Provare noia nella coppia è normale?

22 Settembre 2019
Provare noia è una sensazione normale in alcuni momenti della vita. Quando questo avviene all'interno della coppia, significa che è il momento di introdurre delle novità per ravvivare la relazione.

Provare noia nel rapporto di coppia è normale come quando ci si annoia al lavoro, in famiglia o per qualsiasi altra cosa. Cominciamo col dire che la noia non è una sensazione così negativa come molti credono. È come prendere l’influenza, a tutti può capitare ogni tanto.

Possiamo definire la noia come uno stato in cui non c’è nessun interesse o nessuna motivazione. Etimologicamente deriva dal provenzale “enoja” derivato di “enojar”, che a sua volta deriva dal tardo latino “inodiare” che significa “avere in odio”.

Annoiarsi con il partner, tra amici o al lavoro è perfettamente normale in determinate circostanze. È semplicemente una conseguenza, non un problema in sé. Proprio come la notte ci permette di apprezzare il giorno (e viceversa), anche i periodi di noia ci permettono di apprezzare le novità.

“Dammi un’anima che non conosca noie, fastidi, mormorazioni, sospiri e lamenti. Non permettere che mi preoccupi troppo di quella cosa invadente che chiamo ‘io’ .”

-Tommaso Moro-

Provare noia nella coppia e crisi

Riflessioni sulla noia

La noia è la prima sorella della depressione, ma non un suo sinonimo. È uno stato che genera disagio e che facilmente porta alla tristezza. A volte ci induce a porci delle domande sul senso della vita stimolando i nostri pensieri. Dopo un po’ di tempo, potrebbe portarci alla disperazione.

Isaac Asimov una volta disse che la noia sarebbe diventata la grande malattia dei tempi moderni. Perché solo dei tempi moderni? In altre epoche non esisteva? Forse è cambiata la connotazione di questo sentimento, che oggi ha acquisito un significato altamente negativo e per questo motivo non è tollerata.

Una persona si annoia quando nella sua vita non c’è divertimento. È come vivere un’altra versione della realtà. Nasce quando le attività o la routine quotidiana diventano troppo ripetitive oppure quando non ci sono obiettivi o questi perdono il loro potere di attrazione.

Provare noia nella coppia

Quando nella coppia compare la noia, generalmente viene interpretata come un segnale di allarme. La prima idea che viene in mente è il sospetto che l’amore stia finendo. Chi ha relazioni di lunga data sa che non è così. L’amore e la noia nei confronti del partner sono realtà che, pur sembrando contraddittorie, coesistono.

La situazione più frequente è che la noia compaia all’interno della coppia dopo alcuni anni di convivenza. Alcuni studi indicano che il momento critico è tra i quattro e i sette anni dall’inizio della relazione.

Si individua questo arco temporale per dei motivi precisi. Dopo quattro anni di relazione, il cervello smette di rilasciare la dopamina e le altre sostanze associate all’innamoramento. I sette anni coincidono antropologicamente con il ciclo che completa l’educazione di un bambino. Da un punto di vista biologico, dunque, siamo pronti a fare a meno della coppia quando la sopravvivenza della specie è pienamente garantita.

Da un punto di vista psicologico, la noia all’interno della coppia può indicare che l’amore romantico è finito. Tuttavia, uno studio condotto da Sandra L. Murray, Dale W. Griffin e John G. Holmes rivela che quanto più è idealizzata la fase dell’innamoramento, minori probabilità ci sono che la noia compaia dopo la fine di questa fase.

Coppia che si guarda

L’ansia da affetto

Quando due persone si innamorano, in loro si attiva la cosiddetta “ansia da affetto”. Iniziare una relazione d’amore con qualcuno genera la convinzione che la propria vita stia vivendo un’espansione. Si vive come una sorta di risveglio psicologico che suscita delle sensazioni molto piacevoli.

Nasce quindi una necessità di protezione e conforto, ma anche la paura della perdita. L’antidoto per tutto questo è la vicinanza della persona amata. Quando è presente e ha i nostri stessi sentimenti, l’ansia si attenua. Quello di cui si ha bisogno è avere una connessione con la persona amata.

Con il passare del tempo, questo sentimento di espansione individuale e di risveglio psicologico si affievolisce. Quello che era straordinario diventa ordinario e la sensazione di novità diminuisce o addirittura scompare. L’entusiasmo e le sensazioni piacevoli che si provavano prima si dissolvono nel nulla. È questo il momento in cui è possibile provare noia all’interno della coppia.

Con difficoltà, le cose torneranno a essere come all’inizio. Tuttavia, è possibile ravvivare la relazione ed evitare la noia. Introdurre delle novità e svolgere nuove attività è il modo migliore per risvegliare l’interesse reciproco. Inoltre, è utile evolvere individualmente per modificare questa sensazione ed evitare di ristagnare per sempre in essa.

  • Salgado, C. (2003). El desafío de construir una relación de pareja. Editorial Norma.