Personalità dipendente: caratteristiche

· 8 maggio 2018

Soffrire di dipendenza non significa solo assumere compulsivamente una sostanza e cadere nella rete della dipendenza chimica. Oltre ai fattori organici coinvolti, ci sono anche diversi tratti psicologici che predispongono alla dipendenza estrema e che alla fine definiscono la personalità dipendente.

SI può essere dipendenti da molte cose, non solo da sostanze chimiche. Ci sono anche le dipendenze dal gioco d’azzardo, dal sesso, dalla droga, dalle nuove tecnologie e da quasi ogni situazione o oggetto. In definitiva, l’oggetto non è l’aspetto più rilevante, lo sono invece i modelli psicologici che portano alla dipendenza.

“Ero semplicemente convinto che per qualche misterioso motivo ero invulnerabile e non mi sarei mai fatto prendere. Ma la dipendenza a poco a poco si diffuse dentro di me come una nebbia.”

-Eric Clapton-

Guarire da una dipendenza, dunque, non consiste solo nel spezzare un’abitudine, ovvero smettere di consumare una sostanza o di vivere una certa esperienza. È altrettanto necessario capire la personalità dipendente per gestirla e, alla fine, vincerla. A tale scopo, è importante conoscerne le caratteristiche, soprattutto quelle meno evidenti. Qui di seguito ve ne elenchiamo sette.

Caratteristiche della personalità dipendente

1. Labilità in quanto a impegni e progetti

Una delle caratteristiche più importanti della personalità dipendente è la difficoltà a rispettare gli impegni o completare i progetti. Sono persone che si entusiasmano facilmente, ma che presto perdono l’interesse e abbandonano l’impresa.

Uomo con una nuvola sulla testa che rappresenta la dipendenza da sostanze

Per una persona del genere di solito è difficile rispettare le tempistiche, realizzare a lungo la stessa attività e perseverare. In generale i loro piani e progetti sono molto instabili. Di solito questo profile non sa spiegare perché ha perso l’interesse all’improvviso.  

2. Non ama le regole e le figure autoritarie

Chiunque abbia una personalità dipendente in genere non vede nulla di positivo nelle regole o nei regolamenti. Li considera un ostacolo. Ritiene che non sia affatto costruttivo limitare la realtà.

Ama sfidare l’autorità o, in ogni caso, ignorarla. Vede le figure che esercitano il controllo come un semplice fastidio. Non dà peso alle loro azioni e crede che il loro ruolo consista solo nel reprimerle.

3. Mentire per giustificare le proprie azioni

Una personalità dipendente tende a mentire. Non lo fa solo in relazione alla sua dipendenza, ma in qualsiasi area della sua vita. Non vede nulla di sbagliato in ciò, perché ha trasformato la bugia nel suo modo di vivere.

La funzione principale delle sue bugie è evitare le conseguenze delle sue azioni. Quando sa di aver fatto qualcosa di sbagliato, mentirà per giustificarlo o negarlo. Pensa che sia perfettamente lecito evitare le proprie responsabilità.

4. Oscillazione tra sentimenti di superiorità e inferiorità

L’ego di una personalità dipendente è molto effimera. Non riesce a formarsi un’idea realistica di sé stessa. Ecco perché oscilla continuamente tra la sensazione di grandiosità e inferiorità.

Tendono a essere eccessivamente sensibili alle critiche. Le affrontano vigorosamente, ma poi ne risentono. Amano imporre la loro volontà, pur sapendo di non avere ragione. Allo stesso tempo, in altre situazioni sono estremamente sottomessi.

5. La noia e la disperazione

Per la personalità dipendente l’apatia è comune. Si annoia spesso, tutto la stanca facilmente. Non gode della pazienza sufficiente per gioire delle piccole cose.

Vuole soddisfare immediatamente i suoi bisogni, motivo per il quale è comune anche che si disperi facilmente e sperimenti momenti di stress e ansia. Non riesce a svolgere compiti che richiedono approfondimento e perseveranza. Vuole finire tutto in fretta per dirigersi verso qualcosa di nuovo.

Ragazzo con un vulcano sulla testa

6. Ricerca di situazioni nocive per socializzare

La personalità dipendente tende a non vedere di buon occhio chi vive in modo organizzato o è più calmo. Ama le persone molto vivaci, sebbene le diano poco o siano semplici amici di circostanza.

Si lascia coinvolgere da ambienti in cui prevalgono gli eccessi, che si tratti di cibo, bevande o altro. Vuole provare emozioni intense di continuo, ma questo è offerto solo dalle cerchie sociali più importanti.

7. Cadere sempre negli eccessi

È comune che le persone che tendono alla dipendenza siano di quando in quando un po’ sfrenate. Cercano e desiderano ogni esperienza che vada oltre il limite che può essere considerato normale. La misura e la moderazione non fanno per loro. Le considerano noiose. Ecco perché sono persone che mangiano troppo, bevono troppo, dormono troppo, ecc.

Ragazza che soffre di dipendenza da sostanze

Tutti questi tratti della personalità dipendente possono essere plasmati e ristrutturati. Parte del lavoro da svolgere è incentrato sulla gestione dell’ansia e degli impulsi. C’è un’angoscia latente che non sembra placarsi con nulla. È decisamente consigliabile, dunque, che queste persone pratichino tecniche di rilassamento. Se ci riescono, sarà più facile iniziare a lavorare sulle altre difficoltà.