendere il tutto più piacevole, più vivibile e meno ansioso. Come aiutare qualcuno che si sta preparando a un concorso pubblico? Come possiamo fare la nostra parte? In questo articolo spieghiamo tre semplici strategie che possono essere d’aiuto.

Partecipare a un concorso: quali aspetti considerare

La motivazione è determinante in chi studia per un concorso

Molti di noi avranno sicuramente messo in relazione la vita di chi si prepara per partecipare a un concorso con la motivazione. Ma cos’è la motivazione?

Afferma Piaget: “la motivazione è la volontà di imparare, intesa come interesse ad assorbire e apprendere tutto ciò che riguarda il proprio ambiente”. Quindi possiamo affermare, secondo la teoria di Piaget, che l’apprendimento è associato alla motivazione.

A sua volta, José Carlos Núñez ha condotto un’analisi su come la motivazione influenzi l’acquisizione dell’apprendimento; afferma che il livello di motivazione influenza il modo in cui apprendiamo e generiamo pensieri di fronte alla valutazione.

“Prepararsi per un concorso è molto più che studiare, è uno stile di vita in cui acquisire quell’apprendimento diventa l’unica priorità”.

Lo stato d’animo è fondamentale

Non possiamo ignorare che “lo stato d’animo è fondamentale per essere mantenere l’attenzione e agire”, dice Ignacio Fernández, psicologo presso la Clinica di Psicologia Universitaria dell’Università Complutense di Madrid. Uno stato d’animo sano è una risorsa preziosa per la motivazione.

Perseveranza, l’enorme fatica giorno dopo giorno

Chus Feijoo, docente presso l’Accademia di Vigo, assicura che “mostrare una dedizione esclusiva, essere rigorosi con i tempi e, soprattutto, dimostrare di essere costanti e perseveranti, sono essenziali per ottenere il posto”.

La costanza e la perseveranza sono requisiti essenziali per vincere il concorso, soprattutto tenendo conto della strenua concorrenza dei giorni attuali.

“Il genio è fatto dell’1% di talento e del 99% di duro lavoro.”

-Albert Einstein-

Come aiutare chi si prepara per un concorso?

Dose extra di pazienza

La vita di chi si prepara per partecipare ad un concorso pubblico può essere instabile a livello emotivo, come ci assicura Pilu Hernández: “l’umore subisce alti e bassi e ci saranno momenti in cui non riuscirete a trattenervi.” Insomma, diventiamo più sensibili e più irritabili.

Chi è vicino alla persona che si prepara per partecipare a un concorso deve garantire stabilità. In molti casi bisogna avere una dose extra di pazienza e regolare la comunicazione.

Ragazza studiare meglio

Il supporto è essenziale per partecipare a un concorso

Anna Cadafalch, direttrice della clinica ACM Psicólogos, afferma che “le relazioni sociali sono un elemento chiave per favorire le emozioni positive, per promuovere l’autostima e per avere la percezione del supporto sociale, che è un elemento chiave per una migliore performance durante i concorsi pubblici”.

Chi si prepara per partecipare a un concorso pubblico deve mantenere una vita sociale attiva, poiché l’isolamento non fa bene alla mente.

Per questo motivo, offrire supporto alla persona che si sta preparando per il concorso per incoraggiarla a mantenere il contatto con le persone che lo circondano è un modo per aiutarla a raggiungere il suo obiettivo. Allo stesso modo, il sostegno degli amici e dei parenti dà una mano durante i momenti delicati.

Rispettare le ore di studio

Chi si prepara per un esame ha un programma da rispettare, con abitudini che molte volte gli altri non capiscono. Soprattutto durante le prime settimane, in cui la persona sperimenta diverse forme di organizzazione, fino a trovare la migliore per sé.

Questa organizzazione, con limiti ben precisi, ha regole proprie che differiscono dal resto. Quindi, la persona che studia cercherà di proteggere l’impegno che ha preso con se stesso.

Un impegno che a volte gli altri potrebbero non comprendere, dimenticare, o facendo delle proposte incompatibili con il tempo di studio.

In questo senso, le persone che si preparano per partecipare ad un concorso hanno bisogno che gli altri proteggano l’obiettivo insieme a loro, aiutandoli a rispettare i programmi stabiliti.

Conclusioni

È chiaro che i concorsi sono come delle gare, obiettivi che richiedono grandi sacrifici e sforzi. Si tratta di una scommessa in cui il successo dipende dal protagonista, ma anche da chi gli sta intorno e dall’ambiente. In entrambi i casi, il ruolo che svolgiamo è importante in entrambi i casi.

Potrebbe interessarti ...
Essere licenziati poco dopo aver trovato lavoro
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
Essere licenziati poco dopo aver trovato lavoro

Essere licenziati poco dopo aver trovato lavoro è un'esperienza che capita a molte persone. In questo articolo vi diremo come affrontare queste sit...