Prendersi cura della propria vita emotiva

· 10 marzo 2015

Tutti noi sperimentiamo dello stress emotivo, che si esprime in diversi modi: sotto forma di tristezza, ansia, dipendenze, ossessioni, comportamenti ripetitivi, noia e numerosi stati d’animo. Per riuscire a placare l’ansia e queste manifestazioni di malessere emotivo, alcune medicine e terapie possono essere utili. Dobbiamo semplicemente scegliere la cura migliore per noi e soprattutto tenere in considerazione alcuni consigli per riuscire a lasciarci alle spalle questi momenti.

Siate voi stessi

Una delle cose più importante è essere sé stessi: questo significa che potete chiedere ciò che volete, potete avere le vostre ossessioni, difendere i vostri valori e dire le cose che pensate. Avete mille modi di essere voi stessi, comportandovi in modo sincero.

Inventate una persona nuova

Riducete il vostro malessere emotivo prendendo la decisione di diventare una persona che sperimenterà molta meno ansia: una persona più tranquilla, produttiva, meno critica, meno egoista e meno abusiva.

Dovete amare ed essere amati

La nostra natura umana in parte richiede solitudine, tempo per noi e un forte individualismo; ma se ci amiamo e ci lasciamo amare, ci sentiremo meglio e più felici, vivremo più a lungo e sperimenteremo la vita in modo più significativo.

Oltre a parlare apertamente, è bene mettere in pratica la capacità di ascolto, sia per essere noi stessi che per capire come ci proiettiamo verso gli altri. La maggior parte delle volte, il giusto cambiamento parte dalla consapevolezza, sia di ciò che noi stessi vediamo allo specchio sia di ciò che gli altri vedono quando siamo di fronte a loro.

Controllare la vostra mente

Bisogna riuscire a realizzare un buon lavoro e identificare i pensieri che non ci servono: metteteli da parte e sostituiteli con pensieri più utili. Soltanto vivendo in modo rilassato e positivo riuscirete a ottenere il controllo sulla vostra mente.

Dimenticate il passato

Non possiamo né tenere a freno ciò che siamo né evitare che il passato riaffiori, e tutto questo può infastidirci e provocarci ansia, incubi, tristezza improvvisa e ondate di senso di sconfitta. Tuttavia, bisogna cercare di gestire i ricordi in modo che non ci causino un malessere emotivo incontrollato che si proietti anche sul nostro presente e/o futuro.

Riducete la vostra ansia

L’ansia ha la potenzialità di mettere in pericolo il nostro equilibrio, il nostro stato d’animo e le nostre attività quotidiane. Per evitarlo, potete gestirla attraverso tecniche diverse, come le tecniche di rilassamento.

Controllate il vostro stato d’animo

Potete ridurre lo stress emotivo controllando le vostre intenzioni e il vostro stato d’animo.

Cambiate quello che vi fa stare male

Forse vi sentite arrabbiati, impulsivi, persi, indisciplinati o impauriti. Esaminare cosa suscita in voi questi stati negativi è il primo passo per farli sparire.

Affrontare le situazioni

Ci sono alcune situazioni su cui non possiamo esercitare nessun tipo di controllo, mentre molte altre dipendono anche da noi. Possiamo cambiare corso di studi o lavoro, ridurre la quantità di calorie che consumiamo, possiamo decidere se parlare o stare zitti… Possiamo fare tutto ciò che vogliamo per migliorare le situazioni che stiamo vivendo. Il risultato sarà che ci sentiremo emotivamente più forti, perché per sentirci meglio molto spesso dobbiamo agire in modo concreto nel mondo reale.

Immagine per gentile concessione di albert viladrosa