Perdonare: una dura decisione

· 31 marzo 2016

Perdonare è un atto liberatorio e dal forte impatto, ma spesso molto difficile da portare a termine. Non sempre si è disposti a perdonare, il che rende questo gesto ancora più coraggioso.

Sono molte le circostanze che possono portarci a perdonare qualcuno. Si perdona dopo essere stati delusi, dopo essere stati feriti… Ebbene, il perdono è costituito da molte più sfaccettature di quante si possa credere.

Non accettare la richiesta di perdono dell’altro porta a generare un sentimento di rancore verso una o più persone. Ciò non porta alcun bene, poiché si viene sopraffatti da una serie di emozioni negative difficili da gestire.

La vita si fa molto più facile quando si accettano delle scuse mai arrivate. Questo è ciò che si chiama perdonare nel proprio cuore.

Perdonate

donna-abbraccio-orso

Capita spesso di pensare che perdonare implichi ammettere che l’altra persona abbia ragione. Non c’è nulla di più sbagliato. Perdonare non significa dare ragione all’altro, bensì liberarsi dall’amarezza che ci tiene legati.

Il perdono, inoltre, è una decisione totalmente personale e indipendente. Quando si commette un errore, si chiede perdono; se ci si sente male dopo aver commesso un gesto negativo, si chiede perdono. La scelta di concedere o meno quel perdono è totalmente nelle mani dell’altra persona. Naturalmente la sincerità viene prima di tutto.

Per capire un po’ meglio in cosa consiste davvero il perdono, ovvero l’atto di perdonare chi compie un atto negativo e se ne è pentito, è necessario scoprire qualcosa in più riguardo quest’azione “disinteressata”.

 “Esistono persone che non perdonano e preferiscono odiare, perché odiare le fa sentire forti e padrone della situazione. Al contrario, perdonare le mette dinnanzi al loro più profondo dolore.”

-David Fishman-

Oggi scopriremo qual è il vero significato di perdonare senza serbare odio alcuno, ma al tempo stesso senza dimenticare. Accettare le scuse di un’altra persona deve poterci liberare, per questo è bene conoscerlo a fondo.

Perdonare non vuol dire giustificare l’altro

Quando perdoniamo, non lo facciamo come conseguenza delle azioni di un altro: non si tratta di una giustificazione per i suoi comportamenti. L’atto di perdonare ha a che vedere con il proprio modo di rispondere, piuttosto che con le azioni dell’altro.

Perdonare non è neanche dimenticare

Le persone credono che, dopo essere state perdonate, tutto finisca nel dimenticatoio, ma non è vero. L’esperienza vissuta è stata difficile, amara, e in quanto tale non va dimenticata. Ma non confondiamo l’azione di non dimenticare con il rancore, oscuro sentimento che si può impossessare del cuore di chi non perdona davvero.

Quando si perdona, anche se non si dimentica, si prova una pace interiore che rende liberi e fa stare bene; non c’è spazio per rancore e odio. Tutto è in equilibrio.

uomo-cammina-verso-fiori

Perdonare non è minimizzare, bensì sanare quel dolore

L’obiettivo del perdono è quello di guarire un dolore che ci è stato causato, e che inevitabilmente ci fa del male. Siamo esseri emotivi, è normale provare dolore. Perdonare sarà, però, come liberare quell’essere che tenevamo prigioniero, scoprendo che non si trattava che di noi stessi.

Perdonare è chiudere con il passato

Alle volte siamo talmente concentrati su alcune vicende del passato da non riuscire a guardare il futuro, e ancor meno a concentrarci sul presente.

Per questo motivo, quando perdoniamo, pur senza dimenticare, non conserviamo alcun rancore, perché scegliamo di chiudere la porta che dà sul passato e ci rivolgiamo al futuro. Liberiamo realmente ogni emozione negativa presente in noi, poiché è normale provare delusione, frustrazione, rabbia…

 “Il perdono è la qualità dei coraggiosi. Solo chi è abbastanza forte da perdonare un’offesa, sa amare.”

-Mahatma Gandhi-

E voi, sapete perdonare? Non tutti ne sono capaci, poiché si tratta di un gesto che richiede una grande forza interiore, oltre alla capacità di liberare la paura di essere nuovamente delusi.

Nella vita incontrerete molte persone che vi faranno del male, che si tratti di un partner, un figlio, la famiglia, un amico… Ci saranno sempre, non dimenticatelo. Per questo motivo, è necessario imparare a perdonare: non rimane altro rimedio che accettare che le persone ci faranno soffrire. Anche voi farete del male ad altri (talvolta inconsciamente) e desidererete essere perdonati.

abbraccio-bambini-giorno-notte

Immagini per gentile cortesia di Kim Joone